domenica, 19 Settembre 2021

Tag: studio

Lo studio: il clorpirifos può favorire l’obesità. Il pesticida è vietato,...

Ad aggiungere quest'altra caratteristica negativa alla sostanza chimica neurotossica per i bambini, ormai vietata in Europa, ma usata ancora in deroga in Italia, è un nuovo studio pubblicato su Nature communications

I grassi saturi della carne e dei latticini sono ugualmente dannosi...

Lo studio, presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC) 2021, ha analizzato i dati di 114.285 partecipanti alla biobanca britannica che non avevano malattie cardiovascolari all'inizio
OGM

Lo studio: il mais Ogm con la tossina anti-parassiti distrugge anche...

Un nuovo studio mostra un impatto negativo imprevisto del mais Ogm Bt sugli insetti utili. Questo tipo di mais transgenico contiene geni del batterio Bacillus thuringiensis (Bt) che codificano per una tossina velenosa per alcuni insetti parassiti, e avrebbe dovuto permettere una riduzione delle irrorazioni con antiparassitari. Ma...

Lo studio: “Sei ingrassato? Non è colpa del metabolismo che cambia”

La classifica scusa di fronte all'amico che fa notare qualche chiletto in più, e cioè quella di "non avere più il metabolismo di una volta", non sarà più buona. Uno studio condotto da John Speakman, della University of Aberdeen che ha coinvolto 6400 individui in 29 paesi sfata la credenza (almeno fino ai 60 anni)

Fao: ecco 8 esempi di sostenibilità alimentare da popoli indigeni

"Gli scienziati stanno iniziando a riconoscerlo mentre i politici non sono ancora stati in grado di tradurre questa crescente consapevolezza in misure politiche efficaci che proteggano le pratiche delle popolazioni indigene", osserva il rapporto, aggiungendo che "C'è il potenziale per trarre lezioni sulla sostenibilità dai popoli indigeni che possono essere estrapolate ad altri contesti e comunità”

Avvertenze allergeni, perché per la maggioranza dei consumatori sono poco chiare...

Le avvertenze sulla presenza degli allergeni nei prodotti alimentari sono comunemente considerate poco chiare. A dirlo uno studio dei ricercatori olandesi che hanno valutato la comprensione dei consumatori delle informazioni sulle allergie sulle etichette degli alimenti, trovando che per meno della metà delle persone il messaggio era chiaro

Lo studio: nella zona rossa Pfas in Veneto 25% in più...

Alcune anticipazioni erano già trapelate qualche mese fa, ma adesso la pubblicazione dello studio coordinato dal ricercatore Annibale Biggeri confermano il dato

Lo studio dell’Iss: la caffeina ha un effetto protettivo contro il...

Secondo la ricerca, agisce contro la crescita delle cellule di melanoma umano e potrebbe aiutare a ridurre la crescita di cellule responsabili di recidive

Esame di maturità: la preparazione passa anche per il piatto

In questi giorni centinaia di migliaia di studenti sono sotto stress per l'avvicinarsi degli esami di maturità e molti, poi, dovranno apprestarsi ai test di ingresso universitari. Quali cibi possono aiutare davvero e quali, invece, è meglio evitare?

Covid, lo studio diceva che i fumatori rischiano meno: ritirato perché...

Nel marzo 2020 aveva fatto molto scalpore uno studio secondo cui c'era un minor rischio sintomi gravi con il Covid-19 nei fumatori. A distanza di oltre un anno, l'editore che l'aveva pubblicato l'ha ritirato, perché i due autori non avevano rivelato i loro legami finanziari con l'industria del tabacco.

Lo studio: Pfas nel latte materno in quantità 2mila volte superiore...

Un nuovo studio che ha controllato il latte materno delle donne americane per la contaminazione da Pfas ha rilevato la sostanza tossica in tutti i 50 campioni testati e a livelli quasi 2mila volte superiori al livello che alcuni enti della salute pubblica ritengono sicuro per l'acqua potabile. A riportarlo è il Guardian, citando gli autori, parla di potenziale minaccia per la salute dei neonati. Lo studio peer-reviewed, pubblicato sulla rivista Environmental Science and Technology, ha rilevato livelli di Pfas nel latte che vanno da 50 parti per trilione (ppt) a oltre 1.850 ppm.
CARNE

La carne bio è molto meno soggetta ai batteri resistenti di...

I ricercatori della John Hopkins Bloomberg School hanno scoperto che, rispetto alle carni lavorate convenzionalmente, le carni certificate biologiche avevano il 56% di probabilità in meno di essere contaminate da batteri multiresistenti. Gli impianti che lavorano entrambi i tipi di carne hanno risultati uguali a quelli usati solo per il convenzionale