venerdì, 24 Gennaio 2020

Tag: biologico

Cosa aspettarsi dal biologico?

Spesso se ne parla e in Italia questi prodotti stanno acquisendo una popolarità crescente. Ma quanto ne sappiamo davvero delle differenze del biologico dall'alimento tradizionale?

Aiab: “Le nuove linee guida per le mense negano il valore...

"Mentre in Europa si lancia il Green New Deal, in Italia il Ministero della Salute esprime un sostanziale No al biologico nelle nuove linee guida per la ristorazione scolastica". La pesante accusa arriva dall'Associazione italiana agricoltura biologica (Aiab), le nuove linee guida per la ristorazione

Parte Sana: il salone registra il primato italiano nel biologico europeo

si è aperto il Sana, Salone internazionale del biologico e del naturale, in programma a Bologna dal 6 al 9 settembre 2019. L’Italia è il primo esportatore dell’Unione europea con più di 2 miliardi di fatturato annui legati all’export di prodotti bio e continua a crescere anche nel mercato interno, che si posiziona al quinto posto nel mondo e al terzo in Europa per consumi nazionali.

Ora il bio conquista i prodotti per la cura della persona

Dopo il boom nel cibo, secondo i dati dell'Osservatorio Immagino Nielsen, ora gli shampoo, i saponi e le creme biologiche si stanno facendo largo nel beauty care

Il piano di azione pesticidi? Poco ambizioso e poco coraggioso

Finalmente in consultazione pubblica il Pan. E già dopo una prima lettura, le associazioni di Cambia la Terra, chiedono molte correzioni: Come l'impegno all'eliminazione dei pesticidi più pericolosi, come il glifosato

Maxi sequestro di falso succo di mela bio

Il prodotto sofisticato era ottenuto da aziende formalmente localizzate in Serbia e in Croazia, ma di fatto gestite direttamente dall’Italia da due fratelli imprenditori pisani che producevano e commercializzavano ingenti quantitativi di succo di mela NON biologico, ma dichiarato come tale e sofisticato, veicolandolo nel territorio dell’Unione europea

Protocollo su baby food, il ministero e Plasmon confondono sicurezza e...

Nonostante il Mipaaft parli di impegno per la qualità e la sicurezza, di certo c'è solo un impegno per favorire la produzione alimentare e poco altro. Nessun riferimento a pesticidi, conservanti e coloranti tossici

Il cotone è davvero bio? Te lo dice il Dna “spia”

E non solo. La svizzera Haelixa ha ideato un Dna che spruzzato sul cotone appena raccolto e garantisce di scoprire se nel capo finito non sia stato miscelato con materia prima di altra origine. Ci spiega le possibili applicazione la confondatrice della società, l'italiana Michela Puddu

Un giusto prezzo per cibo di qualità. La filiera agroalimentare si...

Il convegno “Un giusto prezzo per un prodotto agricolo di qualità”, organizzato da Mountain Partnership della Fao con la partecipazione di EcorNaturaSì, Legambiente, Banca Etica, Goel-Gruppo Cooperativo, Cooperazione Italiana e il ministero per le Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Protesta dei pastori sardi, AssoBio: “Passate al bio, dove i caseifici...

"Oggi i caseifici biologici sardi stanno pagando ai produttori 85 centesimi al litro di latte (oltre il 40% di premio) e quando quello convenzionale veleggiava sugli 80 centesimi, pagavano il latte biologico 1 euro al litro, con un premio di circa il 25%". Roberto Zanoni, presidente di AssoBio, commenta la protesta. Coop Italia comunica che si impegna riconoscendo ai fornitori del prodotto Coop un valore all’acquisto del pecorino in grado di assicurare agli allevatori il prezzo di 1 euro al litro.

Succhi di frutta all’arsenico, cadmio e piombo, il test Usa rivela:...

ConsumerReports ha testato 45 famosi succhi di frutta venduti in tutti gli Stati Uniti, con contenuto vario tra cui mele, uva, pera e miscele di frutta, e ha trovato livelli elevati di metalli pesanti, in quasi la metà di essi, compresi i succhi commercializzati per i bambini.

“Benessere animale”: se l’etichetta è ingannevole. La petizione per fare chiarezza

CIWF e Legambiente lanciano una petizione al Ministro delle politiche agricole Centinaio e della Salute Grillo per avviare al più presto un processo per la definizione di un’etichettatura volontaria secondo il metodo di allevamento che garantisca ai consumatori la possibilità di fare acquisti consapevoli.