lunedì, 22 Luglio 2019

Tag: additivi

Il test francese: il 23% del pesce fresco è “dopato”

La Direzione generale per la concorrenza, i consumatori e il controllo delle frodi francese (Dgccrf) durante la sua indagine annuale sui filetti di pesce, ha rilevato diverse tecniche che vanno dalla pratica commerciale scorretta alla frode. Gonfiare il prodotto con soluzioni ad hoc è molto comune

Salumi, l’inganno dei “senza nitrati”

Si fanno strada tra gli scaffali del supermercato prosciutti e insaccati che promettono di non utilizzare nitriti e nitrati, dannosi per la salute. Ma in molti casi siamo davanti alla solita furbizia nei confronti del consumatore. I grossi marchi sotto la lente d'ingrandimento

Ue, nel kebab? Si possono usare i fosfati

Il Parlamento europeo non raggiunge la maggioranza necessaria per bloccare la proposta della Commissione. E così da Bruxelles arriva il via libera all’uso di acido fosforico, difosfati, trifosfati e polifosfati nella carne di kebab, sia essa di montone, agnello, vitello, manzo o pollame

L’Efsa da il via libera all’uso di nisina nella carne trattata

Si tratta di un conservante generalmente aggiunto nei formaggini spalmabili. Adesso l'Agenzia europea ha dato il via libera all'uso sia nella carne trasformata che nei formaggi non stagionati. Nella nostra guida sugli additivi alimentari, l'E234 è classificato come una sostanza da evitare

Disposti a rinunciare a merendine “eterne” per limitare gli additivi?

Il professor Alberto Ritieni interviene nel nostro speciale sul numero in edicola sulla lista degli additivi alimentari e sulla loro pericolosità, con una domanda che può toccare da vicino il consumatore. E illustra alcune delle alternative alle sostanze che l'industria utilizza comunemente

Il Parlamento Ue non vuole i fosfati nel kebab e tutti...

Gli additivi di fosfato sono accusati di aumentare il rischio cardiovascolare e per questo i deputati vorrebbero non consentirli nella carne di kebab ma noi sappiamo che queste sostanze sono aggiunti in un'infinità di alimenti. Ecco dove li troviamo

L’Ue mette al bando il sorbato di calcio

Si tratta di un conservante utilizzato in marmellate, dolciumi, cereali: non potrà essere più utilizzato negli alimenti perché mancano studi sulla sua genotossicità. Sul numero in edicola del Salvagente una guida per imparare a conoscere tutti gli additivi in base alla loro pericolosità

Il piatto truccato: ecco la verità su tutti gli additivi presenti...

Conservanti, emulsionanti, coloranti, stabilizzanti... Sapete davvero riconoscere le sigle degli additivi pericolosi per la salute e di dubbia utilità da quelli che non hanno sospetti? L'inchiesta di copertina del nuovo numero del Salvagente è proprio dedicata alle sostanze che molte aziende usano per "truccare le carte"

Il Frozen Yogurt è più sano del gelato?

A differenza dello yogurt normale, oltre al latte fermantato, vengono aggiunti additivi e aromi. Inoltre il calorico rispetto al gelato è inferiore ma attenti allo zucchero. Il giudizio del Ctcu di Bolzano

Pericolo fosfati, ecco dove si trovano e come si riconoscono

Non solo prosciutto cotto e formaggini, sono additivi alimentari che si usano in moltissimi prodotti e non c'è modo di sapere in quale quantità. pure un sovradosaggio è associato a un rischio più alt di malattie cardiovascolari. In questa infografica vi diciamo dove sono contenuti

Additivi alimentari, la grande abbuffata

I risultati della prima edizione del Piano di controllo del ministero della Salute, evidenzia pochissime irregolarità nell'uso da parte delle aziende degli additivi alimentari nonostante queste sostanze siano utilizzate in moltissimi alimenti. La sostanza peggio usata è l'anidride solforosa

I fosfati? Saranno i grassi trans del futuro

Il fosforo è contenuto naturalmente in una miriade di alimenti. Come additivo, invece, può essere aggiunto ai prodotti da forno e alle carni trasformate. Difficile sapere quanto ne assumiamo ogni giorno perché sulle tabelle nutrizionali non c'è l'indicazione. Eppure ci sono studi che associazione elevati livelli di fosforo nel sangue ad un rischio cardiovascolare