domenica, 16 Gennaio 2022

Tag: junk food

Dopo l’Uk, anche la Spagna vieta gli spot di cibi spazzatura...

Il ministero spagnolo dei consumatori ha annunciato che vieterà la pubblicità di cibi e bevande non salutari destinati a bambini e adolescenti tramite TV, radio, social media, siti Web, applicazioni, cinema e giornali. I prodotti inclusi nel divieto vanno da cioccolato e caramelle, a biscotti, dessert, succhi e gelati, tra gli altri. In Italia nessuna legge del genere

Ferrero, Danone, Coca-cola… L’inganno del cibo sano per bambini

Da anni le principali aziende alimentari prendono impegni per ridurre sale, zucchero e grassi negli alimenti per bambini. Un bluff secondo l'inchiesta di Foodwatch che ha esaminato 283 prodotti confrontandoli con le raccomandazioni dell'Oms. Ecco chi è finito sotto accusa
CIBO SPAZZATURA

Cibo spazzatura, la Gran Bretagna vieta gli spot in tv (mentre...

Entro il 2023 in Gran Bretagna non si potranno più fare spot di cibo spazzatura in televisione prima delle 21: le aziende perderanno 600 milioni di sterline all'anno. Nel nostro paese, invece, tra qualche mese dovrebbe entrare in vigore la contrastatissima sugar tax

Usa, le catene di fast food spendono di più in pubblicità...

Il nuovo rapporto, Fast Food Facts 2021, rileva che la spesa pubblicitaria annuale del settore nel 2019 è aumentata di oltre 400 milioni di dollari dal 2012 e che bambini e adolescenti guardavano in media più di due spot televisivi di fast food al giorno
BAMBINI PUBBLICITA

“Avete mai visto un bambino obeso nelle pubblicità di cibi e...

L'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria ha realizzato un nuovo Regolamento per la comunicazione commerciale dei prodotti alimentari e delle bevande destinate ai bambini, ricchi di zucchero, grassi e sale. Il professor Francavilla: "Un primo passo che può essere migliorato". Per esempio estendendo i limiti ai maggiori di 12 anni e utilizzando warning, come per il tabacco.
SPOT BAMBINI TV CIBO

L’80% degli spot alimentari nei programmi tv italiani per bambini non...

A dare questi risultati preoccupanti uno studio appena pubblicato sull’autorevole rivista Public Health Nutrition da ricercatori dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e dell’Italian Institute For Planetary Health (IIPH) di Milano. Tra i bocciati, prodotti famosi come i triangolini succo e polpa di pera senza glutine Valfrutta, lo yogurt Muller Mix frutta, le Gocciole e i cornetti integrali al miele Misura.

Nutri-score, lettera aperta di 5 eurodeputati: “L’Europa non diventi vittima degli...

Gli eurodeputati, tra cui l'italiano Paolo De Castro, sottolineano come il sistema di etichettatura già adottato da diversi stati membri sia un regalo alle multinazionali del cibo piuttosto che un tentativo delle istituzioni di fornire ai consumatori un aiuto per scegliere di portare in tavola prodotti sani

L’obesità aumenta il rischio di Alzheimer

Uno studio statunitense ha monitorato il flusso sanguigno in 128 regioni del cervello in quasi 18mila uomini e donne. All'aumentare dell'indice di massa corporea è diminuito il flusso in alcune zone del cervello ed è cresciuto il rischio Alzheimer

UK, la proposta: contro l’obesità vietare la pubblicità di cibo spazzatura...

47 associazioni tra cui Action on Sugar e Action on Salt hanno chiesto - come contromisura per arginare il fenomeno - al governo britannico di vietare la messa in onda delle pubblicità di cibo spazzatura fino alle ore 21. La ratio del divieto è quella di vietare alla visione dei bambini, i principali fruitori della tv fino a quell'ora, e questo avrebbe un impatto positivo sulla salute pubblica, consentendo alle famiglie di "vedere più dei prodotti che sono buoni per loro
obesità

Cibo spazzatura, così Ferrero e McDonald’s ipnotizzano i nostri bambini

Nel 2018, gli annunci per i prodotti Nutri-Score D ed E rappresentavano il 53,3% di tutti gli annunci alimentari visti dai bambini, il 52,2% visto dagli adolescenti e il 50,8% visto dagli adulti
obesità

Covid, ricercatori inglesi: il junk food e l’obesità legati a probabili...

L'industria alimentare deve condividere la colpa della pandemia di obesità, nonché della gravità della malattia Covid-19 e delle sue conseguenze devastanti. È la posizione di tre ricercatori di Londra, che hanno scritto un editoriale sul British Medical Journal (BMJ)

Un rapporto svela la pressione della lobby della Coca-cola contro l’alimentazione...

Un nuovo rapporto di Corporate Accountability, campagna globale contro gli effetti negativi delle multinazionali sulle democraize, rileva che l'International Life Sciences Institute (ILSI), sta giocando un ruolo fuori misura nel definire le politiche nazionali in materia di alimenti e nutrizione dall'India all'Argentina agli Stati Uniti.