domenica, 17 Novembre 2019

Tag: rifiuti

Greenpeace: 45 tonnellate di rifiuti smaltiti illegalmente in Polonia

E' l'ultima investigazione dell'associazione ambientalista che ha scoperto tonnellate di rifiuti per lo più plastica. Era già accaduto in Turchia

Scoperta una discarica italiana illegale in Turchia. Greenpeace: “Corepla ci spieghi”

Un'operazione di Greenpeace ha portato alla scoperta di un sito illegale di stoccaggio di rifiuti in plastica - verosimilmente provenienti dalla raccolta dei rifiuti urbani italiani – in Turchia. "Corepla e gli altri operatori come garantiscono il controllo della filiera?" chiede Giuseppe Ungherese, responsabile campagna Inquinamento dell'associazione.

Che fine fanno i rifiuti in plastica italiani? Greenpeace traccia le...

Dopo il bando delle importazioni, deciso dalla Cina nel 2018, il sistema del riciclo della plastica su scala globale è andato in tilt. E molti paesi, non ultima l'Italia, ha scelto altre rotte. Spesso verso paesi con controlli ambientali molto meno rigorosi

Deposito dei rifiuti nucleari , la politica continua a rimandare. Sogin:...

Con queste parole, Luca Desiati, amministratore delegato di Sogin, la società a cui lo stato italiano ha affidato il delicato compito di smantellare quel che resta dei siti nucleari nel territorio nazionale e mettere in sicurezza le scorie, certifica il continuo rimando a data da destinarsi per una scelta importantissima. E aggiunge: "Invito la politica a prendere una decisione, per un uso più efficiente delle risorse economiche pubbliche". 

Il punto debole dei cavi di ricarica degli smartphone

Irrimediabilmente siamo costretti a cambiarli per l'usura della parte di cavo più vicina all'usb o all'attacco al telefono. Eppure basterebbe poco per renderli più duraturi. Un test svizzero ha messo alla prova 15 modelli diversi, compresi quelli originali Samsung e Apple. E...

L’Ue trova l’accordo: plastica monouso al bando dal 2021

Tra le novità anche una stretta sui filtri delle sigarette e sullo smaltimento dei mozziconi

Rifiuti, la “tassa” più cara si paga in Campania: 422 euro...

Secondo l'Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva la Tari in Italia va da un minimo di 188 euro (Trentino Alto Adige) a un massimo di 422 euro (Campania). Gli aumenti maggiori si registrano in Basilicata (+13% in un anno). Ad incidere il livello di raccolta differenziata

La Gran Bretagna è il primo paese a introdurre una tassa...

Verrà applicata a tutti gli imballaggi in plastica monouso che non includono almeno il 30% di contenuto riciclato 

A Coca-cola, Pepsi e Nestlé il primato dei rifiuti “usa e...

Appartengono a loro la maggior parte dei contenitori e imballaggi usa e getta identificati nel corso di 239 attività di pulizia e catalogazione dei rifiuti condotti in 42 paesi e 6 continenti da Break Free From Plastic, la coalizione internazionale di cui fa parte anche Greenpeace

Rifiuti, la sentenza: “La strada è sporca, la tariffa va pagata...

La Commissione tributaria provinciale di Roma ha accolto il ricorso di un cittadino che ha chiesto e ottenuto di pagare solo il 50% della Tari. Il motivo? "Lo smaltimento dei rifiuti dinanzi all'abitazione era del tutto inidoneo e irregolare"

Rifiuti, le tariffe sono più care dove il servizio di raccolta...

Al Sud si fa meno differenziata ma mediamente si paga di molto di più per i rifiuti solidi urbani. Al Nord la differenziata raggiunge il 64% mentre nel Meridione si ferma al 38%. La fotografia scattata nel Green Book il rapporto annuale di Utilitalia, la federazione delle aziende pubbliche di acqua, ambiente ed energia

Stop imballaggi usa e getta. La petizione di Greenpeace contro i...

Secondo l'Ong ambientalista, riciclare tutta la plastica che viene prodotta è impossibile: il 90% finisce in discarica, negli inceneritori e in mare, dove ogni minuto viene scaricato l’equivalente di un camion pieno di plastica. L'appello a Coca-Cola, Pepsi, Nestlé, Unilever, Starbucks, Procter & Gamble e McDonald's. Il link per firmare la petizione