Bollette, il gas aumenta del 4,8%. La spesa annua supera i 1.400 euro

BOLLETTE GAS

L’autorità per l’energia, Arera, ha comunicato i nuovi aggiornamenti del prezzo del gas per il mercato tutelato: le bollette del gas salgono del 4,8% rispetto al mese precedente. All’attacco i consumatori: “La stagione termica non è iniziata e già parte la stangata: + 60 euro su base annua”. Spesa annua supera i 1.400 euro

In aumento la bolletta del gas per la famiglia-tipo del mercato tutelato per i consumi di settembre che sale del 4,8% rispetto al mese di agosto.

Lo rende noto l’Authority per l’Energia Arera specificando che la “componente del prezzo del gas a copertura dei costi di approvvigionamento (CMEM,m), applicata ai clienti ancora in tutela, viene aggiornata come media mensile del prezzo sul mercato all’ingrosso italiano (il PSV day ahead) e pubblicata entro i primi 2 giorni lavorativi del mese successivo a quello di riferimento”. Per il mese di settembre, il prezzo del gas “ha registrato una quotazione media all’ingrosso superiore rispetto a quella del mese di agosto, e il prezzo della sola materia prima gas (CMEM,m), per i clienti con contratti in condizioni di tutela, è pari a 37,05 €/MWh“.

L’aumento complessivo per l’utente tipo, per i consumi del mese di settembre rispetto al mese precedente, è determinato interamente dall’aumento della spesa per la materia gas naturale, +4,8%. Rimangono invariati gli oneri generali e la tariffa legata alla spesa per il trasporto e la misura.

In termini di effetti finali, specifica Arera “la spesa gas per la famiglia tipo nell’anno scorrevole (ottobre 2022 – settembre 2023) è di 1.459 euro circa, al lordo delle imposte, e risulta in calo del 13,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (ottobre 2021 – settembre 2022)”.

Confermati per settembre e per tutto il 2023 l’azzeramento degli oneri generali e la riduzione Iva al 5%, come anche per la gestione calore e teleriscaldamento.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS il numero con l'inchiesta sull'olio extravergine cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di giugno 2023

Un sfacelo! Di male in peggio! La stagione termica non è ancora iniziata e il gas schizza già del 4,8%. Altro che Trimestre anti-inflazione! Da ottobre a dicembre arriva un trimestre di caro bollette che si mangerà il carrello tricolore in un sol boccone. Dopo la stangata sulla luce pari a 120 euro in più, ora si aggiunge pure quella del gas” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione nazionale consumatori.

Secondo lo studio dell’Unc, per una famiglia tipo in tutela il +4,8% significa spendere 60 euro in più su base annua, 60,34  per la precisione. La spesa totale nei prossimi dodici mesi (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° settembre 2023 al 31 agosto 2024, nell’ipotesi di prezzi costanti) sale così a 1.327 euro, che sommati ai 764 della luce, determinano una stangata complessiva pari a 2091 euro.

Inoltre, se il prezzo del gas sale del 4,8% rispetto a quello di agosto, rispetto ai tempi pre-crisi, ovvero nel confronto con settembre 2020, il rialzo è astronomico: +57,4%. Rispetto alla spesa complessiva del 2020, pari a 975 euro, ora si pagheranno 352 euro in più, +36,1 per cento.