martedì, 7 Aprile 2020

Tag: privacy

Lotteria degli scontrini: ecco come funzionerà (e munitevi del codice)

Per tutelare la privacy, come chiesto dal Garante, l'utente dovrà ottenere un "codice lotteria" anonimo da comunicare alle casse. Sul sito dell'Agenzia dei Monopoli usciranno i "biglietti" estratti e il consumatore potrà verificare l'eventuale vincita (fino a 5 milioni)

Il piano dell’Ue per costruire una rete di riconoscimento facciale a...

Un rapporto arrivato tra le mani di Intercept mostra che la polizia europea sta pianificando una rete paneuropea di banche dati di riconoscimento facciale, che rischiano di essere scambiati con gli Usa. I problemi per la privacy e per l'utilizzo politico del mezzo

Tinder e le altre app per incontri vendono i vostri dati...

I risultati di una ricerca condotta dal Norwegian Consumer Council, che ha esaminato 10 app, rivelano che stavano fornendo collettivamente informazioni personali ad almeno 135 società diverse. La più esposta è l'app lgbtq Grindr.

Ecco perché Alexa di Amazon non dovrebbe entrare in camera da...

L'allerta arriva da un'esperta informatica dell'University College di Londra secondo cui dovremmo utilizzare questi dispositivi per quello che realmente sono, ovvero degli assistenti vocali dotati di intelligenza artificiale di cui non abbiamo il controllo

Usa, bufera su Google: ha comprato i dati sanitari di 50...

Project Nightingale è il nome con cui viene indicato il trasferimento segreto dei dati medici personali di un massimo di 50 milioni di americani da uno dei maggiori fornitori di assistenza sanitaria negli Stati Uniti a Google. A rivelare la notizia è il Guardian, sulla base di una "gola profonda" che lavora al progetto. Anche il Salvagente ha raccontato il business dei dati sanitari in Italia

Dalla pizzeria al supermercato, l’algoritmo aspira a farla da padrone

Controllano i dipendenti di pizzerie e steackhouse, ma anche le scelte dei clienti in negozi di abbigliamento e supermercati. E in qualche caso compilano da soli la lista della spesa e si organizzano per decidere cosa dobbiamo mettere nel carrello. Sono gli algoritmi che in molti, da Wallmart con Google, da Zara a Outback Steakhouse, stanno sperimentando

Abuso posizione dominante, Tar riduce di 2/3 la multa a Enel...

La sentenza del Tar Lazio è molto dura nei confronti dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato, a cui attribuisce un provvedimento "gravemente lacunoso, nel suo percorso motivazionale, per la presenza di considerazioni apodittiche circa la rilevanza, ai fini della dimostrazione dell’esistenza di una medesima strategia escludente". Ecco il motivo della decisione del Tribunale amministrativo

Abuso di posizione dominante, Tar Lazio respinge il ricorso di Enel

La compagnia si era rivolta al tribunale amministrativo contro la maximulta di 93 milioni di euro comminata dall'Antitrust, nel dicembre 2018, che riguardava l'utilizzo delle banche dati personali, utilizzate per acquisire nuovi clienti nel mercato libero. Era stato il Salvagente a raccontare l'indagine in esclusiva alcuni mesi prima

Corte Ue: Facebook deve cancellare contenuti ritenuti illegali dagli Stati membri

Uno Stato membro dell'Unione europea potrà imporre a Facebook la cancellazione di contenuti illegali in tutto il mondo. A dirlo è una sentenza della Corte di Giustizia Ue. La notizia può essere letta in due modi: come una tutela aggiuntiva contro i seminatori di odio e fake news sui social, o come il rischio di un uso politico dello strumento da parte dei governi

Altro che private! Com’è facile per chiunque vedere le vostre foto...

Il sito americano Buzzfeed ha scoperto un trucchetto accessibile a utenti anche non esperti per "bucare" i filtri dei profili chiusi di Instagram e vedere le foto contenute (anche quelle dei bambini o di momenti imbarazzanti)

Financial Times: Google vendeva profili ombra degli utenti agli inserzionisti

Dopo l'accordo con la Federal trade commission (corrispettivo della nostra Antitrust) per una multa da 170 milioni di euro sulla violazione della privacy per contenuti video destinati ai bambini, Google si trova di fronte a un altra macchia sulla propria reputazione.

Usa, YouTube ha violato la privacy dei bambini: pronta a pagare...

Google, in quanto proprietaria del canale, ha proposto alla Federal Trade Commission di chiudere l'indagine avviata a luglio scorso con un patteggiamento che prevede il pagamento una somma ingente