sabato, 4 Aprile 2020

Tag: etichetta

La carica dei 16 per cambiare le etichette del miele in...

Assieme all'Italia altri 15 Stati membri chiedono alla Commissione europea che obblighi a specificare l'effettiva provenienza, magari anche in percentuale, invece di utilizzare formule poco chiare come "miscela di miele Ue e non Ue"

Scoperte 35 milioni di bottiglie di prosecco e pinot grigio contraffatte...

A rendersene protagonista la Cantina Rauscedo, con sede in Provincia di Pordenone, che le indagini saranno probabilmente chiuse in fase preliminare con un accordo tra Procura e difese che porterà nelle casse dello Stato 1,7 milioni di euro. Le indagini hanno portato al sequestro di oltre 170mila ettolitri di vino prodotti a Rauscedo. 

Cuoio, finta pelle e altri materiali: ecco come riconoscerli dall’etichetta delle...

La fattura delle calzature e la qualità cambiano molto, ma anche i prodotti di valore più modesto sono fatti sempre più spesso con un'apparenza in grado di ingannare. Per questo è importante saper leggere bene le etichette per distinguere il tipo di materiale usato, a partire da quello che la legislazione consente e quello che vieta. In tal senso viene in aiuto la guida preparata da Unioncamere e Ministero dello Sviluppo economico

Alimenti, se manca in etichetta l’indicazione di origine c’è reato penale

Dura condanna per un macellaio: la Cassazione ha stabilito che conservare la carne senza la tracciabilità rappresenta, di per sé, un rischio per la salute e non serve quindi un danno concreto al consumatore

Per dimagrire basterebbe indicare in etichetta l’esercizio fisico necessario per smaltire...

Le etichette degli alimenti che informano circa la quantità di esercizio fisico necessario per bruciare ciò che mangiano potrebbe essere più efficace nell'aiutare la...

La fastidiosa etichetta incollata sul pane può essere un rischio?

Una lettrice ci scrive lamentando l'uso, sempre più frequente, di incollare sui filoni di maggiore pregio (come il Grande Impero e il pane di Altamura) un'etichetta stampata che non è facile togliere. Che colle e quali colori di stampa si utilizzano? ci chiede.

La guerra inglese sul pane a lievitazione naturale che riguarda anche...

In Gran Bretagna scoppia la guerra del pane a lievitazione naturale, e vista la normativa in Italia, potrebbe arrivare presto anche in Italia. La questione che ha fatto insorgere i fornai artigianali inglesi riguarda il tentativo da parte di cinque catene di prodotti da forno di imporre come pane a lievitazione naturale anche dei prodotti che utilizzano in parte agenti di lievitazione aggiunti.  Nel nostro paese la normativa ha un vuoto che rende possibile il trucchetto a discapito dei consumatori

Frollini Coop con fiocchi d‘orzo e Conad con grano saraceno, l’etichetta...

Un lettore ci segnala le due etichette: in quella di Coop la farina di avena è appena dell'1,3%, in quella Conad il grano saraceno supera di poco il 6%. È giusto "strillarli" così in confezione? Risponde il tecnologo Dario Vista

Coop richiama Olive farcite: rischio presenza di solfiti

Il ministero della Salute ha pubblicato il provvedimento che riguarda un lotto del prodotto: nelle confezioni potrebbero essere presenti allergeni non dichiarati in etichetta

Data di scadenza sbagliata: ritirata “La Battuta di Fassona” Formento

La decisione è legata alla presenza in etichetta di una data di scadenza sbagliata. Sebbene la consumazione del prodotto fosse ritenuta sicura fino al 21 settembre 2019, sul retro della confezione la scadenza era posticipata di un mese, al 21 ottobre.

Mega Mango, lo smoothie che si vergogna della mela

E non è il solo. Nel test di copertina di questo mese avevamo trovato il frutto "clandestino" anche nello Skipper Zuegg alla pera. E ora il mango e il frutto della passione, cancellano ogni riferimento al primo ingrediente della bevanda Innocent. Potere del marketing che punta sull'esotico...

I produttori di Valdobbiadene vogliono togliere la parola “prosecco” dall’etichetta

La ragione è legata al desiderio di differenziarsi dai cugini del prosecco doc, prodotto in pianura, che puntano a una produzione più industriale e comunemente ritenuto di fascia inferiore. E infatti la risposta piccata è arrivata subito