venerdì, 18 gennaio 2019

alimenti

Quanto dura davvero l’insalata tagliata in busta?

In Svizzera hanno portato in laboratorio 20 insalate pronte, metà avevano una quantità di batteri tale da rendere evidente come fossero tutt'altro che fresche, seppure non scadute. Nessun microrganismo pericoloso ma un segno di decadimento di cui i consumatori non possono accorgersi visto che sulla busta non c'è data di produzione o di raccolta

Cuocere in uno stampo in silicone? Può contaminare i cibi

È il risultato di una prova di laboratorio effettuata in Francia su 9 prodotti di marca. Tre sono finiti sotto accusa perché facevano migrare sostanze tossiche all'alimento e uno ha fatto misurare composti organici volatili in dosi eccessive. I promossi e i bocciati

Conad richiama Dessert gelato alla vaniglia: allergene non dichiarato

L'azienda ha ordinato in via precauzionale il ritiro di un lotto del prodoto perché all’interno della confezione è presente un Dessert al cioccolato che contiene glutine (non indicato tra gli ingredienti)

Nasce il superlaboratorio Enea per la ricerca su qualità e sicurezza...

Enea celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione con il lancio della prima infrastruttura di ricerca a guida italiana con 130 laboratori e una cucina in cui "testare" la sicurezza di cibi e contenitori. Ne abbiamo parlato con Chiara Zoani coordinatrice del progetto Metrofood

#Internationalcatday, gli 11 alimenti che il gatto non deve mai mangiare

Li amiamo così tanto da dedicare loro una giornata ma chi di noi sa che esistono dei cibi che i gatti proprio non possono mangiare? Latte, fegato, cioccolata e tanti altri. Vediamo quali sono gli alimenti da non dare mai al nostro amico a quattro zampe

L’Italia dice no all’etichetta a semaforo e propone l’icona a batteria

Nessun colore per identificare cibi buoni o cattivi, ma un simbolo simile a quello della batteria dello smartphone in cui sarà visualizzata la presenza di calorie, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale negli alimenti, per porzione. Chi ha lavorato al dossier spiega al Salvagente: "Parliamo di informazioni aggiuntive e non ci sarà alcun giudizio qualitativo"

Cibo, come evitare le contaminazioni (e ridurre i batteri) in cucina

Il pollo va sciacquato nel lavandino? Gli alimenti vanno scongelato dentro o fuori il frigo? E il pesce come va conservato? Qual è la temperatura giusta per una cottura giusta? I consigli del Bfr, l'Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi, per evitare (o prevenire) tossinfezioni

Tesco cancella la data minima di conservazione da 70 alimenti

Tesco ha deciso, in Gran Bretagna da togliere da 70 prodotti il "Best before" ossia il termine minimo di conservazione. Un'operazione che lascia il consumatore libero di decidere se frutta e verdura sono ancora commestibili e limita gli sprechi. Ma in caso di altri prodotti? Ecco la mappa di quelli che si possono ancora mangiare dopo la "scadenza"

L’Agenzia sanitaria brasiliana boccia l’etichetta a semaforo “Non basta”

Le indiscrezioni, rivelate dal quotidiano Folha de S. Paulo, fanno infuriare le industrie. La commissione brasiliana defiinisce come inefficace il sistema a semaforo e chiede che ci siano indicazioni più chiare sul fronte delle confezioni

E se il cloro fosse inefficace per disinfettare acqua e alimenti?

È la tesi sostenuta da una ricerca dell'Università di Southampton: i batteri, spiegano gli scienziati entrano in uno stato di "quiescenza" dal quale possono risvegliarsi e tornare patogeni. E in questo modo non possono essere rilevati nelle analisi dell'industria

Nanoparticelle di titanio nel fegato: lo studio olandese sveglierà finalmente l’Europa?

I ricercatori hanno trovato nanoparticelle di ossido di titanio in fegato e milza umani. E le hanno legate al consumo di cibo e all'uso di dentifrici. Torna attuale l'esigenza di ragionare sulla tossicità di questi nanomateriali, un mercato che vale 1000 miliardi di dollari sul quale ancora manca qualunque regola

Mutti: “Per noi il concentrato è un simbolo, ma solo se...

In edicola esce la nostra inchiesta "Pomodoro cinese, affare italiano" con il reportage che ricostruisce i percorsi del concentrato che arriva in Italia dalla Cina (e non solo). Da oggi, invece, comincia il nostro viaggio tra le grandi produzioni italiane. Cosa utilizzano per i tubetti e i barattoli che mettono in commercio?