venerdì, 17 agosto 2018

Lorenzo Misuraca

264 ARTICOLI 0 Commenti

Codacons e Konsumer Italia: se vere indiscrezioni su Enel, la dirigenza...

Le due associazioni dei consumatori commentano così l'esclusiva del Salvagente che racconta le conclusioni dell'istruttoria dell'Antitrust sull'ex monopolista dell'energia elettrica, che avrebbe abusato della sua posizione dominante per schiacciare la concorrenza prima del passaggio obbligatorio al mercato libero. Codacons e Konsumer chiedono anche al governo: "Aggiunga dei paletti di salvaguardia dei consumatori al più presto"

Esclusivo: così Enel usava i dati dei clienti per escludere la...

Da quanto risulta al Salvagente, l'Antitrust ha concluso la fase istruttoria circa le modalità utilizzate da Enel Energia per acquisire nuovi clienti sul mercato libero. Tra le pratiche ritenute scorrette, l'utilizzo dei dati personali raccolti con un metodo poco trasparente, dipendenti incentivati per vendere il mercato libero a scapito del regolato. Ora rischia una maxisanzione milionaria

Servizi premium, Agcom: “Sperimentazione riuscita, ecco gli strumenti per fermare le...

L'Autorità garante nelle comunicazioni ha reso noto di aver "accolto con soddisfazione gli esiti della sperimentazione delle misure finalizzate a impedire le attivazioni inconsapevoli" di servizi a sovrapprezzo in telefonia . Tra questi il numero unico per verificare disattivare rapidamente eventuali costi anomali. Rimangono però perplessità e punti critici

Telefonia, la truffa dei venditori che si spacciano per il Garante...

Il caso di un lettore del Salvagente mostra la nuova frontiera dei contratti telefonici estorti con metodi illegali. Un cliente Vodafone, messo da un sedicente operatore davanti a un maxi-aumento inesistente, lo ha dirottato a una finta operatrice dell'Agcom, che "in maniera imparziale" gli ha proposto di passare a Telecom o Fastweb

Sigarette elettroniche, Roberto Fico chiude la partita: “Emendamento no tax inammissibile”

L'emendamento "Salva svapo" non finirà nel testo finale del decreto dignità. Ma il comparto si dice ottimista: "Abbiamo provato che la liberalizzazione è possibile"

Vodafone annuncia rincari di 1,5-2 euro al mese per fisso e...

"A causa delle mutate condizioni di mercato" la compagnia annuncia gli aumenti a partire dalla prima fattura emessa dopo il 10 luglio 2018. Ecco come recedere senza costi, e quello che comunque rimarrà da pagare anche passando ad altri

Sigarette elettroniche, riammesso l’emendamento per abolizione della tassa

Il cosiddetto emendamento "salva vaping" è stato riammesso nel testo del decreto dignità, e così se verrà votato, la tassa sulle e-cig, introdotta dal governo Gentiloni, verrà abolita.

Prime Day, Amazon e il sospetto delle finte offerte

al Salvagente sono arrivate segnalazioni che gettano un'ombra sulle 36 ore di maxisconto lanciate lo scorso 16 luglio dal colosso di e-commerce. Le lamentele riguardano prodotti il cui prezzo durante il Prime Day era più alto rispetto alla media nei mesi precedenti, e in alcuni caso addirittura l'effetto sconto era dovuto al gonfiarsi del prezzo pochi giorni prima

Allergie da scarpe e vestiti: troppe sostanze sconosciute (e non sempre...

L'Autorità francese per la sicurezza alimentare e la salute (Anses) pubblica uno studio basato sull'analisi dei residui chimici trovati e chiede normative più stringenti sull'etichettatura

Accordo Ue-Giappone, cosa cambia: via libera a Parmesan e rischio Ogm

Nonostante le proteste delle associazioni ambientaliste e dei rappresentanti del comparto agricolo, il Jefta, il trattato di libero commercio tra Unione europea e Giappone, è stato firmato. Meno eccellenze tutelate e meno controlli alla dogana in arrivo. Il fronte di opposizione si sposta adesso sul Ceta, il trattato con il Canada, che può ancora essere fermato in Parlamento

Iliad, esposto sui costi extra-soglia: per chi finisce i dati, 9...

Secondo L'Associazione europea consumatori indipendenti, "Appare palese che l’utente non è posto a tutela di eventuale traffico extra soglia inconsapevole"

Agromafie, il monopolio sporco: le mani dei clan sul mercato degli...

La Guardia di Finanza di Catania ha sequestrato beni per 45 milioni riconducibili a Giombattista Puccio, boss di Cosa nostra, che aveva imposto le sue aziende nel mercato ortofrutticolo di Vittoria, uno dei più importanti d'Italia.