mercoledì, 8 Aprile 2020

Tag: commissione europea

Neonicotinoidi, l’Ue dice no alla deroga chiesta da Romania e Lituania

I due stati membri aveva autorizzato gli agricoltori all'uso dei pesticidi noti per essere dannosi per le api. La Commissione europea ha, però bocciato la richiesta sostenendo che non esistono i presupposti

Pesticidi, la Ue non rinnova l’autorizzazione ad un neonicotinoide della Bayer

Gli agricoltori non potranno utilizzare l’insetticida, venduto con i marchi Calypso e Biscaya, dopo il 30 aprile di quest’anno, quando scade la sua attuale approvazione

Commissione Ue contro Booking.com: non potrà più mentire sulle camere disponibili

La piattaforma di prenotazione ha firmato un accordo con il quale si impegna, tra l'altro, a rendere chiaro ai consumatori che qualsiasi dichiarazione come “ultima camera disponibile!” si riferisce solo all’offerta sulla piattaforma Booking.com

La denuncia di Pan Europe: l’Ue ha autorizzato oltre 100 pesticidi...

L'ultimo rapporto dell'organizzazione europea contiene un lungo elenco di sostanze che sono state autorizzati dall'Unione europea senza la valutazione del loro impatto sul sistema endocrino nonostante sia obbligatorio farlo

Biossido di titanio, pressing delle associazioni sull’Ue: adotti il principio di...

Otto organizzazioni scrivono al neo Commissario per la salute e la sicurezza alimentare: la salute dei cittadini deve essere la priorità del nuovo esecutivo europeo motivo per il quale l'esecutivo dovrebbe prediligere il principio di precauzione e seguire l'esempio francese, ovvero mettere a bando l'additivo alimentare su cui gravano sospetti di cancerogenicità

A chi dà fastidio un’etichetta del miele più trasparente?

Il governo francese aveva chiesto all'esecutivo europeo di convalidare la normativa che prevede di indicare il etichetta, in ordine decrescente di peso, tutti i paesi di origine di una miscela di miele e di evidenziare quelli da cui proviene più del 20% del miele nella miscela. Ma l'Ue dice no

“Basta con gli Ogm resistenti al glifosato, il Parlamento Ue contro...

Il Parlamento europeo ha argomentato il rifiuto presentando numerosi studi che dimostrano che tali colture ogm comportano un maggiore utilizzo di diserbanti. "La Commissione continua ad autorizzare gli Ogm nonostante la mancanza di sostegno da parte degli Stati membri"

La carne non carne di Impossible Food si prepara a sbarcare...

L'azienda di Redwook City ha presentato domanda alla Commissione Europea per importare e commercializzare i suoi prodotti a base vegetale anche nel vecchio continente: non è chiaro però se l'azienda ha riformulato il burger per renderlo compatibile con le regole comunitarie ed evitare un ingrediente molto discusso, l'eme, un composto chimico che si trova naturalmente nella carne, ricreato in laboratorio tramite la fermentazione di lieviti geneticamente modificati aggiunti a radici di soia

Biossido di titanio, la petizione di Safe: vietare l’additivo potenzialmente cancerogeno

La salute dei consumatori dell'UE dovrebbe essere sempre tutelata e messa al primo posto.La nuova Commissione europea e gli esperti nazionali hanno una grande opportunità per farlo

Pesticidi, la Spagna prova a salvare il clorpirifos

Il voto finale sull'autorizzazione del pesticida è previsto per dicembre: se Efsa e Commissione europea hanno dichiarato pubblicamente che sono contrari ad un suo rinnovo non è scontato che alla fine prevalga il voto contrario

Il Parlamento Ue si oppone all’autorizzazione di 3 Ogm resistenti al...

Le autorizzazioni riguardano l'importazione di prodotti contenenti o costituiti da mais Ogm MZHG0JG, mais MON 89034 e soia A2704-12. Nelle risoluzioni non vincolanti i parlamentari hanno anche ribadito che il procedimento di autorizzazione va profondamente cambiato perché così com'è non tutela sufficientemente i consumatori

Seggiolini bimbi anti abbandono, è tutto da rifare

La legge 117/2018 - che rende obbligatoria l'installazione di seggiolini dotati di dispositivi anti abbandono - prevede un decreto attuativo. Il provvedimento, però, non ha passato il vaglio del sistema di informazione sulle regolamentazioni tecniche della Commissione europea. Adesso l'Italia ha due strade: riscrivere il decreto o adottare il testo bocciato