giovedì, 28 Ottobre 2021

Tag: Xylella

xylella

La Puglia autorizza anche prodotti naturali per il contrasto alla Xylella

Anche il biologico tra le armi per affrontare la piaga della xylella, che ha decimato gli ulivi secolari in ampie zone della Puglia. La Regione ha infatti deciso di autorizzare per il contrasto al famigerato batterio anche prodotti naturali ammessi per l’agricoltura biologica e non solo pesticidi di sintesi.

Xylella, la Commissione Ue approva nuove misure per salvare gli ulivi

All'interno della zona infetta vanno eliminate tutte le piante infette o sintomatiche, insieme a quelle che appartengono alla stessa specie, indipendentemente dal loro stato di salute. In alcune zone d'Europa, l'eradicazione del batterio non è ritenuta fattibile. Questi includono il Salento in Italia, la Corsica in Francia e le Baleari in Spagna. Queste regioni, quindi, dovrebbero dare la priorità alle misure di contenimento.
xylella

Xylella, l’Ue propone di allentare le misure sull’eradicazione

Tra le novità proposte dalla Commissione: dimezzamento, da 100 a 50 metri, del raggio entro cui andrebbero tagliate anche le piante non infette, riduzione delle aree 'cuscinetto' e rimozione della vite dalla lista delle piante suscettibili di infezione.
xylella

Xylella, Corte Ue condanna l’Italia: non ha impedito al batterio di...

La Commissione europea . che ha presentato il ricorso per inadempimento con tra il nostro paese - chiedeva di monitorare il territorio interessato, di abbattere le sole piante infette in una fascia limitrofa alla zona cuscinetto, di 20 km di larghezza, che attraversa le province di Taranto e Brindisi da est a ovest

Xylella: Ulivi vanno abbattuti, senza deroghe. Carcere per chi non lo...

A prevederlo è un emendamento dei relatori al dl semplificazioni.  Il Consorzio nazionale Italia Olivicola: "È corretto che non ci sia più spazio per questa gente che ha ostacolato la lotta al batterio della Xylella"
OLIO CONTROLLI

Olio, ecco chi (e cosa) minaccia l’extravergine italiano

Ieri i gilet arancioni oggi i "giacconi gialli" della Coldiretti hanno manifestato per chiedere interventi urgenti a tutela del settore e contro le frodi. La denuncia: "Olio straniero in due bottiglie di olio su tre"

Pietro Perrino: “Sulla Xylella stiamo sbagliando tutto”

Il genetista critica i provvedimenti presi finora, non ultimo il decreto Martina che impone l'uso di pesticidi e spiega come la malattia dell'ulivo sia legata a cause che non sono state prese in considerazione. Tra queste l'abuso di glifosato in Puglia. E indica le soluzioni possibili per salvare l'ambiente e le piante

Xylella, “il decreto Martina impone uso dei pesticidi: è illegale”

Il gruppo Diem 25 di Yanis Varoufakis, ex ministro dell'economia greco, "denuncia" la Commissione europea e il governo italiano: "Il provvedimento non ce lo chiede l'Europa e prevede l'uso obbligatorio di insetticidi tossici espressamente vietati per l’uso esterno"

Xylella, Ue estende area a rischio fino a Bari. Cno: “Una...

La Ue ha approvato la proposta estendere l'attuale area di quarantena per contrastare il batterio degli olivi in Puglia di circa 20 chilometri arrivando nel barese "cuore pulsante dell'olivocultura italiana" spiega il Cno che avverte: "Trenta milioni di piante a rischio morte"

Xylella, Isde: “Decreto Martina impone uso di pesticidi per legge”

L'associazione Medici per l'ambiente lancia l'allarme: "Il provvedimento del governo rende obbligatorio l’utilizzo di fitofarmaci, tra cui glifosato e neonicotinoidi, dannosi per la biodiversità, per la sicurezza alimentare e per la salute, violando i principi di prevenzione e precauzione"

Xylella, Aiab denuncia: “Il governo ci impone l’uso di pesticidi su...

La denuncia dell'associazione: "Lo stato di emergenza impone alle aziende biologiche trattamenti fitosanitari non consentiti: oltre ad essere inutili per combattere il parassita, l'uso di pesticidi faranno perdere la certificazione alle aziende bio"

Xylella, i pm: “È inutile estirpare gli olivi”. Dieci gli indagati

Secondo la procura di Lecce il batterio è presente nel Salento “da almeno 15 o 20 anni” e il taglio delle piante infette è del tutto inutile. Sotto indagine anche il commissario all'emergenza Silletti