mercoledì, 19 dicembre 2018

Riccardo Quintili

492 ARTICOLI 0 Commenti

La svolta a metà di McDonald’s contro gli antibiotici nei suoi...

Nessuna decisione immediata, nessuna eliminazione, ma solo un taglio dopo aver studiato bene i 10 mercati da cui proviene la carne della catena di fast food. E entro la fine del 2020

Una nuova legge per il biologico italiano (con qualche schizzo di...

Parte alla Camera la discussione della norma che vuole, giustamente, promuovere la trasformazione al bio delle aziende agricole del nostro paese. E creare un marchio "made in Italy". Il Movimento 5 Stelle che l'annuncia è dunque pronto al passo indietro sui fanghi tossici ammessi in agricoltura che impedirebbero la conversione per chissà quanti anni?

Fermiamo i fanghi tossici per noi e il made in Italy....

Il presidente della storica associazione dei consumatori Emilio Viafora firma la nostra richiesta di un passo indietro da parte del governo e spiega: "È la più scandalosa operazione di inquinamento del territorio e dell’ambiente che mai sia stata varata dal Parlamento"

Fanghi tossici nei campi: Ferroni (Wwf): “Aprono le porte a una...

Il responsabile Agricoltura & Biodiversità Wwf Italia firma la petizione del Salvagente e spiega come la norma faccia l'interesse di chi gestisce la depurazione non dei cittadini e dell'ambiente. Ma non solo: perché Coldiretti, Cia e Confagricoltura stanno in silenzio, si chiede? E il Wwf chiede correzioni alla legge

I medici omeopatici non ci stanno a passare per ciarlatani: “Si...

Dopo mesi di continui attacchi di chi definisce questi medici come venditori di banale zucchero che sfruttano solo l’effetto placebo per ottenere risultati, i medici che si occupano di omeopatia si rivolgono alle istituzioni e fanno un elenco delle prove scientifiche dell'omeopatia

Lo studio: come aumentare i raccolti e salvare le api (senza...

Stefanie Christmann ha passato cinque anni a realizzare un progetto che questa settimana presenterà alla conferenza sulla biodiversità delle Nazioni Unite: piantando delle piccole aree a fiori ai bordi delle colture da reddito aumenta la redditività e si salvano le api. E ora punta alle grandi coltivazioni

“Ho chiesto di passare da Fastweb a Tim e mi ritrovo...

Un lettore usa la portabilità per cambiare operatore ma a mesi di distanza continua a ricevere due fatture contemporanee. Come muoversi per evitare il doppio addebito ce lo spiega Valentina Masciari di Konsumer Italia

E se i fondi pubblici andassero a chi conserva l’ambiente e...

Mentre la senatrice Elena Cattaneo, da sempre pro-pesticidi, scatena un'offensiva mediatica contro il biologico, da Cambia la Terra arriva una proposta diametralmente opposta. E i numeri che fanno chiarezza: il 97% dei fondi pubblici europei vanno a chi diffonde nell'ambiente sostanze dannose

Dal Ddt al glifosato. Ecco i pesticidi che rimangono per anni...

Due ricercatori del team scientifico del progetto europeo Diverfarming dell'Università di Wageningen (Paesi Bassi), hanno analizzato 317 campioni prelevati nel 2015 da 11 paesi europei. E hanno trovato glifosato e perfino Ddt (vietato dagli anni '70)

“Ho acquistato una pancetta già ammuffita” Esselunga risponde a una nostra...

Una lettrice al ritorno a casa scopre che la pancetta a marchio Esselunga che ha acquistato (non ancora scaduta) ha muffe visibili. Cosa fare, visto che non ha più lo scontrino? E come può accadere. La risposta della catena e le verifiche che fa in casi come questi

Isde Italia aderisce alla petizione del Salvagente sui fanghi tossici

L'associazione medici per l'ambiente che oggi conta su centinaia di medici, operatori sanitari e professionisti convinti che l'ambiente condizioni la salute di chi ci vive, è la prima ad aderire ufficialmente alla nostra petizione per chiedere al governo di bloccare lo sversamento di veleni nei campi italiani

La nostra petizione: “Di Maio e Costa, fermate i fanghi tossici...

Un via libera ai veleni nei campi di cui, davvero, non sentivamo il bisogno. E che potremmo trovarci a pagare caro, tanto per quello che comporterebbe per la salute degli italiani che per gli effetti sull'agricoltura di questo paese e sul tanto declamato made in Italy. Ecco perché chiediamo a tutti di firmare la petizione perché il governo ci ripensi finché c'è ancora tempo