sabato, 4 Aprile 2020

Tag: penali

Quando disattivare una sim dati con Tre costa caro

Una lettrice dopo aver attivato una sim voce e una dati con Tre chiede la disattivazione di quella dati che non prevedeva un vincolo temporale. L'operatore al telefono conferma che non ci sono spese ma poi le addebita 49 euro. Vediamo con Valentina Masciari di Konsumer Italia cosa fare in questi casi

Sono passato dal satellite al digitale con Sky. E mi trovo...

Un lettore chiede di passare dal contratto satellitare a quello sul digitale terrestre di Sky. Da quel momento inizia l'odissea: si trova con due abbonamenti, due prelievi e nessuna possibilità di far smettere il gestore. Ci aiuta a capire come fare Valentina Masciari di Konsumer Italia

Linkem mi chiede i costi di disdetta anticipata (ma li confonde...

La compagnia manda una bolletta a un nostro lettore con la voce "disdetta anticipata". Sbagliando, visto che il cliente aveva fatto passare i due anni obbligatori. Cosa fare? Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia

Penali, costi di cessazione e disattivazione telefonica. Che differenza c’è?

Sempre più frequentemente i contratti di telefonia impongono un vincolo in cui se si cambia operatore si incorre in penali, anche salate. Passato quel periodo però ci si pèuò muovere liberamente. Pagando però, per la telefonia fissa, la disattivazione., come ci spiega Valentina Masciari di Konsumer Italia

Wind Reloaded, occhio alla sostituzione dello smartphone che vincola per 24...

In questi giorni Wind sta sponsorizzando una promozione sul servizio Reloaded, che consente di cambiare fino a due volte in un anno il proprio smartphone preso a rate con Wind per qualsiasi motivo (tranne furto o smarrimento) al costo di qualche euro al mese. Detta così è solo uno dei tanti servizi extra che si possono attivare o meno, ma è proprio la promozione che garantisce un mese gratis per chi attiva entro il 31 dicembre, a complicare le cose.

Vuoi la fibra Tim? Passa prima per l’Adsl (e paghi due...

Un lettore ci segnala la richiesta assurda di Tim: per il passaggio alla fibra ti costringono a una Adsl temporanea e poi ti fatturano (a caro prezzo) il recesso e le penali della linea temporanea. E invece dovrebbero stornare queste spese, ci spiega Valentina Masciari di Konsumer Italia

Il titolare della fibra decede? Gli eredi diventano “ostaggi” di Tim

A una lettrice viene a mancare il marito, titolare del contratto Tim Connect XDSL Gold. Prova a cambiarlo, non ha più bisogno di tutti quei servizi, ma il gestore non può fare la voltura. E per la cessazione del contratto la minaccia di penali salate. Valentina Masciari di Konsumer Italia ci spiega come uscirne

Il Tar del Lazio: nessuna sospensione della maximulta a Blu Panorama

Nessuna sospensione della maximulta da un milione di euro inflitta nel maggio scorso dall'Antitrust a Blue Panorama Airlines per la tassa sul nome che, come abbiamo scritto appena ieri, continua nonostante la sanzione dell'Autorità. L'ha deciso il Tar del Lazio

Blu Panorama non perde il vizio dell’odiosa tassa sul nome dei...

Non sembra che sia servita la multa di un milione di euro comminata alla compagnia a giugno dall'Antitrust. I casi di passeggeri costretti a ricomprare il biglietto perché il sistema tronca i loro nomi si ripetono. Eppure Blu Panorama ad agosto aveva presentato ad agosto le iniziative prese perché questa pratica scorretta non si ripetesse...

Quando finirà davvero la “Tassa sul cognome” di Blu-express?

Una lettrice ci racconta quanto ha dovuto pagare per le assurde penali che la compagnia ha applicato quando il sistema non permetteva di inserire il nome completo nella prenotazione on line. Una pratica scorretta per cui la compagnia ha già ricevuto una sanzione da un milione di euro

Per la tassa sul nome del passeggero, Blue Panorama sanzionata per...

Oltre alla sanzione l'Antitrust ha chiesto di conoscere le misure che BluePanorama prenderà per evitare che il sistema non accetti il nome completo del passeggero nella prenotazione on line. In troppi casi, come più volte dimostrato dal Salvagente, questo si traduceva in una salata penale per i passeggeri al check in

Costi di recesso: che fine ha fatto la delibera Agcom che...

Dopo la delibera che avrebbe obbligato i gestori a non superare il canone pagato le compagnie hanno fatto ricorso al Tar. E anche chi, come Tim, proclamava di avere intenzione di modificarli, continua ad applicarli a danno degli utenti. Come dimostra il caso di una nostra lettrice