venerdì, 14 dicembre 2018

confconsumatori

In vacanza in Brasile ma l’attrezzatura da surf rimane in aeroporto....

Erano partiti da Catania per fare surf in Brasile, ma la costosa attrezzatura sportiva è rimasta nei meandri dell’aeroporto, costringendo la coppia ad affittare per 12 giorni attrezzatura da kitesurf e windsurf a Fortaleza, dove alloggiavano. Grazie a Confconsumatori i due hanno ottenuto 800 euro di risarcimento ciascuno, oltre interessi legali e spese processuali

Fallisce la compagnia area Skywork Airlines, a terra 11mila persone

Il vettore svizzero operava anche verso l'Italia, con collegamenti giornalieri Ginevra-Milano, che adesso sta cercando di rilevare Alitalia con un'offerta. Confconsumatori: "Purtroppo in questi casi i margini per recuperare i propri soldi sono minimi"

“Alitalia, viaggio con mio figlio prenotato, gli hanno impedito di salire...

Si tratta del cosiddetto no show rule, una regola tariffaria in virtù della quale il passeggero che non si presenti all’imbarco del volo di andata o, in caso di biglietto multi-tratta, del volo precedente, è imposta la cancellazione della tratta di ritorno o successiva prevista nel biglietto acquistato. Sanzionata in passato dall'Antitrust

Volo cancellato, il giudice condanna Vueling a pagare i danni per...

Il Giudice ha riconosciuto ai passeggeri, assistiti da Confconsumatori Sicilia, non solo il diritto al rimborso fissato dalla legge per i voli cancellati o in grosso ritardo, ma anche il diritto al risarcimento di 1.213,20 euro

Caos a Malpensa, Easyjet e Royal Maroc non hanno scuse

Ieri a Malpensa si è vissuta una giornata di caos con tre voli (due easyjet e uno Royal Maroc) cancellati con motivi, per la verità, poco comprensibili. Centinaia di persone hanno dovuto rinunciare a diversi giorni di vacanza. Confconsumatori ha inviato immediatamente una nota all'Enac

Easyjet e il “giochetto” dei voli cancellati per sciopero dei controllori

A una lettrice la compagnia low cost comunica di aver cancellato il volo di rientro per lo sciopero dei controlli francesi. Lei, ovviamente, compra subito un altro volo per poter tornare ma, poche ore dopo, la compagnia le scrive che lo sciopero è rientrato e il volo ripristinato. Chi rimborsa l'altro biglietto? ci chiede. Risponde Carmelo Calì, responsabile trasporti di Confconsumatori

Confconsumatori: “Come comportarsi sul rischio rimborsi per volo in ritardo”

Dopo aver riportato la storia di una famiglia francese che si è vista negare il rimborso per un volo in ritardo di 5 ore, in quanto la compagnia sostiene che non siano mai saliti sull'aereo, il Salvagente ha chiesto un parere a Carmelo Calì, responsabile trasporti Confconsumatori, sul rischio che anche in Italia, un viaggiatore con il solo biglietto elettronico, registrato online o via app, si trovi di fronte a un caso simile.

Aiazzone: mobili mai consegnati, le rate si stoppano

Vittoria della Confconsumatori: la Corte di Appello di Catania ha stabilito che "il contratto di vendita e quello di finanziamento sono intrinsecamente collegati e danno luogo ad un unico rapporto". La finanziaria continuava a pretendere il pagamento delle rate

Che diritti abbiamo se voliamo con una compagnia extraUe

Un lettore perde il volo per uno sciopero e ci chiede che diritti ha nei confronti della compagnia. Ci aiuta a fare il punto Carmelo Calì, responsabile Trasporti di Confconsumatori

Il volo dirottato dell’AirFrance: “La compagnia non ha scuse”

Dopo la nostra storia dell'incredibile vicenda del volo prima dirottato su Fort de France per poi lasciare senza assistenza e informazioni molti passeggeri, Carmelo Calì, responsabile trasporti di Confconsumatori, chiede sanzioni e spiega quali rimborsi e risarcimenti spettano al viaggiatore

Blu Express insiste con le penali mascherate sui nomi dei biglietti

L'ennesimo caso di penale arbitraria di Blu Express ci viene documentata da un lettore. Questa volta la compagnia multa per 60 euro chi non mette il doppio nome sul biglietto. E aggiunge un incomprensibile "extra bagagge" per "arrotondare"

Il giochetto di BluPanorama e BluExpress sui nomi costa caro ai...

Una lettrice ci segnala il caso delle prenotazioni via web con la compagnia: il sistema taglia il nome e non registra le ultime tre lettere e al check-in chiedono di rifare il biglietto. E quando il consumatore si accorge subito del problema e lo segnala al call center vengono chiesti 80 euro di penale. Un assurdo, commenta Carmelo Calì, responsabile trasporti di Confconsumatori