sabato, 16 Gennaio 2021

Tag: Greenpeace

Decreti tecnici Ogm, domani il voto in commissione alla Camera: 25...

Rinviato per l'urgenza di approvare la legge di Bilancio, la discussione suo "decreti tecnici Ogm" potrebbe approvare tra poche ore a una svolta. È infatti atteso per il 13 gennaio il parere della Commissione Agricoltura della Camera dei 4 decreti proposti dal Ministro Teresa Bellanova, che - secondo una rete di associazioni che va da Aiab, Federbio, Legambiente a Greenpeace - "con il pretesto dell’aggiornamento delle misure fitosanitarie, riorganizza il sistema sementiero nazionale, apre la strada alla diffusione degli organismi geneticamente modificati e dei cosiddetti “nuovi” Ogm (ottenuti tramite le New breeding techniques – Nbt)

Microplastiche, vince l’industria: slitta il divieto e non sarà totale

L'Echa, l'Agenzia Ue per le sostanze chimiche, propone di vietare l'uso intenzionale delle microplastiche in cosmetici, detersivi e vernici ma anche di diluirlo in sei anni. Inoltre le aziende potranno continuare ad usare la plastica in nanoparticelle. Greenpeace: "Inaccettabile"

Decreti Ogm, Greenpeace e Cambia la terra: “Rassicurazioni insufficienti, ritirare...

Le associazioni ambientaliste non si fidano e non si accontentano delle risposte rassicuranti che arrivano dalla commissione Agricoltura, riguardo le bozze di decreti del Mipaf viste come un'apertura agli Ogm, sotto forma di misure tecniche. Dopo che il Salvagente ha raccolto i pareri di Luciano Cillis (M5s) relatore di uno dei tre decreti e di Susanna Cenni (Pd), vicepresidente della commissione Agricoltura della Camera, i primi a lanciare l'allarme hanno risposto prontamente.

Nuovi Ogm, l’Efsa minimizza i rischi. Greenpeace: “Preludio a paletti larghi”

Nessun bisogno di aggiornare le linee guida Ue per la valutazione del rischio per le nuove tecniche di ingegneria genetica applicate alle piante, i cosiddetti nuovi Ogm. Ma Greenpeace avverte: "Le conseguenze non pianificate sono state sottovalutate in maniera assurda"
ENI

Greenpeace contro Eni: “Le bugie hanno le zampe corte”

Con questo gioco di parole relativo allo storico simbolo dell'Eni, il cane a sei zampe appunto, Greenpeace punta il dito contro il colosso petrolifero e lo accusa di non fare abbastanza per la riduzione delle emissioni di C02 in atmosfera. Per questo l'Ong lancia una petizione per con cui chiede alla compagnia, "una delle aziende italiane più inquinanti al mondo e il maggior emettitore di CO2 in Italia", di investire nelle rinnovabili per fermare l’emergenza climatica.

Detersivi e saponi alla plastica: scopri chi inquina di più

Per scoprire chi contiene microplastiche e non solo, Greenpeace ha pubblicato una guida all’acquisto dei detergenti per "permettere di scegliere prodotti privi di materie plastiche". La lista completa
api pesticidi

Strage di api a causa di pesticidi: scattano le denunce a...

Sono 9 milioni le api morte a ridosso dell'Oglio a causa di due sostanze - indoxacarb e chlorantraniliprole - usate negli insetticidi. Gli apicoltori: "Inquinamento ambientale e danneggiamento". Greenpeace: "Basta avvelenamenti"

Mars annuncia filiera palma senza deforestazione. I dubbi di Greenpeace

Mars annuncia di aver messo in piedi una catena di fornitura di olio di palma priva di deforestazione, ma Greenpeace interviene mostrandosi molto critica
allevamenti inquinamento

Greenpeace: “Gli allevamenti intensivi nella Ue inquinano più delle auto”

L'analisi dell'associazione eco-pacifista: "Le emissioni di gas serra degli allevamenti intensivi rappresentano il 17% delle emissioni totali dell’Ue, più di quelle di tutte le automobili e i furgoni in circolazione messi insieme"

Da Greenpeace una nuova tecnica per scovare i nuovi Ogm non...

Greenpeace, insieme a un gruppo di associazioni impegnate sul tema degli Ogm e a un’azienda della Gdo austriaca, Spar, rende noto che è stato sviluppato il primo metodo open source in grado di rilevare in laboratorio colture che sono state geneticamente modificate tramite le nuove tecniche di editing genetico. Cosa cambia per i controlli e per la legislazione Ue sui nuovi Ogm
microplastiche Greenpeace

Scampi alla plastica: microplastiche e fibre tessili nei pesci, la ricerca...

La ricerca di Greenpeace in collaborazione con l'Università delle Marche e il Cnr-Ias condotta nel Santuario dei Cetacei: i dati mostrano un lieve peggioramento delle frequenze di ingestione di microplastiche (35%) rispetto al passato

Greenpeace: nel Tirreno un mare di microplastiche

L'ultima ricerca dell'associazione ambientalista dimostra che l’inquinamento da plastica non risparmia nemmeno aree potenzialmente poco impattate come Capraia, dove è stata trovata addirittura la concentrazione più alta, con oltre 300 mila particelle per chilometro quadrato