martedì, 28 Gennaio 2020

Valentina Corvino

2388 ARTICOLI 0 Commenti

Kellogg elimina il glifosato dai suoi cereali…ma tra 5 anni

Il colosso americano dei cereali Kellogg si è prefissato l'obiettivo di eliminare gradualmente il glifosato dalla sua catena di approvvigionamento di avena e grano. Tuttavia i tempi entro i quali avverrà il definitivo abbandono del controverso erbicida appaiono troppo lunghi rispetto alla tossicità del glifosato

Le stoviglie di bambù? Sono ecologiche ma rilasciano melamina e formaldeide

Negli ultimi mesi più di una dozzina di richiami dal mercato francese hanno riguardato questi articoli soprattutto destinati all'infanzia. In tutti i casi il problema riscontrato dalle autorità è stata una migrazione di sostanze cancerogene

Etichetta nutrizionale, all’Ue la proposta italiana NutrInform

E' l'alternativa al sistema francese Nutriscore che ha l'obiettivo di superare gli effetti penalizzanti per il Made in Italy: si basa su un simbolo “a batteria” che indicherà al consumatore l'apporto nutrizionale dell'alimento in rapporto al suo fabbisogno giornaliero e al corretto stile alimentare

Dichiarazione dei redditi, con il 730 rimborsi veloci per gli eredi

Tra le novità di quest'anno anche la possibilità per gli eredi di poter utilizzare il 730 per effettuare la dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto nel periodo compreso fra il 2019 e il 23 luglio 2020 e che presentava i requisiti per utilizzare questo modello semplificato

In 20 anni la tossicità degli insetticidi è aumentata di 121...

Secondo lo studio pubblicato su Scientific Report, mentre i tassi di applicazione sono diminuiti del 64 percento nel corso del periodo, questo è stato compensato da aumenti della quantità di terre coltivate trattate (15 percento nel 1997 contro il 26 percento nel 2012) e dalla potenza delle sostanze chimiche utilizzate.

Rischio caduta, Decathlon richiama gli attacchi da snowboard

L'azienda raccomanda ai suoi clienti di non più utilizzare gli attacchi da snowboard in questione e di riportarli al servizio clienti della più vicina filiale per ricevere un rimborso o per sostituirli con un modello equivalente in base alle disponibilità

Phishing, allerta dello Sviluppo Economico: attenzione alle false mail con l’indirizzo...

Il Ministero dello Sviluppo Economico informa che in questi giorni stanno giungendo a diversi cittadini e operatori interessati alla registrazione di un marchio richieste di pagamenti su un IBAN polacco

L’allerta dell’Anses: sindrome da shock tossico anche con le coppette mestruali

L'Agenzia francese ricorda che il rischio di sviluppare questa sindrome causata da una tossina batterica è legato alle condizioni d'uso di tutte le forme di protezione periodica interna. Per questo motivo ha raccomandato ai produttori di inserire avvertenze sulle confezioni

Pfas, nuovo studio dell’Università di Padova: aumentano il rischio cardiovascolare

Le sostanze perfluoroalchiliche sarebbero in grado di attivare le piastrine, rendendole più suscettibili alla coagulazione, anche in condizioni normali, predisponendo a un aumento del rischio cardiovascolare

Granarolo: sui farmaci nel latte serve l’impegno di tutti

Apprezziamo il lavoro fatto dai professori e dai ricercatori dell’Università Federico II che pone sotto i riflettori un tema fondamentale come l’antibiotico resistenza, siamo disponibili a condividere con loro il lavoro fatto a beneficio di altri e a lavorare in sinergia per andare ancora oltre

Quanto il marketing fa ingrassare i nostri bambini

Un nuovo rapporto del World Cancer Research Fund (WCRF) invita i governi d'Europa e del resto del mondo a proteggere i diritti dei minori e ad adottare misure per limitare la commercializzazione di alimenti industriali: secondo una recente ricerca, vedere 4,4 minuti di pubblicità di alimenti può portare i bambini a mangiare 60 calorie in più al giorno

Listeria, richiamati altri lotti di Puzzone di Moena Dop

Purtroppo per la maggior parte delle confezioni oggetto del richiamo il termine minimo di conservazione è già passato: l'azienda Trentin raccomanda in ogni caso a chi avesse delle confezioni ancora in casa di non consumare il formaggio