venerdì, 10 Luglio 2020

Tag: plastica

Borracce, c’è da fidarsi? Le nostre prove di laboratorio

Le borracce sono diventate una scelta ideologica e utile: ridurre il peso della plastica nell'ambiente è un'esigenza sempre più condivisa. Ma sono anche sicure? Noi le abbiamo portate nei laboratori del Gruppo Maurizi per testarle. I risultati integrali li trovate nel numero del Salvagente di luglio. Nel video che pubblichiamo la dottoressa Maurizi ce li anticipa

Microplastiche anche in frutta e verdura. L’autobus dei veleni non risparmia...

È quanto ha scoperto uno studio italiano innovativo pubblicato sulla rivista Environmental Research: frutta e verdura assorbono le particelle di microplastica dal suolo e le trasportano attraverso i tessuti vegetali. La ricerca condotta dall'Università di Catania e da quelle di di Sousse e Monastir in Tunisia

I nemici della sostenibilità: per gli italiani sono plastica e imballaggi

L'indagine annuale sull’atteggiamento degli italiani nei confronti della sostenibilità, effettuata da LifeGate in collaborazione con Eumetra MR, mette in luce una realtà interessante nel nostro paese, con 36 milioni di concittadini attenti a questi temi, tanto da aver già fatto azioni concrete. Ecco cosa chiedono ai produttori per considerarli "etici"

Non imponete i guanti ai clienti. La Toscana cancella un obbligo...

Il governatore Enrico Rossi ha firmato un'ordinanza che raccomanda di non usare i guanti, dopo i moniti dell'Oms che li dichiarano inutili e perfino pericolosi per il Covid. Ora i supermercati ne prenderanno atto?
microplastiche

Piovono microplastiche sui parchi naturali: la ricerca statunitense

Uno studio dell'Università dello Utah ha analizzato il particolato atmosferico campionato nell'arco di 14 mesi in 11 parchi nazionali e aree protette e ha scoperto che l'equivalente di 123 milioni di bottiglie cadono al suolo come microplastiche. Con danni enormi all'ambiente. Un inquinamento che non risparmia neppure l'angolo più remoto del globo

Alluminio vs pellicola: qual è il modo più sicuro per conservare...

In questo periodo di ritorno in cucina, capita sempre più spesso di dover conservare qualche preparazione per non buttarla. Quale è il modo migliore e più sicuro per la nostra salute? A confronto le pellicole plastiche e quelle in alluminio

“L’esposizione a ftalati favorisce parti prematuri”. Lo studio

Essere in contatto costante anche prima del concepimento con queste sostanze plastiche, presenti in molti prodotti di uso quotidiano, anticipa la nascita

Dopo 12 anni il bisfenolo avvelena ancora il feto delle donne...

Un nuovo studio pubblicato su Environmental Science and Technology mostra che i feti sono esposti a un cocktail di sostanze chimiche legate a disturbi del comportamento e della riproduzione, oltre che ad altri problemi di salute. Aumenta il BPA ma anche la presenza di sostituti tutt'altro che innocui

Legno, silicone, plastica, qual è il materiale migliore per gli utensili...

Meglio un tagliere in plastica o in legno? C'è da fidarsi nel silicone o c'è da aver paura che ceda sostanze tossiche? Come si lavano e quali sono i materiali migliori per cucchiai e mestoli da cucina?

Capsule pericolose: Moneta, Leoni e Conad richiamano caffè, orzo e ginseng

Il consumo dei prodotti - si spiega nella nota pubblicata dal sito del ministero - potrebbe presentare un rischio per la salute in caso di ingestione di piccole particelle di plastica che si staccano dalla capsula

Triglie, orate, merluzzi e altre 50mila specie ingeriscono plastica nel Mediterrano

Secondo l'Ispra, il 59% sono pesci ossei, tra cui molte che si mangiano comunemente, come sardine, triglie, orate, merluzzi, acciughe, tonni, scampi, gamberi rossi. Il restante 41% è costituito da altri animali marini come mammiferi, crostacei, molluschi, meduse, tartarughe e uccelli. Gli organismi trasportano la plastica in luoghi incontaminati

Bisfenolo A, con nuovo metodo di rilevazione l’esposizione è quasi 20...

Un recente studio pubblicato su Lancet, ha misurato con una nuova tecnica la presenza di bisfenolo A in contenitori di vario tipo rivela che le rilevazioni precedenti potrebbero averla ampiamente sottostimato. Analizzati i campioni di urina raccolti da 29 donne in gravidanza, cinque donne non in gravidanza e cinque uomini.