mercoledì, 19 giugno 2019

Tag: contaminazione

Pfas, oltre 18mila persone prese in carico dalla sanità veneta (molte...

Sono tante le persone prese in carico in un percorso diagnostico e terapeutico, nel cosiddetto secondo livello, dovuto a un'alta quantità di Pfas rilevati nel sangue, secondo il decimo rapporto riguardante il Piano di sorveglianza sanitaria. Mercoledì 19 giugno presentazione della video-inchiesta "PFAS quando le mamme si incazzano" al Salvagente

Pfas, la video-inchiesta sulla protesta delle mamme venete

La video-inchiesta di Andrea Tomasi, che verrà presentata mercoledì a Roma, sulla protesta dei cittadini veneti contro il più grande inquinamento delle falde acquifere della storia d'Italia, alla presenza del comitato Mamme No Pfas

Listeria, il ministero della Salute richiama il mix di formaggi Latteria...

La raccomandazione dell'azienda e del ministero è di non consumare il prodotto ma restituirlo al punto vendita per il rimborso

Allarme Pfas nelle fattorie del Maine fertilizzate coi fanghi di depurazione

I documenti resi pubblici da The Intercept (lo stesso giornale che ha rivelato il processo farsa all'ex presidente brasiliano Lula) mostrano come l'uso di questi fanghi abbia contaminato latte e verdure dello stato Usa. In Italia, come aveva denunciato il Salvagente, si usano questi fertilizzanti ma nessuno controlla gli effetti

Carpe e pesci siluro contaminati venduti in tutta Europa: sgominata una...

Quasi un anno di indagini e la cooperazione delle autorità di sei paesi europei. Tanto è servito per sgominare una presunta organizzazione criminale che vendeva anche in Italia pesce da acque contaminate e pescato in zone proibite e con tecniche illegali

Taranto, diossina nel latte materno superiore del 28% rispetto alla provincia

Pubblicati i dati del biomonitoraggio condotto dall'Istituto superiore di Sanità e dall'Asl locale: "La concentrazione di sostanze tossiche nel latte nelle donne residenti al centro è più elevata rispetto a quella delle madri residenti in provincia". Marescotti, PeaceLink: "Serve una BioBanca affinché non si perdano le prove di quanto sta avvenendo"

Pesticidi, allerta multiresidui: pere, uva, pesche e fragole, le più contaminate

Legambiente presenta il dossier Stop Pesticidi, con i risultati delle analisi su quasi 10mila campioni: un peperone cinese con residui di 25 diversi fitofarmaci finito sugli scaffali dei negozi italiani. Numeri che sorprendono, ma che non possono far sentire tranquillo chi compra solo km zero: nelle fragole italianesi trovano fino a 9 residui diversi di pesticidi. Ecco le sostanze chimiche più diffuse sul nostro cibo

La ricerca italiana: bisfenolo anche nel latte non confezionato e in...

Un'équipe dell'Università di Napoli ha misurato l'interferente endocrino in aziende zootecniche lontane da ogni forma di inquinamento, trovandone sempre nel latte appena munto, prima che fosse confezionato. Sempre al di sotto delle dosi ammissibili, anche per bambini ci spiega una delle autrici, la dottoressa Mercogliano. Ma il segnale è importante e rivela un inquinamento difficile da controllare

10mila ettari bruciati: il maxinquinamento di colza Ogm in Germania e...

I semi della Bayer sono stati trovati dalle autorità francesi contaminati da Ogm di cui è vietata la coltivazione in Europa. Ma erano stati già piantati. E ora gli agricoltori devono arare i campi e non coltivarli per due stagioni

Nieddittas: “Il ministero ha revocato l’allarme sulle nostre cozze, niente colera”

"Inoltre - dichiara il produttore - le analisi dell’ASL Oristano e dell’Istituto Zooprofilattico dell’Università di Sassari certificano l’assenza di qualsiasi contaminazione nei vivai del Golfo di Oristano". Resta da capire cosa è successo veramente: allarme rientrato o analisi sbagliate?

La ricerca del Salvagente sulle microplastiche finisce sul Guardian

La storica testata britannica racconta oggi il test condotto dal Salvagente sui soft drink. E la lega a un nuovo studio fatto a Vienna che dimostra come anche nelle feci umane analizzate siano stati trovati, immancabilmente, questi frammenti.

Microplastiche nei cosmetici, le alternative ci sono. E in Italia l’industria...

L'italiana Novamont, in collaborazione con Roelmi Hpc, una linea di ingredienti prontamente biodegradabili per i cosmetici e del tutto priva di microplastiche. E Coop in questi giorni pubblicizza una scelta analoga sui suoi prodotti a marchio. Segno che qualcosa sta cambiando?