“Telefoni bollenti” il manuale di sopravvivenza alle compagnie

“Telefoni bollenti”. Non equivocate, non siamo impazziti, almeno non fino al punto di mandare in edicola un libro che rievochi i fasti (per fortuna passati e archiviati) di quelle linee erotiche che per anni hanno svuotato le tasche degli italiani. Nonostante gli oltre due mesi di quarantena, i nostri concittadini hanno imparato a non cadere in quelle truffe che nascondevano dietro una lontana parvenza di sex appeal una realtà fatta di bollette da capogiro. Ma non per questo sono finiti i contenziosi con le compagnie di telefonia. Tutt’altro, come racconta Lorenzo Misuraca nel libro di 116 pagine che potete decidere di acquistare in edicola assieme al Salvagente.

Concorrenza al ribasso e trucchi sui conti

Telefoni bollenti è il nuovo libro di 116 pagine del Salvagente. Un Manuale di sopravvivenza agli operatori, per non soccombere e farsi valere in caso di (inevitabili) controversie su bollette, internet, servizi a pagamento. Lo trovate in edicola ma potete ordinarlo sul nostro store digitale, cliccando qui

Tim, Vodafone, Fastweb e Wind Tre dopo l’epoca degli 144, dei 70X non hanno perso tempo nel trovare nuovi stratagemmi per rimpinguare le loro casse. Negli ultimi anni hanno registrato una flessione nelle entrate, dovuta alla spietata concorrenza sui prezzi al ribasso del mercato mobile. E allora cosa hanno deciso?
Semplice, di farsi concorrenza continuando a spingere su prezzi bassi, tranne poi rialzarli ai nuovi clienti solo dopo qualche settimana averli “conquistati”, di affibbiargli modem a prezzi doppi o tripli rispetto a quelli di mercato, di inventarsi il mese di 28 giorni. E poi affibbiando “servizi” mai richiesti e di cui molti non si accorgono fino a che non esaminano il dettaglio delle voci della fattura.

Ancora, sottraendoci un euro di ricarica per lotterie obbligatorie o Giga in più di cui non sentivamo il bisogno.

Riuscirebbero senza queste entrate a tenere in equilibrio i propri conti? Molti osservatori di mercato spiegano che no, non potrebbero far quadrare i bilanci senza queste entrate extra che derivano dagli apparati che rateizzano in bolletta, senza la loro quota (e già, perché ce n’è anche per loro) dei servizi a valore aggiunto che si attivano magari sfiorando una foto.

La trasparenza? Sui telefoni non paga

Certo è che nessuno tra i big è convinto che ai propri fatturati possa servire una cura del cliente fatta di trasparenza, aiuto concreto (senza doversi districare tra “prema il tasto 1” “cancelletto”, “consulti le faq sul nostro sito”), tariffe che rimangono uguali a quelle scelte. A noi, forzati della migrazione telefonica, non resta che abbandonarli alla prima scorrettezza e far valere i nostri diritti. Per rispondere a queste esigenze abbiamo deciso di portare in edicola “Telefoni bollenti”, il Manuale di sopravvivenza agli operatori, per non soccombere e farsi valere in caso di (inevitabili) controversie su bollette, internet, servizi a pagamento.

Dove si acquista Telefoni bollenti

Innanzitutto in edicola, da domani, assieme al numero di giugno del Salvagente con una copertina dedicata a Fragole&Chimica. Libro più mensile li pagherete 14,40 euro, molto meno – per fare una battuta – di quanto risparmierete evitando di farvi sottrarre in bolletta servizi di cui non avete nessun bisogno e che forse non sapevate neppure di dover pagare.

E se la mia edicola non lo ha? Se non l’avete trovato potete chiederlo al vostro edicolante o acquistarlo nel nostro store digitale.

Sono un abbonato… Se siete abbonati avrete già ricevuto un coupon per ordinarlo senza pagare le spese postali (o pagarle ridotte se gradite una spedizione veloce) e riceverlo direttamente a casa a 9,50 euro. Se non l’avete ricevuto chiedetelo telefonando all’800 969 831.

Buona lettura