venerdì, 7 Agosto 2020

Tag: neonati

Piatti per bambini in bambù contaminati da melamina e formaldeide. Chi...

Ancora una volta un test indipendente scopre che piatti, bicchieri e posate in bambù, destinati ai più piccoli, cedono melamina e formaldeide. da 12 a 104 volte i limiti di legge! Succede ora in Austria, dopo casi analoghi in Francia e nel resto d'Europa. Prodotti che in teoria dovevano essere certificati ma sui quali i controlli sono insufficienti, mentre i pericoli sono enormi.

Abbiamo esaminato le 8 creme per neonati più vendute. E…

La crema per il corpo dei nostri piccoli non serve sempre. Per questo motivo "è meglio non abusarne" come ci spiega Fabrizio Zago, chimico ed esperto di cosmesi. Il motivo? Le sostanze chimiche che troviamo nelle formulazioni

Dopo 12 anni il bisfenolo avvelena ancora il feto delle donne...

Un nuovo studio pubblicato su Environmental Science and Technology mostra che i feti sono esposti a un cocktail di sostanze chimiche legate a disturbi del comportamento e della riproduzione, oltre che ad altri problemi di salute. Aumenta il BPA ma anche la presenza di sostituti tutt'altro che innocui
latte

Bonus latte artificiale, il rischio che si riveli un incentivo contro...

Sta sollevando molte polemiche la decisione del Governo di inserire in manovra un bonus annuo di 400 euro per l'acquisto di latte artificiale per i neonati. Tra chi si è schierato contro il bonus, c'è Ibfan Italia, associazione senza fini di lucro composta da tutti i gruppi e i singoli sostenitori dell’International Baby Food Action Network con l’obiettivo di far avvenire miglioramenti duraturi nelle pratiche alimentari di neonati e bambini

Lo studio: gli interferenti endocrini minacciano i neonati in terapia intensiva

Il rischio per la salute può arrivare anche in luoghi e momenti insospettabili: i neonati nelle unità di terapia intensiva sono in contatto con una varietà di prodotti medici che contengono sostanze chimiche dannose come il bisfenolo A e i parabeni. Il presidente del Comitato per il mercato interno e la protezione dei consumatori Ue chiede venga applicato il principio di precauzione, ma è difficile trovare materiali alternativi senza ricerca.

Lettini inclinati e morti in culla: “Toglieteli tutti dal commercio”

Negli Stati Uniti Consumer Reports ha stabilito che sono responsabili di almeno 50 morti di neonati. L'ultimo caso quello di un modello della Chicco. La pendenza può favorire lo scivolamento della testa del bimbo e la compressione delle vie respiratorie

I pediatri del Bambino Gesù: ecco i giochi giusti a seconda...

Appena nato, a 4-6 mesi, dai 2 anni, dai 3, i videogiochi, la lettura. Alcuni consigli utili, perché è importante che il gioco proposto sia adeguato all'età: Il bambino deve sentirsi capace, altrimenti si sentirà frustrato

Con il freddo torna la bronchiolite per i bimbi, i consigli...

Le indicazioni basilari dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per ridurre il rischio di contrarre la bronchiolite, un’infezione delle vie respiratorie che colpisce i più piccoli in questi giorni è al suo apice

Quali alimenti scegliere e a quali rinunciare in allattamento

Bere birra fa aumentare il latte... Mangiare aglio e cipolle fa storcere la bocca al neonato... Prendere caffè eccita il piccolo... Molte le credenze che complicano la vita di chi allatta, Cerchiamo di vederci chiaro con i nostri Miti Alimentari

Il congedo di paternità rischia lo stop dal 2019. La petizione...

Se non verranno rifinanziati attraverso la prossima Legge di stabilità, dal primo gennaio 2019, infatti i 4 giorni obbligatori di astensione dal lavoro per i neo papà non saranno retribuiti. Ecco come firmare la richiesta di mantenerlo ed estenderlo a 10 giorni

Ritirato dal mercato un farmaco anti-colica per i bambini

Si tratta dell'Aprotecol Gocce: il provvedimento a seguito della segnalazione di alcune reazioni allergiche. Ecco i lotti interessati

Fenossietanolo, l’Agenzia francese: no all’uso nei prodotti per neonati

La decisione dopo la pubblicazione degli studi condotti dal Comitato scientifico specializzato che ha confermato la pericolosità del conservante. Non solo, ha suggerito di allegare la platea dei soggetti da tutelare includendo anche le donne incinta dopo che è stata dimostrata la correlazione tra l'esposizione al conservante e alcune anomalie riproduttive