giovedì, 25 aprile 2019

Tag: inquinamento

Non solo Miteni, l’allarme Pfas riguarda tutto il paese: tracce dell’inquinante...

L'Arpav ha effettuato due campionamenti nel giro di un mese in una località tra Lombardia ed Emilia trovando in entrambi i casi c6o4, uno Pfas di nuova generazione. La lontananza dalla Miteni fa presupporre che l'inquinamento non provenga dall'azienda ma che ci sono altre fonti in altre regioni

Discariche, la Corte Ue condanna l’Italia. La lista dei 44 impianti...

La Corte di giustizia Ue condanna l'Italia per non aver adeguato 44 discariche alle disposizioni previste dall'apposita direttiva del 1999 entro la scadenza fissata dalla Commissione, ovvero il 19 ottobre del 2015. In molti casi, nonostante il ritardo, sono stati avviati i lavori di adeguamento, ma per 6 impianti è ancora impossibile verificare la conformità

Pfas, i Noe accusano Provincia e Arpav Vicenza: sapevano dal 2006...

La provincia di Vicenza, con la complicità dell'Agenzia per la protezione ambientale del Veneto, ha nascosto per 13 anni il peggior caso di inquinamento delle falde acquifere della storia d'Italia: i pfas finiti poi nel sangue di centinaia di migliaia di persone. La notizia, riportata da Repubblica, emerge dal rapporto del Nucleo operativo ecologico dei carabinieri (di Treviso), di cui ha ricevuto copia Greenpeace

Monitoraggio nelle scuole di Bologna: 10mila bambini esposti ogni giorno a...

È questo il dato più eclatante che emerge dalla campagna “Quanto è pesa l’aria a scuola?”, realizzata tra ottobre e novembre in 238 punti della città. L’Ordine dei Medici di Bologna: "I dati sono molto preoccupanti". I punti più sensibili all'inquinamento

Inquinamento delle falde, indagati i vertici del laboratorio del Gran Sasso

La procura di Teramo ha chiesto il processo per dieci nomi tra i vertici dell'Istituto di fisica nucleare, insieme ai vertici di Strada dei Parchi e di Ruzzo Reti, con l'ipotesi di reato di "inquinamento ambientale" e "getto pericoloso di cose", per sversamenti di materiale pericoloso negli ultimi anni.

Marcia mondiale per il clima, i cinque big della carne inquinano...

Oggi centinaia di migliaia di giovani marceranno in tutto il mondo per spingere i governi e le istituzioni internazionali a impegnarsi seriamente contro il riscaldamento globale. Manifestazioni previste in oltre 1300 città del mondo, 140 solo nel nostro paese (e davanti Montecitorio). Mentre l'Onu diffonde dati scioccanti, un quarto delle morti premature e delle malattie nel mondo è collegato all'inquinamento in pochi sanno che le cinque più grandi aziende di carne e latticini sono responsabili di più emissioni annuali di gas serra rispetto ai colossi petroliferi.

Coca-Cola ammette di produrre 3 milioni di tonnellate di bottiglie

Per la prima volta il colosso del soft drink rivela alla Ellen MacArthur Foundation la produzione annuale di plastica pari a più di un quinto dei 500 miliardi di contenitori in Pet immessi ogni anno sul mercato. E che gran parte finiscono in discarica

L’invasione globale delle microplastiche

Fiumi, laghi, profondità marine... Non si salva nulla dall'invasione di questi piccoli frammenti che sono stati trovati vettori di batteri pericolosi per l'uomo e l'ambiente. "Sarà inutile guardarci indietro tra 20 anni e dire: ‘Se solo ci fossimo resi conto di quanto fosse pericoloso'" dice l'autore della nuova ricerca

Taranto, chiuse due scuole vicine all’Ilva per rischio polveri inquinanti

Solo pochi giorni dopo la marcia dei genitori dei bambini morti di cancro, a Taranto due scuole vengono chiuse per i rischi connessi alle polveri inquinanti emessi dal polo siderurgico

Inquiniamoli a casa loro. Il traffico sporco di rifiuti elettronici

"Inquiniamoli a casa loro", questo il titolo dell'inchiesta sul traffico di Raee documentato dal report dell'Ong Basel Action Network. Un viaggio sporco tutto da leggere sul nuovo numero del Salvagente

Ecotassa auto: quanto si paga e su quali modelli

Dal 1° marzo è entrata in vigore il prelievo fiscale sulle nuove auto più inquinanti che emettono oltre i 160 grammi di CO2 per chilometro. Previste 4 fasce di pagamento da un minimo di 1.100 a un massimo di 2.500 euro. Salve le city cara ma molti modelli illustri pagano la tassa. Ecco quali

L’aria che tira? Ecco chi (e come) ha deciso di misurarla...

Si diffonde in molte città italiane la rete di cittadini che si organizzano per le analisi sugli inquinanti attraverso gli impianti di rilevazione low cost. È la "citizen science" che a volte aiuta (e molto) anche quella ufficiale