sabato, 23 febbraio 2019

enrico cinotti

497 ARTICOLI 0 Commenti

Ferrero ferma la più grande fabbrica di Nutella: “C’è un difetto...

La società blocca gli impianti in Normandia che producono 600mila barattoli al giorno, il 25% della produzione mondiale: "ll problema non riguarda alcun prodotto sul mercato e le forniture ai supermercati continueranno regolarmente"

Efsa: “Salmonella inferiore nelle galline allevate con sistemi alternativi alle gabbie”

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare in un parere pubblicato fa una valutazione degli obiettivi di riduzione nella Ue "della seconda più comune malattia alimentare dopo la campilobatteriosi" e prende in esame anche il modo in cui le ovaiole vengono allevate

Vino, Nas sequestrano 11mila bottiglie di falso Tignanello Antinori

L'indagine condotta dalla Procura di Parma e durata due anni ha accertato la contraffazione dei marchi e che le bottiglie contenevano "vino rosso di provenienza diversa e di qualità inferiore" destinate al mercato nazionale ed estero, soprattutto Germania e Belgio. Tra le vittime anche la prestigiosa casa vinicola

Pannolini “contaminati”, il governo francese convoca i produttori

Diossine, furani, alcuni Ipa e Pcb: la presenza di questi contaminanti rilevati da uno studio dell'Anses ha sollevato uno scandalo tanto che l'esecutivo di parigi ha dato alle aziende produttrici due settimani di tempo per dettagliare il piano di azione e migliorare la sicurezza per i bebé

Il bluff dell’etichetta di origine obbligatoria per tutti gli alimenti

Con la conversione in legge del dl Semplificazioni appare chiaro che "l'oblligo di indicare la provenienza per tutti i cibi" resterà una promessa sulla carta: serve un nuovo decreto per stabilire quali categorie alimentari saranno interessati; poi studi ad hoc per comprovare il legame tra qualità degli alimenti e la relativa provenienza e poi l'ok da Bruxelles. Ma nell'aprile 2020 le nuove norme europee rischiano di rendere tutto questo vano

Glifosato, il Ramazzini: “Al via nuovo studio per valutare gli effetti...

L'Istituto scientifico bolognese - dopo lo studio pilota sugli effetti a breve termine legati all'esposizione all'erbicida "probabile cancerogeno" pubblicato nel maggio 2018 - in autunno ne avvierà uno nuovo per valutare l'impatto a lungo termine. La Belpoggi: "Fare luce sulle incertezze"

Che rischi si corrono con una tintura low cost dal parrucchiere...

Al di là della nazionalità del gestore, ci spiega Elisabetta Sorbellini, medico specialista in dermatologia, quando i prezzi scendono troppo si deve risparmiare sui prodotti utilizzati. Con questi pericoli, come spieghiamo nell'inchiesta di copertina del Salvagente in edicola

Carne malata, la Polonia ammette: “Esportata anche in 10 paesi Ue”

Dopo l'inchiesta della TNV, in cui si mostrano bovini affetti da gravi patologie che vengono avviati al macello e i loro prodotti venduti ai consumatori, il governo di Varsavia ammette: "Le carni sono state esportati in Europa". Al momento l'Italia non è nell'elenco. La Commissione invia gli ispettori. L'intero video

Carne malata venduta ai consumatori. Lo scandalo che scuote la Polonia...

Le immagini choc dell'inchiesta curata da un giornalista sotto copertura della TvN Superwizjer che mostra come i capi bovini malati vengano comunque avviati al macello. L'85% della carne bovina polacca è esportata anche in Italia, Gran Bretagna, Spagna e Germania. L'inchiesta completa con i sottotitoli

I francesi processano la baguette: il test svela troppe micotossine

Il mensile 60 millions de consommateurs ha analizzato 16 baguette a caccia di pesticidi e micotossine. E i bocciati sono marchi noti

La campagna Stop Isds: “Diritti per le persone, Regole per le...

Una petizione contro il meccanismo di composizione delle dispute fra investitori e Stati (in sigla Isds), i cosiddetti arbitrati che azzerano la giurisdizione dei tribunali e le leggi nazionali, e spesso prevedono clausole capestro pagate dai cittadini

Etichettatura, l’indicazione di origine diventa obbligatoria per tutti i cibi

Non solo su pasta, passate, frutta fresca e latte... Con il decreto Semplicazione la provenienza geografica delle materie prime verrà introdotta, tra gli altri, anche per salumi e carni trasformate, marmellate, succhi di frutta e scatolame. Riuscirà a reggere alle nuove regole europee in vigore dal 2020?