martedì, 25 Febbraio 2020

Tag: Mosh

Nesquik contaminato da oli minerali: il test tedesco che boccia Nestlé

Nestlè critica gli esami condotti dal laboratorio tedesco, ma Okotest, che ha pubblicato le analisi, insiste sulla bontà degli esami e mette in guardia sui pericoli per i bambini delle sostanze trovate, in particolare i Mosh idrocarburi lineari e ciclici

Il gelato Kinder bueno bocciato in Germania per contaminazione da idrocarburi

Appena arrivato sui banchi, il gelato frutto della joint-venture tra Unilever e Ferrero, mostra in analisi la presenza di Mosh e Posh, idrocarburi probabilmente ceduti dall'imballaggio. Non solo, anche il contenuto di zuccheri è considerato eccessivo. E la stroncatura fa discutere

L’allarme spagnolo: oli minerali in pasta, riso e cioccolato

L'associazione spagnola Ocu ha analizzato più di 100 alimenti tdi uso quotidiano alla ricerca di Mosh e Moah, gli oli contenuti nell'inchiostro che migrano dagli imballaggi ai cibi. Troppi i prodotti contaminati e, quindi, da evitare in attesa che l'Europa fissi dei limiti

L’allarme di Foodwatch: oli minerali nei Babbo Natale di cioccolato

Le analisi condotte come ogni anno dalla ong Foodwatch evidenzia che 15 confezioni natalizie su 20 sono contaminate da Moah e Mosh. Tra i marchi coinvolti anche Ferrero, Lindt e Milka

Imballaggi contaminati, le aziende virtuose (e quelle no)

Un anno fa la ong Foodwatch lanciava una petizione per chiedere alle aziende alimentari di fare a meno degli idrocarburi degli oli minerali dagli imballaggi. Ad oggi in sei hanno annunciato l'eliminazione: da Carrefour e Lidl. Auchan e Ferrero fanno orecchie da mercanti.

Olii minerali in Kinder e Lindt: le analisi choc tedesche

Il test di Foodwatch, Ong tedesca, trova idrocarburi nelle barrette Kinder Riegel, nei cioccolatini Lindt Fioretto e in biscotti di Aldi, dovuti alla migrazione dagli incarti. E in Germania scoppia l'allarme tra i consumatori di queste merende molto apprezzate dai bambini.