martedì, 20 Ottobre 2020

Tag: foodwatch

Confezioni con troppo “vuoto”, Foodwatch accusa Barilla e altre aziende

Le confezioni sproporzionatamente grandi sono uno dei trucchi di marketing preferiti da molti marchi, anche di quelli che "si vantano di meravigliosi principi ecologici". Per questo, FoodWatch ha lanciato una petizione per porre fine a questa cattiva abitudine delle aziende, a partire da 7 esempi di furbizia poco "consumer-friendly", tra cui uno che riguarda i cereali e quinoa Barilla. 
pesticidi vietati

“No all’import di alimenti con pesticidi vietati nella Ue”

Il commissario all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski, a sorpresa prende posizione sulla possibilità di vietare l'ingresso di materie prime coltivate con pesticidi vietati in Europa

Latte contaminato, Danone respinge le accuse: “I nostri prodotti sono sicuri”

Danone ha pubblicamente respinto l'affermazione di Foodwatch secondo cui il suo prodotto per la crescita senza lattosio della Gallia Galliagest (da 12 mesi a 3 anni) contiene residui di idrocarburi aromatici con olio minerale (Moah)
pesticidi bayer

Pesticidi, quello che Bayer non dice

Il colosso dell'agrofarma risponde alla petizione di Foodwatch che chiede a Bayer (e Basf e Sygenta) di non produrre più pesticidi vietati nella Ue per i paesi in via di sviluppo. La risposta? "Non convincente e mostra una mancanza di responsabilità per le loro esportazioni tossiche"

Oli minerali nel latte per bambini: coinvolti Nestlé, Humana e Novalac

Le analisi svolte in Germania hanno rilevato la presenza di Mosh e Moah nella stragrande maggioranza dei 50 campioni testati. La Ong Foodwatch: "Non sappiamo se i lotti siano stati ritirati dal mercato o sono ancora in vendita"

Francia, le materie prime scarseggiano e le industrie cambiano (in silenzio)...

In questo periodo di emergenza sanitaria, la Direzione per la repressione frodi autorizza dei cambi di ingredienti degli alimenti a causa delle difficoltà di approvvigionamento. Foodwatch chiede più trasparenza mentre la Direzione di difende: "Non è a rischio la salute dei consumatori". E la Francia non è sola: identici provvedimenti "flessibili" sono stati adottati in Giappone e Stati Uniti

Maxi formato, maxi prezzo? La denuncia di Foodwatch

Dallo yougurt Danone al succo di frutta Joker, fino alla mozzarella. La Ong francese ha analizzato i prezzi al chilo di alcune confezioni famiglia scoprendo che sono più alti di quelli normali. Ecco gli esempi
pesticidi bayer

Foodwatch contro Bayer, Basf e Sygenta: “Stop pesticidi vietati nella Ue”

La petizione della Ong per fermare "il boomerang avvelenato": "I tre colossi dell'agrofarma producono molecole vietate in Europa per altri paesi ma poi i residui di queste sostanze tossiche tornano nei nostri piatti tramite le importanzioni alimentari"

Premio per il prodotto più fuorviante: tra i candidati Coco pops...

L'associazione dei consumatori Foodwatch che opera in Francia, Germania e Olanda ha lanciato come ogni anno la votazione per il "prodotto alimentare più fuorviante". L'ironico premio, Het gouden Windwi 2019, vede tra gli sfortunati candidati anche le barrette Kellogg's Coco pops e il té freddo Lipton Matcha, accusati di fare false promesse in etichetta

Latte in polvere contaminato da oli minerali: il test boccia Nestlé,...

Le analisi sono state condotte da Foodwatch in tre mercati - Olanda, Germania e Francia: 8 campioni di latte in polvere su 16 sono risultati contaminati dagli oli minerali aromatici (Moah) accusati di essere potenzialmente cancerogeni e mutageni. I sospetti ricadono sulle lattine usate come imballaggi

E171: Mars, Lindt e Haribo dicono stop al colorante cancerogeno in...

Le aziende hanno raccolto l'appello della Ong Foodwatch che in Olanda chiedeva di mettere al bando il biossido di titanio al cui consumo è associato un rischio più elevato di cancro al colon. In Francia sarà vietato dal 2020 mentre la Ue dovrà decidere se ri-autorizzarlo o meno

Foodwatch contro “Cameo”: tolga il biossido di titanio

La Ong tedesca ha lanciato una campagna per chiedere a Dr. Oetker - proprietaria del marchio Cameo - di non usare più l'additivo E171 - specie in forma micro e nanometrica - perché potenzialmente cancerogeno. In Francia stop dal 2020. Il rischio è diffuso come hanno svelato le analisi del Salvagente