sabato, 10 Agosto 2019

Tag: Agcom

100mila vecchi clienti in coda per passare a Iliad. Vodafone convocata...

Tante le lamentele dei consumatori che invece dei due giorni promessi, aspettano da oltre una settimana la portabilità all'operatore francese. Inadeguatezza dei vecchi operatori di fronte alla mobilità scatenata da Iliad, o tattica per rallentare il flusso in uscita? L'autorità ha intimato a Vodafone di risolvere il problema in tempi brevi

Servizi premium, Agcom: “Sperimentazione riuscita, ecco gli strumenti per fermare le...

L'Autorità garante nelle comunicazioni ha reso noto di aver "accolto con soddisfazione gli esiti della sperimentazione delle misure finalizzate a impedire le attivazioni inconsapevoli" di servizi a sovrapprezzo in telefonia . Tra questi il numero unico per verificare disattivare rapidamente eventuali costi anomali. Rimangono però perplessità e punti critici

Aumentano gli indennizzi per i ritardi e i disservizi degli operatori...

È in vigore il nuovo regolamento indennizzi  firmato dall'Autorità garante delle comunicazioni,che ha aggiornato l'ammontare degli indennizzi, ritoccandoli verso l'alto, a sette anni dal precedente regolamento. Ecco per cosa e come ottenerli (bisogna fare richiesta)

Telefonia, la truffa dei venditori che si spacciano per il Garante...

Il caso di un lettore del Salvagente mostra la nuova frontiera dei contratti telefonici estorti con metodi illegali. Un cliente Vodafone, messo da un sedicente operatore davanti a un maxi-aumento inesistente, lo ha dirottato a una finta operatrice dell'Agcom, che "in maniera imparziale" gli ha proposto di passare a Telecom o Fastweb

Agcom: il termine fibra si può usare solo se arriva fino...

Dopo le condanne Antitrust per la pubblicità ingannevole, arriva la decisione dell'Autorità per le comunicazioni: se la rete veloce arriva soltanto fino a nodi intermedi, come l’armadio di strada o la stazione radio base, gli operatori non potranno usare la denominazione “fibra” se non affiancata alla dicitura “su rete mista rame” o “su rete mista radio”

Telefonia, Unc: “Tim, Vodafone e WindTre ostacolano i reclami”

L'Unione nazionale consumatori presenta un esposto all'Antitrust e all'Autorità per le comunicazioni: "Gli operatori avrebbero imposto un termine di 45 giorni per presentare un reclamo. È illegittimo!"

Bollette a 28 giorni, Agcom: i rimborsi entro il 31 dicembre

Entro il 31 dicembre 2018, quindi, gli operatori di telefonia fissa dovranno adempiere alle diffide dell’Autorità attraverso la posticipazione della data di decorrenza della fattura per un numero di giorni pari a quelli illegittimamente erosi (eventualmente spalmati su più fatture)

Iliad, esposto sui costi extra-soglia: per chi finisce i dati, 9...

Secondo L'Associazione europea consumatori indipendenti, "Appare palese che l’utente non è posto a tutela di eventuale traffico extra soglia inconsapevole"

Agcom: con Isee basso 30 minuti di telefonate gratis e canone...

L'Authority rivoluziona i benefici per i meno abbienti ovvero i nuclei con un Indicatore di situazione economica equivalente inferiore a 8.112,23 euro e si rivolge all'ex monopolista: "Proponete offerte flat ad hoc"

Il conto salato per aver abbandonato Wind Infostrada

Un lettore decide di abbandonare la compagnia nel passaggio dalla bolletta a 28 giorni a quella a 30 e riceve una richiesta davvero esosa: 65 euro per la cessazione. È giusto, ci chiede? Risponde Valentina Masciari, responsabile utenze, di Konsumer Italia

Tim Prime go, 1,6 milioni di multa dall’Agcom: “Attivata all’insaputa e...

Finalmente l'Autorità garante delle comunicazioni lancia un segnale a Tim affiché dismetta l'odiosa pratica del piano tariffario base a pagamento, troppo spesso attivato all'insaputa dei clienti, come più volte denunciato dal Salvagente

Secondary ticketing: approvato il decreto per fermare i maxi-acquisti dei bagarini

Sanzioni previste per loro vanno dai 5mila ai 180mila euro. Non solo, i biglietti ottenuti con questo metodo e messi in vendita online verranno rimossi e nei casi più gravi gli stessi siti possono essere oscurati. E tutti i portali dovranno dotarsi di sistemi per riconoscere i software di acquisto automatico