domenica, 4 Dicembre 2022

Tag: ramazzini

cellulare cellulari

Maxi studio su cellulari e cancro al cervello nega l’aumento di...

Uno studio epidemiologico su 800mila donne adulte nel Regno Unito conclude che non ci sono particolari relazioni tra uso di cellulari e cancro al cervello. Daniele Mandrioli (Istituto Ramazzini) spiega perché la nuova ricerca non contraddice le precedenti che invece arrivavano ad altre conclusioni
ASPARTAME TUMORI

Aspartame, nuovo studio conferma aumento del rischio tumori

Una rianalisi dei risultati dell'Istituto Ramazzini sulla cancerogenicità sperimentale dell'edulcorante - presente in dolci e soft drink - sono stati convalidati. Ora Efsa e industria alimentare non hanno più scuse: l'aspartame va eliminata
antenne 5G

5G, Legambiente, comitati e esperti scrivono a Draghi: “No all’innalzamento dei...

L’associazione scrive al presidente del Consiglio Mario Draghi e ai presidenti di Camera e Senato, insieme a tante realtà cittadine e personalità del mondo della ricerca: "“Digitalizzare il Paese salvaguardando la salute dei cittadini”
PFAS GRAVIDANZA

Il nuovo studio sul glifosato: è interferente endocrino per le neonate

Un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori tra cui Fiorella Belpoggi dell'Istituto Ramazzini di Bologna conferma quanto già era stato messo in evidenza con le cavie: anche negli umani il glifosato agisce come interferente endocrino in caso di esposizione precoce anche a basse dosi.
ASPARTAME

Aspartame e danni al fegato: un nuovo studio conferma i pericoli...

Ancora una volta, l'ennesima, una ricerca mette in luce i danni di un'assunzione continua di aspartame, il dolcificante artificiale usato in cibi e bevande in tutto il mondo. L'Efsa fino a oggi l'ha sempre assolto, ignorando tutte le evidenze
pesticidi coldiretti

Pesticidi, nuovo studio: l’effetto cocktail fa male anche con soglie singole...

Le miscele di residui di pesticidi che si trovano comunemente negli alimenti nell'Ue possono avere effetti negativi sulla salute anche quando ogni singolo pesticida è presente a un livello considerato sicuro dalle autorità di regolamentazione. A dirlo è un nuovo studio curato da ricercatori di da un team internazionale con sede nel Regno Unito, in Italia, Francia e Paesi Bassi, tra cui Fiorella Belpoggi, direttrice dell'Istituto Ramazzini di Bologna
5G

Anci ai comuni: “Non mettere troppi paletti al 5G”. Ma le...

Pure in piena pandemia l'Associazione nazionale comuni italiani ha ritenuto urgente diramare ai comuni una nota per spiegare come e perché le amministrazioni debbano rimuovere gli ostacoli "eccessivi" alla rete di nuova generazione e non perdersi in eccessive preoccupazioni rispetto agli effetti sulla salute. Eppure nella fretta di convincere anche i più dubbiosi, dissemina alcuni passaggi tutt'altro che tranquillizzanti.
5G

5G e salute, nuove linee guida internazionali rassicurano, ma aggiungono restrizioni

La Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ICNIRP), importante organismo non governativo e indipendente, ha rilasciato nuove linee guida per la protezione delle persone esposte alla radiofrequenza campi elettromagnetici. Fiorella Belpoggi attacca: Dicano che non ci sono studi, il che non significa che non esistano pericoli

Il Ramazzini si candida a Istituto di Ricovero e Cura a...

Molti gli studi scientifici condotti dal Ramazzini che hanno contribuito in maniera significativa ad aprire il dibattito sulla pericolosità per la salute di alcune sostanze. Due su tutti: la scoperta della cancerogenicità del sucralosio e del glifosato anche a dosi considerate finora sicure
ASPARTAME E951

Nuove accuse all’aspartame: ha effetti collaterali da farmaco neurolettico

Lo studio osservazionale conclude che l'uso potrebbe essere legato alla Td, la discinesia tardiva una grave e spesso irreversibile patologia iatrogena (cioè causata da un farmaco) caratterizzata da movimenti involontari, il più delle volte coinvolgenti la zona orofacciale.

Medici per l’Ambiente: “L’Iss ritiri il report tranquillizzante su cellulari e...

Promossa una raccolta di firme per chiedere il ritiro del documento e una sua rielaborazione. L'Isde: "Nelle conclusioni si parla timidamente di incertezze scientifiche ma non si propone quale utilizzo farne a fini di prevenzione primaria, data l’affermata maggiore vulnerabilità dei bambini"
FANGHI TOSSICI

Oltre 50mila italiani hanno firmato la petizione contro i fanghi tossici

L'appello al ministro dell'Ambiente Costa, lanciato dal Salvagente, è stato firmato da diverse organizzazioni, come Wwf e Federconsumatori e da personaggi di rilievo del mondo scientifico