giovedì, 29 Luglio 2021

Tag: deforestazione

Il Report europeo: “Commissione Ue sacrifica le foreste per produrre biomasse...

A dirlo è un report del Guardian, secondo cui l'esecutivo europeo è responsabile di "accelerazione del crollo climatico" attraverso la combustione del legno in base alla nuova strategia forestale Ue. Anche l'Italia tra i principali importatori
SOIA AMAZZONIA

Amazzonia, sotto accusa i giganti del cibo: “Acquistano soia frutto di...

Il Bureau of Investigative Journalism in Brasile accusa, con prove immagini satellitari e documenti, tre multinazionali del cibo Cargill, Bunge e Cofco di aver acquistato soia da un'azienda legata alla deforestazione in Amazzonia
olio da cucina esausto

L’enorme quantità di olio da cucina importato dall’Ue per biofuel rischia...

L'Europa importa molto olio da cucina usato (Uco) per utilizzarlo come biofuel, soprattutto in campo agricolo. Ma una nuova ricerca mette in discussione l'impatto ambientale dell'aumento delle importazioni di questo liquido di scarto. A dirlo è un report della campagna Transport & Environment, riportato dalla Bbc. Il rischio è che si stimoli indirettamente la deforestazione da palma e che aumentino le frodi
deforestazione

Solo l’1% delle big companies sta facendo qualcosa contro la deforestazione

A rilevarlo è un'analisi su 553 compagnie condotta da Cdp, una Ong internazionale che si occupa di verificare l'impatto ambientale delle attività produttive. Tra chi ha adottato buone pratiche L'Oréal, Unilever, Barilla, Tetra pak e Mars

Greenpeace: ecco come fanno le aziende brasiliane a “pulire” la carne...

Greenpeace continua a puntare la lente d'ingrandimento sugli impatti legati alla produzione e al consumo di carne e soia (destinata principalmente alla mangimistica) sulle foreste del Sudamerica. Con “Foreste al Macello III”, l'Ong ha analizzato il legame fra la perdita di biodiversità nel Pantanal e il business delle principali aziende brasiliane di lavorazione carne: JBS, Marfin e Mireva
AMAZZONIA

“La Ue e l’Italia possono aiutarci a fermare la devastazione dell’Amazzonia”

Nilto Tatto, deputato federale e segretario per l'ambiente e lo sviluppo del Partito dei lavoratori brasiliano è il fondatore dell'Instituto Socioambiental, una delle più importanti ONG brasiliane. Ieri ha portato a Bruxelles le ragioni di chi non vuole accettare un accordo Ue-Mercosul che difenda le merci e ignori l'ecocidio in Amazzonia e il genocidio dei popoli indigeni. E ha deciso di inviare attraverso il Salvagente un messaggio ai consumatori italiani

Bnp Paribas: “Non finanzieremo più chi produce o compra contribuendo alla...

“Le istituzioni finanziarie esposte al settore agricolo in Brasile devono contribuire a questa lotta contro la deforestazione" ha dichiarato il gruppo bancario francese in una nota. Gli ambientalisti francesi parlano di una mossa residuale e in ritardo. Intanto, i fondi pensionistici statunitensi e europei continuano a finanziare il disastro ambientale all'insaputa dei piccoli risparmiatori
PALMA

L’Ue toglie il biodiesel all’olio di palma dalla lista delle rinnovabili...

Bruxelles esclude l'olio di palma dalla lista dei biocarburanti, e la Malesia annuncia azione legale. Le nuove regole approvate dall'Unione europea, infatti, tengono fuori dal computo delle energie rinnovabili il biodiesel prodotto da una delle filiere più devastanti per l'ecosistema. Le deforestazioni legate alle piantagioni da palma, infatti, hanno distrutto aree enormi di selva, sopratutto in Malesia, uno dei maggiori paesi esportatori.
PALMA

La frode del biodiesel a base di olio di palma spacciato...

Biocarburanti a base di olio di palma introdotti in maniera fraudolente in Unione europea. È quanto risulta da un'indagine nei Paesi Bassi ha nuovamente puntato i riflettori sull'origine dell'olio da cucina usato importato (Uco) nell'UE. La Commissione a Euractiv: "Stiamo lavorando per tracciare meglio le filiere a rischio frode"
MERCOSUR ALLEVAMENTO

Le aziende italiane che hanno interesse al via libera al Mercosur

Mentre le organizzazioni agricole, sindacali e ambientaliste italiane premono perché l'accordo commerciale Ue-Mercosur non venga firmato, ci sono grossi gruppi che al contrario ne trarrebbero un profitto. Sono i grandi brand che utilizzano Argentina e Brasile, soprattutto, come territorio dove produrre a basso costo per poi importare in Europa i prodotti finiti. L'abbattimento dei dazi favorirebbe loro, sfavorendo la media e piccola produzione, e gli stabilimenti industriali in territorio europeo, con anche conseguenze di tipo ambientali.
MERCOSUR

Ue-Mercosur, l’Italia cambia posizione e scrive una lettera per accelerare l’accordo

L'Italia cambia idea sul Mercosur e scrive all'Europa per accelerare l'accordo sul trattato internazionale con il Sud America, osteggiato da associazioni agricole e ambientalisti. Le critiche a questo accordo sono molte: l'assenza di disposizioni solide per garantire l’applicazione dell’accordo di Parigi sul clima e le convenzioni internazionali sui diritti del lavoro
DEFORESTAZIONE

Deforestazione, non solo allevamenti: il pesantissimo ruolo delle miniere

I mega-progetti infrastrutturali rischiano di spingere le grandi foreste di Asia, Africa e Sud America oltre un "pericoloso punto di svolta" e di rendere irrealizzabili gli obiettivi climatici. A dirlo è un rapporto pubblicato da 25 organizzazione di ricerca e conservazione ambientale chiamato "Dichiarazione di New York sui partner per la valutazione delle foresta"