sabato, 20 ottobre 2018

junk food

L’Agenzia sanitaria brasiliana boccia l’etichetta a semaforo “Non basta”

Le indiscrezioni, rivelate dal quotidiano Folha de S. Paulo, fanno infuriare le industrie. La commissione brasiliana defiinisce come inefficace il sistema a semaforo e chiede che ci siano indicazioni più chiare sul fronte delle confezioni

Londra contro l’obesità infantile: “Stop agli spot di Coca Cola e...

La proposta choc del sindaco Sadiq Khan: "L'obesità dei bambini è un'epidemia. Gli annunci di 'cibo spazzatura' devono essere banditi dalla rete di autobus e metropolitana"

Se per i big delle bevande l’Italia è il paradiso dello...

Abbiamo confrontato Fanta, Coca-cola, Schweppes, 7Up e Sanpellegrino in vendita in tutta Europa. La sorpresa è che spesso in quelle in vendita in Italia c'è il contenuto più altro di zuccheri

McDonald’s fa sparire (negli Usa) cheeseburger e milk shake dall’Happy meal

L'obiettivo è ridurre calorie e sodio. Per realizzarlo il big dei fast food, ha semplicemente deciso di non far comparire nel menu i piatti più claorici e ricchi in sale. Ma i genitori potranno continuare a ordinarli

Olanda, via i cartoni animati dal cibo spazzatura

L'industria alimentare ha annunciato l'intenzione di voler limitare l'uso dei personaggi della Disney (ad esempio) per contrastare il crescente numero di bambini obesi o in sovrappeso

L’etichetta a semaforo inglese? Penalizza il parmigiano (ma fa vendere Coca-Cola)

Il sistema di etichettatura adottato in Gran Bretagna continua ad agitare l'Europa. 100 eurodeputati in un'interrogazione alla Commissione chiedono di valutare l'impatto sul commercio e presentano dati preoccupanti.

Francia, una tassa sul cibo spazzatura per limitare l’obesità

L'aumento dei casi di obesità tra la popolazione ha avuto come conseguenza la presa di posizione del ministero dell'Economia che sta pensando ad un'unica imposta sullo junk food.

Zucchero: mai prima di 2 anni (e dopo con attenzione)

Una ricerca dell'American Heart Association indica ai genitori l'esigenza di non includerlo mai nella dieta fino a 2 anni e di controllarne l'assunzione fino a 18 anni per evitare numerose malattie

Cibo spazzatura, i produttori adescano i bambini su Facebook

Secondo una ricerca irlandese, i marchi, tra cui Coca Cola, che vendono bevande e cibi non salutari diminuiscono la pubblicità sui siti per puntare ai social dove possono identificare meglio i target dei minori. E lo fanno anche utilizzando star della tv e dello sport come testimonial

Obesità infantile, il peso degli spot

In Francia i deputati hanno votato una legge per eliminare dai programmi per bambini della tv pubblica gli spot alimentari. E la scienza conferma che la pubblicità sui minori ha un'influenza diretta sull'obesità