lunedì, 24 giugno 2019

Tag: biologico

Protocollo su baby food, il ministero e Plasmon confondono sicurezza e...

Nonostante il Mipaaft parli di impegno per la qualità e la sicurezza, di certo c'è solo un impegno per favorire la produzione alimentare e poco altro. Nessun riferimento a pesticidi, conservanti e coloranti tossici

Il cotone è davvero bio? Te lo dice il Dna “spia”

E non solo. La svizzera Haelixa ha ideato un Dna che spruzzato sul cotone appena raccolto e garantisce di scoprire se nel capo finito non sia stato miscelato con materia prima di altra origine. Ci spiega le possibili applicazione la confondatrice della società, l'italiana Michela Puddu

Un giusto prezzo per cibo di qualità. La filiera agroalimentare si...

Il convegno “Un giusto prezzo per un prodotto agricolo di qualità”, organizzato da Mountain Partnership della Fao con la partecipazione di EcorNaturaSì, Legambiente, Banca Etica, Goel-Gruppo Cooperativo, Cooperazione Italiana e il ministero per le Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Protesta dei pastori sardi, AssoBio: “Passate al bio, dove i caseifici...

"Oggi i caseifici biologici sardi stanno pagando ai produttori 85 centesimi al litro di latte (oltre il 40% di premio) e quando quello convenzionale veleggiava sugli 80 centesimi, pagavano il latte biologico 1 euro al litro, con un premio di circa il 25%". Roberto Zanoni, presidente di AssoBio, commenta la protesta. Coop Italia comunica che si impegna riconoscendo ai fornitori del prodotto Coop un valore all’acquisto del pecorino in grado di assicurare agli allevatori il prezzo di 1 euro al litro.

Succhi di frutta all’arsenico, cadmio e piombo, il test Usa rivela:...

ConsumerReports ha testato 45 famosi succhi di frutta venduti in tutti gli Stati Uniti, con contenuto vario tra cui mele, uva, pera e miscele di frutta, e ha trovato livelli elevati di metalli pesanti, in quasi la metà di essi, compresi i succhi commercializzati per i bambini.

“Benessere animale”: se l’etichetta è ingannevole. La petizione per fare chiarezza

CIWF e Legambiente lanciano una petizione al Ministro delle politiche agricole Centinaio e della Salute Grillo per avviare al più presto un processo per la definizione di un’etichettatura volontaria secondo il metodo di allevamento che garantisca ai consumatori la possibilità di fare acquisti consapevoli.

Una nuova legge per il biologico italiano (con qualche schizzo di...

Parte alla Camera la discussione della norma che vuole, giustamente, promuovere la trasformazione al bio delle aziende agricole del nostro paese. E creare un marchio "made in Italy". Il Movimento 5 Stelle che l'annuncia è dunque pronto al passo indietro sui fanghi tossici ammessi in agricoltura che impedirebbero la conversione per chissà quanti anni?

Invocando il biologico nessuno vuole un Medioevo agricolo, ma…

Il professor Alberto Ritieni, ordinario di chimica degli alimenti alla Federico II di Napoli, risponde a chi, come la senatrice Elena Cattaneo, parla di pratiche esoteriche, chiedendo una visione globale. Che vada dall'ambiente alla salute, fino a un reddito equo per chi la pratica

Grano antico, gluten free, biologico… cosa bolle davvero in pentola?

C'è chi è convinto che per dimagrire sia di aiuto passare ai prodotti senza glutine, chi cerca solo alcune varietà di grano, chi fa confusione tra grano duro e grano tenero... Vediamo alcuni miti alimentari che ancora resistono nel paese simbolo di questo alimento

Il ministro leghista ha firmato un decreto contro il grano bio...

Monta la polemica dei coltivatori di grano duro bio siciliano, un settore in forte espansione negli ultimi anni, per un decreto firmato da Gian Marco Centinaio. Al centro della diatriba l'obbligo di rotazione delle culture a tre anni. Ma la verità sta nel mezzo. L'esperto Pinton (Assobio): "Il decreto è un errore, ma chi vuol raccogliere ogni due anni sbaglia".

Nuovo studio: mangiare biologico riduce il rischio di cancro del 25%

A dirlo è uno studio francese, pubblicato su Jama Internal Medicine che ha studiato 70mila persone per 4,5 anni. la riduzione era ancora maggiore nel caso di due tipi di tumore in particolare: linfoma (un rischio ridotto del 76%) e carcinoma mammario in postmenopausa (riduzione del 34%)

Naturasì ritira aringa dolce affumicata: scadenza posticipata di un anno per...

Nelle confezioni si faceva riferimento al novembre 2019, mentre in realtà è commestibile fino al novembre 2018. L’aringa dolce affumicata richiamata è stata prodotta a San Daniele del Friuli, in provincia di Udine dall’azienda Friul Trota