sabato, 8 Agosto 2020

Tag: Gran Bretagna

Inghilterra, Ong accusano: Sanità pubblica collusa con industria alimentare

Al centro del rapporto di due Ong le linee guida contro l'obesità, che invitano da anni a mangiare cibi con pochi grassi: "consigli disastrosi per la salute, stilati insieme a persone delle corporation alimentari"

Super batteri, l’allarme: nel 2050 uccideranno più del cancro

Secondo uno studio inglese l'antibiotico resistenza è un'emergenza che tutti i governi dovranno affrontare con urgenza: un ritorno al Medioevo che non possiamo permetterci.

GB: il benessere degli animali in mano all’industria della carne

Il governo pensa di abrogare i codici di benessere degli animali da allevamento per sostituirli con norme scritte dalle industrie del settore. Il primo a sparire sarà quello sui polli. Opposizioni e onlus animaliste si schierano contro

Sugar-tax: la Gran Bretagna vara la tassa sui soft drink

Novità fiscale in vigore nel 2018. Nel mirino della tassa Coca Cola, Pepsi e Red Bull. Esclusi invece succhi di frutta puri e bevande a base di latte

Etichetta a semaforo, penalizza le nostre eccellenze

Un'indagine di Nomisma ha dimostrato che i consumatori inglesi bocciano gli alimenti etichettati con il bollino rosso. Il ministro Martina chiede alla Gren Bretagna di rivedere il sistema di etichettatura mentre Altroconsumo lo difende.

Iva sugli assorbenti, Illinois verso azzeramento

Anche nello stato americano è in discussione un disegno di legge che prevede l'azzeramento dell'iva sui prodotti per l'igiene femminile: i tamponi non sono un lusso, ma una conquista sociale.

Soft drinks, troppi zuccheri in Starbucks

Action on sugar ha messo a confronto 131 bevande in vendita nelle principali catene di caffetterie. Il risultato? Un succo di Starbucks contiene 25 cucchiaini di zucchero.

L’origano vero? Un terno al lotto per gli inglesi

Uno studio dell’Istitute for Global Food Security ha trovato che in un campione su quattro venduto dai supermercati inglesi si trovano foglie di ulivo e mirto al posto della costosa spezia. E in Italia?