lunedì, 23 aprile 2018

efsa

Tè verde, l’Efsa assolve gli infusi ma non gli integratori

L'attenzione dell'Agenzia è puntata sulle catechine, una sostanza contenuta nel tè verde che a dosi elevate (superiori a 800 mg al giorno), può costituire un rischio per la funzionalità epatica

Commissione Ue: “L’Efsa renda pubblici i suoi studi”

La proposta dell'esecutivo europeo, che deve essere approvata da Parlamento e Consiglio, prevede che i cittadini e le imprese abbiano accesso diretto e immediato alle valutazioni scientifiche dell'Autorità

Listeria, l’Efsa conferma l’epidemia in Europa

Sono 32 i casi accertati in cinque paesi (Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito). L'allerta è massima perché la listeriois ha un periodo di incubazione molto lungo, circa 70 giorni. Sotto accusa il mais congelato

Ora anche l’Efsa conferma: i pesticidi neonicotinoidi sono i killer delle...

Uno studio pubblicato oggi dall'Autorità alimentare europea riconosce la pericolosità di tre sostanze. E il 22 marzo il Parlamento europeo voterà il bando permanente di queste sostanze. Cosa farà l'Italia, chiede Greenpeace che invoca il divieto anche per altri 4 neonicotinoidi usati in Europa

Glifosato & Co. la Ue prova a correre ai ripari sulla...

La Commissione europea sta lanciando una consultazione pubblica sulla trasparenza e l'indipendenza delle valutazioni del rischio e degli studi scientifici in risposta all'iniziativa dei cittadini europei sul glifosato.

Integratori alimentari, Efsa: “L’idrossiantracene contenuta nell’Aloe è genotossica”

L'Efsa ha rivisto il profilo di rischio di questa sostanza: "I derivati dell'idrossiantracene negli alimenti costituiscono un problema per la salute". Il professor Ritieni: "Naturale non vuol dire per forza sicuro: già oggi l'Aloe viene prescritta con limiti di consumo"

Può contenere nanoparticelle, Efsa suggerisce studi sul biossido di silicio

Secondo l'Agenzia per la sicurezza alimentare, l'antiagglomerante E551 utilizzato anche nella panna da cucina non è totalmente sicuro per i consumatori: "Sono necessari studi a lungo termine per valutare gli effetti delle particelle di dimensione nano"

Insetti da mangiare: nessuna autorizzazione in Italia (per ora)

In Europa sono legali dallo scorso 1 gennaio, ma come ha chiarito il ministero della Salute, prima di trovarli nei supermercati toccherà ottenere l'autorizzazione dall'Efsa

Sull’olio di palma, l’Efsa (una volta tanto) ha seguito il principio...

Sconcerta l'aumento dei limiti Efsa sul 3-mcpd, il contaminante dell'olio di palma. Ma, spiega il professor Ritieni, le Autorità devono intervenire subito su un pericolo potenziale, tutelando i consumatori per poi continuare a studiare gli effetti con metodi più raffinati.

Olio di palma, l’Efsa torna indietro sul cancerogeno 3-Mcpd

A meno di due anni dalla stretta, l'Agenzia europea per la sicurezza alimentare riporta i livelli di sicurezza massima del contaminante ai livelli pre allarme. Confermati i rischi per reni e fertilità

Ue: conservatori, liberali e socialisti salvano il bisfenolo A

Il Bpa è sospettato di essere un interferente endocrino e per questo, dopo averlo messo al bando nei materiali destinati a venire a contatto con i bambini, l'Europa sta cercando di arrivare ad un bando totale della sostanza. Oggi, però, la commissione Ambiente non ha votato per il divieto

L’Efsa da il via libera all’uso di nisina nella carne trattata

Si tratta di un conservante generalmente aggiunto nei formaggini spalmabili. Adesso l'Agenzia europea ha dato il via libera all'uso sia nella carne trasformata che nei formaggi non stagionati. Nella nostra guida sugli additivi alimentari, l'E234 è classificato come una sostanza da evitare
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.