venerdì, 4 Dicembre 2020

Anna Gabriela Pulce

388 ARTICOLI 0 Commenti
VISONI

L’ordinanza beffa di Speranza: chiudere gli allevamenti di visoni per tre...

Il ministro Roberto Speranza firma un'ordinanza per chiudere gli 8 allevamenti italiani di visoni da pelliccia fino a febbraio. Per la Lav “L’ordinanza è inutile e senza efficacia, in quei tre mesi sarebbero comunque stati fermi".
VISONI

Il Covid negli allevamenti di visoni fa paura in tutta Europa...

Dopo Danimarca, Svezia e Polonia ora tocca anche alla Grecia contare i contagi negli allevamenti di visoni da pelliccia. Un pericolo anche per l'uomo dato che questi animali possono contagiarlo. Lav chiede al governo di chiudere gli allevamenti italiani
BLACK FRIDAY

Dal Black Friday al Panic Saturday: 5 consigli per uscire vivi...

Si parte con il Black Friday (27 novembre) per passare al Cyber Monday (30 novembre) e finire con il Panic Saturday (19 dicembre, ultimo sabato prima di Natale). Ma c'è anche chi ha già iniziato. Le accortezze per non cadere nelle (molte) trappole disseminate nel web
SARTANI

Sartani, giro di vite europeo sulle impurezze cancerogene

Dopo il grande scandalo dei sartani (ma anche degli antidiabetici e degli antiacidi) contaminati da nitrosammine cancerogene, l'Autorità Ue per i farmaci fissa limiti che valgono sul prodotto finito e non più sulla materia prima, obbligando le industrie ai controlli e ai test
GHIACCIO SECCO

Il ghiaccio secco? Più pericoloso di quanto appare

Molto diffuso tanto per la conservazione degli alimenti che per feste e concerti, il ghiaccio secco secondo il parere emesso dall'Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR), è sicuro per gli alimenti ma potrebbe produrre rischi per la salute di chi lo usa in casa o chi lo respira in luoghi chiusi

Allevamenti di visoni infetti da Covid, spunta il caso nascosto in...

Una tornata di analisi fatte ad agosto ha rintracciato ill SARS-CoV-2 in almeno 2 campioni di visoni di un allevamento. Ad ammetterlo alla Lav le autorità sanitarie, solo dopo numerosi e insistenti appelli e istanze di accesso

La mascherina fa davvero inalare troppa CO2?

A smentire la preoccupazione di molti uno studio dell'Agenzia per la protezione ambientale di Bolzano che ha misurato la quantità di anidride carbonica re-inalata da chi indossa la mascherina

Creme viso in laboratorio: tra antiage e tradizionali quali funzionano davvero?

Un lungo lavoro tedesco ha sottoposto a test 45 creme viso, molte delle quali si dichiarano "antiage" o "antirughe". Ben 11 le bocciate per ingredienti sospetti e studi non sufficienti sulla loro reale efficacia. Ecco cosa hanno trovato i laboratori

Gli allevamenti italiani? Insostenibili per uno studio dell’Università della Tuscia

Allevamenti intensivi e agricoltura stanno consumando una volta e mezza le risorse naturali dei terreni agricoli italiani. A rivelare per la prima volta questo deficit uno studio condotto da ricercatori dell’Università degli Studi della Tuscia che, insieme a Greenpeace Italia, si è interrogata sulla reale sostenibilità degli allevamenti italiani, misurandone il bilancio ecologico

Ancora nitrosammine cancerogene in 5 profilattici su 30

L'Oms, dieci anni fa aveva chiesto ai produttori di ridurre il contenuto di queste sostanze azotate nei profilattici. Non tutti ci sono riusciti, secondo quanto rivela un test condotto a Hong Kong. Ecco i 5 marchi che ancora fanno rivelare in analisi queste sostanze cancerogene

L’analisi tedesca su 57 liquidi per ecig: nessun rischio polmonite per...

L'anno scorso era scattato l'allarme negli Usa dopo diversi casi di polmonite grave (e un morto) tra i fumatori di sigarette elettroniche. Sotto accusa l'acetato di vitamina E oleoso aggiunto al liquido. Le analisi su 57 liquidi venduti in Germania e sul web, dimostrano che da noi questo rischio non c'è. Anche se i laboratori tedeschi hanno trovate tracce di thc in quelli derivati dalla cannabis

In Francia tornano i neonicotinoidi, i pesticidi killer delle api

Macron aveva giurato in campagna elettorale che mai più sarebbero state utilizzate queste sostanze che uccidono le api. E invece ieri ha fatto approvare una legge per permettere di utilizzarli sui campi di barbabietole. Che, evidentemente, per il governo francese valgono più delle api