giovedì, 29 Ottobre 2020

Tag: acrilammide

Ue, il Parlamento boccia la Commissione su biossido di titanio e...

I deputati hanno approvato a maggioranza due obiezioni: nella prima chiedono all'esecutivo di eliminare il biossido di titanio dalla lista degli additivi alimentari applicando il principio di precauzione come ha fatto la Francia. Nella seconda, invece, chiedono di abbassare il limite di acrilammide nei prodotti per l'infanzia dato il suo potenziale cancerogeno

Paprika e pesticidi: i risultati sorprendenti di un test sulle patatine...

Su 15 patatine alla parika ben 13 contenevano pesticidi. E non solo: tra glutammato e metalli pesanti nel sacchetto più ombre che sostanza. Le analisi fatte in Svizzera

Ciotole da paura, per i produttori di cibo per gatti le...

Ci scrive Assalco, l'associazione per le imprese che producono, tra l'altro, cibo per gatti per rispondere al nostro test e sottolineare che la normativa europea e nazionale sui pet food è spesso anche più stringente di quella per l’alimentazione umana. Con qualche dimenticanza, però, come la sottovalutazione di pesticidi e acrilammide, probabili cancerogeni.

L’acrilammide nei croccantini per gatti N&D Ocean è pericolosa? Non chiedetelo...

Nel nostro test abbiamo trovato 250 ug/kg della sostanza, considerata potenziale cancerogeno per l'uomo in un prodotto Farmina. Tanti, pochi per un gatto che pesa mediamente 4 chili? In Europa non ci sono regole per i pet food ma per un uomo di 70 chili che consuma pane e biscotti non si dovrebbero superare i 300/350 ug/Kg. Ecco perché la ciotola fa paura

Cosa nascondono le capsule del caffè: Il nuovo test del Salvagente

Le capsule per l'espresso conquistano le nostre case. Ma pesano i sospetti di cessione di sostanze pericolose. Noi abbiamo analizzato 11 marche (da Illy a Kimbo, da Lavazza a Nespresso, passando per Vergnano, Pellini, Coop, Esselunga, Nescafè, Splendid, Palombini). E...

Acrilammide, micotossine e cibo per i gatti, le aziende reagiscono al...

Il mensile dei consumatori della Svizzera italiana, Borsa della Spesa in un recentissimo test ha segnalato la presenza di micotossine e acrilammide nei croccantini di marchi famosi. L'elenco completo. E dopo Purina ora replica anche Almo Nature

Croccatini per gatti, troppe micotossine. Ecco i prodotti da evitare

Il mensile dei consumatori della svizzera italiana ha portato in laboratorio 15 alimenti per gatti e li ha valutati per la quantità di micotossine e acrilammide: troppi i prodotti che non convincono

Acrilammide nei croccantini per gatti: il nuovo allarme dalla Svizzera

In 11 alimenti secchi portati in laboratorio, il contenuto di acrilammide era superiore al valore di riferimento dell'UE e 3 contenevano più di 1000 mg per chilo. Un rischio per i gatti, dato che la sostanza è un cancerogeno

Proteine a cena, frutta secca a merenda… facciamo le pulci ai...

Il pane? Solo con lievito madre. La merenda del campione? Con frutta secca. il gluten free? Più sano e digeribile. La dieta perfetta? Proteine a cena e carboidrati a pranzo. Sono tante le convinzioni di moda nell'alimentazione. Alcune volte ragionevoli, altre decisamente sballate

Acrilammide, al via le nuove regole ma manca un limite di...

Da oggi 11 aprile entra in vigore il Regolamento europeo per contrastare la presenza del contaminante "probabile cancerogeno" che si sviluppa nelle patatine fritte o tramite la tostatura del caffé. Ma senza un tetto massimo alla concentrazione né multe per le aziende inadempienti le tutele rischiano di essere debole

Caffè: “Nuoce alla salute. Va scritto in etichetta”. La causa? L’acrilammide

Sentenza choc del Tribunale di Los Angeles (California) contro Starbucks: il caffè come le sigarette dovranno riportare l'avvertenza sulle confezioni. Il prof. Graziosi: "Buona probabilità che la tostatura abbia effetti sulla produzione del contaminante"

Le patatine McCain hanno il “rivestimento”: fa male, c’è da fidarsi?

Tra gli ingredienti delle famose chips surgelate è presente un "involucro" composto da farine, additivi e coloranti: può avere effetti sulla salubrità del prodotto? Risponde il nostro nutrizionista Dario Vista