venerdì, 20 aprile 2018

News

I ricercatori hanno trovato nanoparticelle di ossido di titanio in fegato e milza umani. E le hanno legate al consumo di cibo e all'uso di dentifrici. Torna attuale l'esigenza di ragionare sulla tossicità di questi nanomateriali, un mercato che vale 1000 miliardi di dollari sul quale ancora manca qualunque regola
Condividi

Sponsor

Sponsor

Sponsor

25,235FansMi piace
2,625FollowerSegui
221IscrittiIscriviti

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.