giovedì, 21 marzo 2019

Tag: zucchero

Cibi grassi, l’Oms chiede il divieto di pubblicità per i bambini...

I bambini continuano a essere presi di mira dalle campagne pubblicitarie di prodotti con alta quantità di grassi, zuccheri e sale, sui social media, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, che chiede agli Stati membri di attuare misure che limitino le impressioni degli annunci di minori

Dolcificanti artificiali e bevande “Zero”: servono davvero altre prove della loro...

Una nuova ricerca, pubblicata su Stroke, giornale dell'American Heart Association, lega il consumo di due lattine al giorno con dolcificanti artificiali all'aumento di probabilità di ictus e malattie cardiache. Dopo le evidenze sul diabete e quelle legate al pericolo di aspartame, sucralosio & Co. i sospetti diventano sempre più pesanti

Coca-Cola connection: le pressioni per influenzare le autorità sanitarie e salvare...

Le prove degli sforzi di Coca-Cola per influenzare il CDC (l'Autorità di controllo sanitario Usa) e spostare il dibattito sull'obesità, allontanando dai riflettori le bevande zuccherate. E di tentare di arrivare anche all'Oms. Sono quelli documentati con tanto di mail da uno studio pubblicato su The Milbank Quarterly

Altro che zucchero di canna… La fake del “caramellato” continua a...

Una lettrice, accanita consumatrice di zucchero di canna biologico, ci scrive ipotizzando sia solamente zucchero normale caramellizzato. Il riferimento è a un video virale che ha spaventato molti. Ma si tratta di una fake, come ci spiega Dario Vista

Con le mani nella marmellata: così le industrie nascondono lo zucchero

A distanza di 6 anni dalle condanne Antitrust ai principali produttori, pescati a nascondere gli zuccheri nelle confetture, nel numero in edicola siamo andati a verificare cosa scrivono le confezioni di Zuegg, Hero, Rigoni, Vis. E...

Germania chiede all’industria meno grassi e sale nei cibi. Ma non...

Il governo di Berlino ha chiesto alle aziende alimentari di "ridurre in modo volontario" zucchero, grassi e sale a cominciare da corn flakes e bevande gassate. Critici i consumatori di Foodwatch: "Senza misure normtive è un regalo per big food"

L’ex dentista del Colorado che ha svelato gli inganni di Big...

È la storia di Cristin Kearns, che dopo aver scoperto alcuni documenti riservati delle imprese dello zucchero ha deciso di appendere il camice al chiodo e di diventare, assieme al suo team, uno dei più grandi (e temuti) investigatori sulle mistificazioni e le pressioni della lobby dei produttori

Il Parlamento italiano contro Francia e Brasile: “Niente semaforo sugli alimenti”

È assurdo che una risoluzione Onu contraddica quello che l'Unesco ha riconosciuto come un patrimonio dell'umanità: la dieta mediterranea, spiega Gianpaolo Cassese, del Movimento 5 Stelle. Il voto domani all'Onu con Francia, Brasile e altri 5 paesi che fanno fronte sull'etichettatura di calorie, zuccheri e grassi

Sugar tax: e se la pezza fosse peggiore del buco?

Il professor Alberto Ritieni solleva un dubbio molto interessante sulla tassazione dello zucchero: così concepita andrebbe a favore di chi inserisce edulcoranti sintetici, come aspartame, acesulfame e sorbitolo. Sicuri sia un bene?

Sugar tax, Lega e 5 Stelle “Sì a una tassa sulle...

In Commissione Finanze approvato un emendamento alla manovra di Bilancio presentato dalla deputata grillina Carla Ruocco e sottoscritto da altri deputati leghisti, che mira a tassare li soft drink come la Coca-Cola per esentare dall'Irap le partita Iva fino a 100mila euro

Scordamaglia: “Il bollino nero? Solo un favore alle multinazionali dell’alimentare”

Il presidente di Federalimentare critica la proposta di Francia e Brasile di penalizzare i prodotti ricchi di sale, zucchero e grassi. "Si corre il rischio di ingannare il consumatore, penalizzare i DOP e gli IGP italiani e fare un favore a poche multinazionali più interessate ad usare la chimica come ingredientistica di base per ridurre i costi di produzione"

Olio e parmigiano tornano nel mirino. Coldiretti: “No ai bollini neri”

Il 27 settembre scorso l'Oms aveva fatto marcia indietro sul progetto di inserire in etichetta "messaggi dissuasive" contro i cibi ricchi di zucchero, sale e grassi. Ora un proposta sostenuta da Francia e Brasile chiede di introdurre "informazioni visive" che però rischiano di penalizzare i nostri grassi "buoni"