giovedì, 1 Dicembre 2022

prof. Alberto Ritieni

310 ARTICOLI 0 Commenti

Miti alimentari: quando la pubblicità vende (solo) sogni

Continua il nostro viaggio settimanale tra i miti dell'alimentazione. Questa volta ci occupiamo di prodotti di dubbia fama, come il surimi, le margarine e le patatine "non" fritte

Miti alimentari, zucchero, sale, fritture e spezie: il vero e il...

Come e perché limitare il sale? E davvero la frittura è sempre da evitare? Il peperoncino causa patologie o le cura? È vero che il burro straniero è migliore di quello italiano?
PASTA A FUOCO SPENTO

Miti alimentari. Quanto sappiamo della cottura dei cibi?

Il microonde può far male? E vale la pena cuocere la pasta in modo passivo? È sempre vero che "gallina vecchia fa buon brodo"? Il nostro appuntamento settimanale con i miti alimentari

L’ospedale di Nola, la sanità pubblica e il giuramento di Ippocrate

Il commento del professor Alberto Ritieni: "I medici e i sanitari di Nola hanno agito secondo i dettami del giuramento di Ippocrate: il nostro paese ha bisogno di persone che si assumano le responsabilità in prima persona".

Miti alimentari: il vero e il falso su grassi, colesterolo e...

Miti alimentari 6/ Continua il nostro viaggio nei miti alimentari: questa volta ci occupiamo dell'associazione (spesso errata) tra alcuni cibi e l'insorgenza delle malattie

Miti alimentari, bio è meglio?

I miti alimentari 5/ Continua il nostro viaggio tra verità, mezze verità e inesattezze sull'alimentazione. Questa volta ci occupiamo di cibi biologici e naturali.

Miti alimentari. I cibi della felicità

I miti alimentari 3/ Continua il nostro viaggio tra verità, mezze verità e inesattezze sull'alimentazione. Questa volta ci occupiamo di cibi ed effetti sulla nostra psiche. Un rapporto davvero stretto

Miti alimentari. Frutta, verdura e legumi tra verità e leggende

I miti alimentari 2/ Continua il nostro viaggio tra verità, mezze verità e inesattezze sull'alimentazione. Questa volta ci occupiamo di frutta, verdura e legumi, una categoria di cibi importante, sulla quale, però, non sempre circolano informazioni corrette.

Il grano italiano? Niente scuse: è ottimo per qualità e basterebbe...

Il professor Alberto Ritieni interviene sulla polemica del grano italiano che secondo Farinetti (e le industrie della pasta) non è sufficiente e non ha la qualità per spaghetti e maccheroni "made in Italy". E smentisce le scude del settore per approvvigionarsi all'estero. E aggiunge: "puntando solo sulle proteine si favorisce la sensibilità al glutine".

Allarme carni rosse, i ritardi sospetti dell’Oms

Come mai sono passati dieci anni dallo studio che ha definito cancerogeno l'abuso di questo alimento perché l'Oms ne prendesse atto? E non c'entra nulla l'autorizzazione a nuovi cibi e alle proteine degli insetti arrivata dopo una manciata di ore dalla stessa fonte?