lunedì, 14 Ottobre 2019

Tag: Ogm

Il Parlamento Ue si oppone all’autorizzazione di 3 Ogm resistenti al...

Le autorizzazioni riguardano l'importazione di prodotti contenenti o costituiti da mais Ogm MZHG0JG, mais MON 89034 e soia A2704-12. Nelle risoluzioni non vincolanti i parlamentari hanno anche ribadito che il procedimento di autorizzazione va profondamente cambiato perché così com'è non tutela sufficientemente i consumatori

La ministra Bellanova fa retromarcia sugli Ogm (ma non sul Ceta)

Da Bologna, dove ha visitato il Villaggio contadino di Coldiretti, la ministra dell'Agricoltura cambia il tiro sugli Ogm: "Sono vietati in Italia e tali rimarranno" assicura. Sul Ceta, invece, insiste: "Il trattato Ceta non l’ho fatto io e non è in discussione"

Il “mugnaio” calabrese che guida la protesta contro Ceta e Ogm:...

Stefano Caccavari, imprenditore calabrese e fondatore di Mulinum, società che produce farina e derivati da grani antichi, è trasecolato. Ha scritto un post di protesta su facebook che è stato letto da milioni di persone e ri-condiviso quasi quarantamila volte. Con la ratifica del Ceta saremo schiacciati via completamente perché il 97% delle aziende agricole italiane non ha un sito web, non è strutturata per l'export

Chi c’è dietro agli “amici” degli Ogm

Dopo l'apertura del neo ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova, 14 associazioni dell’agroalimentare (da Agrofarma ad Assitol passando per i produttori agricoli di Cia e Confagricoltura) chiedono di riaprire le porte della sperimentazione in campo. E non mancano i grandi big

Bellanova tira dritto: “Basta proclami, il Ceta è già in vigore”...

il neo ministro  all'Agricoltura annuncia di voler tirare dritto sulla ratifica italiana del trattato di libero scambio tra Canada e Ue. In realtà è entrato in funzione solo in parte in via sperimentale, dopo l'ok dell'Unione europea, ma spetta ai singoli stati accettare anche le parte più controverse tramite una ratifica. "Al centro del mio programma la valorizzazione dell'eccellenza". Ma la sicurezza alimentare e della salute è meno importante?

Ogm e Ceta, gli ambientalisti contro l’apertura del ministro Bellanova

Dalla rete Stop Tttip a Terra! in tanti stigmatizzano l'apertura del titolare del Mipaaf: "gli accordi sono impostati in modo da favorire le grandi imprese multinazionali a scapito delle piccole produzioni". Anche il presidente della commissione Agricoltura della Camera, Gallinella (M5s) sul piede di guerra: "Prima di esprimersi su temi così importanti dovrebbe consultarsi con gli alleati di governo"

Agricoltura, la neo ministra Bellanova apre agli Ogm e al Ceta

"Sugli Ogm voglio aprire un confronto rapidamente anche con le parti imprenditoriali, è un tema delicato che non va affrontato in modo azzardato" ha dichiarato Bellanova, mentre sul trattato commerciale col Canada la posizione è ben più netta

Ogm che flop! Solo Spagna e Portogallo li coltivano

Sono rimasti solo 2 paesi sui 28 che fanno parte dell’Unione a coltivare Organismi geneticamente modificati in Europa dove, secondo Coldiretti, si registra anche un ulteriore calo della superficie seminata dell’8%

Anche la Francia ratifica il Ceta: tutti i dubbi sulla carne...

FoodNavigator ha passato in rassegna le differenze di etichettatura tra la carne e i suoi derivati prodotte in Europa e quella in arrivo dal Canada, e i punti critici che emergono per i consumatori sono parecchi, dall'origine, agli Ogm, fino agli ormoni e gli antibiotici

Ue via libera a 10 Ogm per uso alimentare, mangimi e...

Gli stati membri non trovano un accordo e la Commissione decide in autonomia sulle nuove autorizzazioni: dal mais al cotone, dalla soia al garofano transgenico

Ogm in 7 prodotti su 12. Sotto accusa il miele Centro...

Un test condotto in Svizzera trova tracce di ingredienti geneticamente modificati, tra gli altri, nei millefiori Lidl, Migros, Aldi, Langnese, Denner. E in un miele Migros un alcaloide considerato cancerogeno, in dosi elevate

L’Italia è tra i paesi Ue che vogliono rendere più facile...

È lecito chiederselo se è vero che il nostro paese risulta tra i 14 che ha chiesto alla Commissione europea di aggiornare le leggi sugli Ogm dell'UE per quanto riguarda le cosiddette nuove tecniche di selezione vegetale (Npbt). Gli Npbt, detti anche "nuovi ogm", sfruttano tecnologie più recenti della definizione di organismi geneticamente modificati.