domenica, 22 luglio 2018

bollette

Bollette a 28 giorni, Agcom: i rimborsi entro il 31 dicembre

Entro il 31 dicembre 2018, quindi, gli operatori di telefonia fissa dovranno adempiere alle diffide dell’Autorità attraverso la posticipazione della data di decorrenza della fattura per un numero di giorni pari a quelli illegittimamente erosi (eventualmente spalmati su più fatture)

Bollette, stangata da 117 euro: luce +6,5%, gas +8,2% a causa...

L'Autorità per l'Energia aggiorna le tariffe in vigore dal 1° luglio: a causa del forte rialzo delle quotazioni del greggio (+57% in un anno) ha determinato un aumento dei prezzi energetici". Unc: "E' speculazione". Federconsumatori: "Riformare gli oneri di sistema"

Bollette, tutti vogliono risparmiare ma pochi conoscono le detrazioni fiscali

Cittadinanzattiva presenta i dati della consultazione “SI(e)NERGIA: cittadini e imprese per la sostenibilità energetica”: tra bollette incomprensibili, bonus sconosciuti, maxi conguagli e fornitori furbetti così il consumatore resta col cerino in mano

Da novembre senza fatture Eni. E ora arriva la stangata

Ancora una storia di mancate fatturazioni di Eni: un lettore che chiede per mesi l'invio della bolletta e dall'azienda rispondono solamente "Non si preoccupi, potrà rateizzare", Un caso di "customer care" quantomeno discutibile

Vodafone regala 2 giga al mese per le tariffe aumentate. Ma...

A partire dal prossimo 27 maggio, scatterà un aumento del 10% circa per molti clienti del mobile ricarabile. L'azienda offre a tutti loro 2 giga di navigazione internet in omaggio al mese per un anno.

Telefonia, ecco come variano le tariffe dopo il richiamo dell’Antitrust

A pochi giorni dalla richiesta di sospendere gli aumenti dell'8,6% in bolletta, giudicati frutto di un accordo illegittimo, le compagnie telefoniche comunicano a clienti i nuovi adeguamenti. Ecco le novità in casa Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb

Telefonia, stop agli aumenti in bolletta: come si adeguano le compagnie

L'Antitrust aveva chiesto una sospensione dei rincari dell'8,6% per sospetto accordo di cartello a Tim, Vodafone, Fastweb e Wind-Tre. Arrivano le risposte dei gestori, ma solo alcuni cancellano completamente gli aumenti, altri li riducono, mentre per molti clienti rimane l'incertezza.

Odore di cartello: l’Antitrust blocca in via cautelare l’aumento delle bollette...

La decisione, a sorpresa, dopo che le ispezioni dell'Antitrust avevano verificato l'intesa tra Tim, Vodafone, Fastweb e Wind Tre sulla strategia per tornare alle bollette a 30 giorni, trasferendo l'aumento dell'8,6%

A che gioco gioca Eni sulla prescrizione delle bollette?

Eni Gas Luce fa scattare i due anni di prescrizione previsti dalla nuova legge per limitare i maxi conguagli, da quando riceve i dati dal ditributore e così limita i diritti del consumatore. Massimiliano Dona, presidente di @consumatori, ha presentato un esposto all'@antitrust_it

Bollette a 28 giorni, Unc: “Giorni gratis come rimborso? Regalo alle...

L'Agcom, con quattro diffide, ha chiesto a Tim, Vodafone, Fastweb e Wind Tre di posticipare l'emissione della prossima fattura di un numero di giorni proporzionale a quelli sottratti. Massimiliano Dona: "I consumatori hanno diritto a riavere i soldi e non un bonus di giorni, ma la cosa più grave è il tetto dei 15 giorni"

Cambio tariffazione, Sky rifiuta di accettare il diritto di recesso

Nel turbolento abbandono delle bolletta a 28 giorni, imposto per legge, non sono solo i gestori telefonici a tentare la via della furbizia, ma anche la maggiore piattaforma digitale di contenuti televisivi, che sostiene: "il vero aumento era avvenuto con le tredici bollette, non ora, dunque chi va via sta facendo una semplice disdetta".

Bollette, la bufala corre su Whatsapp: “Pagheremo 35 euro per i...

Una falsa notizia corre in queste ore in chat: prima che arrivasse la smentita ufficiale dell'Authority e dell'Enel stessa, Il Salvagente aveva nei giorni scorsi fatta chiarezza in quali casi (fallimento dei venditori) gli utenti saranno chiamati a coprire il buco lasciato dai morosi: al momento si stima un aggravio una tantum di 2,20 euro. Ma se ne parla a fine anno