lunedì, 6 Aprile 2020

Tag: lav

Grenn Hill, il Tribunale di Brescia assolve gli attivisti che liberarono...

Lo ha stabilito la Corte di Appello dopo la condanna in primo grado. Soddisfato Gianluca Felicetti, presidente Lav: "Salvare gli animali non è reato”

Lav: “La nostra petizione per inasprire la legge sul maltrattamento degli...

"Maltrattare animali è un reato punito dalla Legge 189 del 2004 e, grazie a questa norma, Lav è riuscita a salvare tanti animali ottenendo il loro sequestro. Ma possiamo e dobbiamo migliorare questa Legge, perché quasi 10.000 reati commessi in danno degli animali sono una vera emergenza". A dirlo è la stessa Lega anti-vivisezione, secondo cui "dopo 16 anni questa norma va aggiornata e rafforzata",

Vivere con un cane o un gatto, la nuova guida Salvagente-Lav

76 pagine con molti dei temi utili tanto per chi ha già un cane o un gatto in casa che per chi ha intenzione di cominciare questa nuova (e splendida) avventura: è meglio adottare un cucciolo o un animale adulto? Come educarlo? Posso abituarlo a stare da solo in casa? Come gestire i rapporti con il condominio e i vicini? Quali sono le norme a sua tutela, e quali quelle da rispettare in viaggio? Un vademecum in regalo per gli abbonati "esperti" e in vendita nel nostro store on line

Anche Versace rinuncia alla pelle di canguro nelle sue collezioni

Dopo Diadora anche Versace ha annunciato che non utilizzerà più la pelle di canguro nelle sue collezioni aderendo alla campagna #Salvacanguri di Lav

Lav contro tratta dei cuccioli:”L’amore non si compra. Si adotta. Tutto...

L'associazione animalista denuncia il grande business di chi lucra sugli animali e rivolge un appello a chi sta pensando di “regalare” un cucciolo, affinché "la scelta venga compiuta in modo ponderato e si opti per l’adozione da un canile, mai per l’acquisto"

Il Tar del Lazio non ferma gli esperimenti sui macachi

La speranza della Lega Antivivisezione era fermare la sperimentazione organizzata dall'Università di Torino e di Parma sui  6 macachi che verranno operati al cervello e resi ciechi per studi su deficit visivi nell’essere umano. Ma il Tar ha negato la sospensiva. "Ricorreremo al consiglio di Stato" è la promessa degli animalisti

Diadora è la prima azienda a rinunciare alla pelle di canguro....

LA campagna #SaveThekangaroo della Lav porta a casa la sua prima vittoria ma sono ancora molte le aziende che continuano ad utilizzare questa pelle che per le sue caratteristiche – è più sottile ed è più resistente rispetto a quella bovina – è molto utilizzata (e apprezzata) nel settore sportivo e nelle attrezzature per il motociclismo

Allevamenti per le pellicce. 13 paesi Ue li vietano, Italia fanalino...

In Italia, ricorda la Lav, "la situazione è ancora più drammatica: risultano infatti ancora attivi 16 allevamenti di visoni, che ogni anno causano la morte di circa 180.000 animali".

Strage dei canguri, da Prada a Dainese: ecco le 14 aziende...

Dopo la presentazione del documentario in cui due registi australiani hanno descritto il massacro di questi animali, la Lav ha reso noto l'elenco delle aziende che nel nostro paese utilizzano la pelle di canguro per le loro produzioni

Canguri, una storia d’amore e odio. Il documentario che svela il...

L'Italia è il primo responsabile europeo della morte brutale di 2,3 milioni di canguri ogni anno: le sue pelli vengono utilizzate dall'industria dell'abbigliamento sportivo e della moda che ignorano i metodi violenti con cui vengono uccisi questi animali. L'inchiesta video di Michael McIntyre e Kate Clere McIntyre ha l'obiettivo di diffondere consapevolezza mentre la Lav si rivolge al governo: "Vietate l'importazione"

Una vita in gabbia non è una vita. La Ue dica...

La petizione End the Cage Age, si è chiusa con un milione e mezzo di firme nell’arco di un anno. Consumatori che chiedono alla Ue di intervenire sugli allevamenti di suini, galline, conigli, oche, quaglie e vitelli eliminando i metodi crudeli e non necessari

Non si entra in vasca con i delfini: il tribunale stoppa...

sezione IV del Consiglio di Stato respinge la richiesta di Zoomarine che dovrà quindi rinunciare ai 22mila euro al giorno (che la possibilità per il pubblico di nuotare con delfini gli avrebbe garantito. Più importante il benessere degli animali delle questioni economiche per il tribunale che ha accolto le tesi della Lav