martedì, 29 Novembre 2022

Tag: carne

CARNE ETICHETTATURA jbs

Lavoro minorile e deforestazione: il doppio guaio per Jbs, colosso mondiale...

La più grande azienda di lavorazione della carne al mondo, proprietaria anche del marchio italiano Rigamonti, ha ammesso di aver attinto da allevamenti in aree deforestate illegalmente. Nel frattempo, un'inchiesta rivela che il colosso ha usato lavoratori bambini per i servizi di pulizia nei propri stabilimenti
HAMBURGER

Altro che pura carne! I troppi “aiutini” negli hamburger

Nel nostro test abbiamo trovato hamburger che a malapena superano il 50% di carne, in qualche caso di qualità scadente. E il resto? Dal bamboo alle fibre del pisello sono tutte usate per ridare consistenza e un po' di sapore a un prodotto che altrimenti non ne avrebbe come ci spiega Dario Vista
carne amazon

Usa, bufera sulla catena Amazon che prometteva carne senza antibiotici ma...

Carne venduta come "antibiotic free", ma con tracce di antibiotici rilevate su alcune convezioni mandate in laboratorio. Questa è l'accusa che deve Affrontare Amazon in Usa, per i prodotti venduti dalla sua catena Whole Foods

Qual è il migliore (e il peggiore) hamburger?

Confrontare l'esperienza dei lettori con le analisi di laboratorio che il Salvagente conduce ogni mese sui principali alimenti. È una delle novità che abbiamo pensato per coinvolgervi sempre di più. Si comincia con gli hamburger che abbiamo sottoposto a un test per cercare antibiotici, nitriti, stato igienico, qualità della carne. Ecco come potete votare la vostra classifica
carne supermercato

Carne, il paradosso dello spreco: con quella che buttano i supermercati...

5mila tonnellate di carne in scadenza, corrispondenti al consumo annuale di circa 100mila persone, ogni anno vengono prelevate dai supermercati svizzeri e mandate a bruciare in impianti di biogas, anche se potrebbero essere recuperate e consumate. A raccontarlo è il magazine svizzero Ktipp.
burger amadori veg

Anche Amadori si butta sui sostituti della carne: presentati i nuovi...

"Ama vivi e gusta" è la nuova linea del gruppo Amadori specializzato in carni bianche che con questa mossa punta a diventare il leader del settore delle alternative a base vegetale della carne. Ecco i prodotti presentati
SOIA

Soia, cosa nasconde il sostituto della carne più amato dai vegan

La soia è ricca di proteine, ha meno carboidrati dei legumi anche se ha un indice glicemico elevato. Ma cosa finisce nei burger vegetali? L'analisi del nostro nutrizionista Dario Vista nel numero in edicola
soia deforestazione

Wwf: perché anche se non la mangi, la soia da deforestazione...

Il Wwf presenta la nuova ricerca intitolata “Mapping the European Soy Supply Chain” che evidenzia come il 90% della soia che viene consumata da noi cittadini europei non sia l’ingrediente di una ricetta, bensì un consumo indiretto dovuto alla sua presenza nei mangimi necessari per ottenere tutti i derivati delle proteine animali
verdure

I cani e i gatti possono mangiare solo verdure?

Chi ha scelto per sé un'alimentazione vegana o vegetariana, non di rado adotta lo stesso stile per i suoi animali domestici. Ma cani e gatti possono nutrirsi solo di verdure? La risposta non è univoca
burger vegano

Il burger vegano di McDonald’s non decolla: rimandato il lancio globale

Il burger vegano McPlant alimentato con proteine ​​di piselli, sviluppato con Beyond Meat ha ottenuto risultati deludenti nei test avviati in un campione di punti vendita McDonald's sparsi per gli Usa. Approfondiamo anche l'alternativa della carne coltivata in laboratorio su cui puntano tanti big, tra pro e contro...
NITRATI CARNI

La Francia vuole vietare i nitrati e nitriti nelle carni. Ecco...

Pargi approva la legge per la messa al bando degli additivi considerati cancerogeni usati sopratutto nei salumi per mantenere la colorazione rossa e contrastare le contaminazioni batteriche, come il botulino. L'industria insorge ma le alternative ci sono

Emissioni, la classifica dei cibi con più impatto ecologico. Maglia nera...

Che aspetto avrebbero gli scompartimenti dei supermercati se i cibi in essi contenuti fossero etichettati a seconda del loro grado di sostenibilità? Da questa domanda è partita la fondazione Openpolis per metterei in ordine gli alimenti di consumo comune in una scala di maggiore o minore impatto ambientale.