Cacao, Mars e Fairtrade guidano coalizione su diritti e ambiente: l’Ue rafforzi i paletti

Nasce una nuova coalizione di produttori, Ong e gruppi di commerci equo per chiedere all’Unione europa di rafforzare i paletti su diritti umani e ambiente per la produzione di cacao.  Come riporta FoodNavigator, i tre grandi produttori Barry Callebaut, Mars Wrigley e Mondelēz International, insieme a The Voice Network, Rainforest Alliance e Fairtrade hanno fatto in una dichiarazione congiunta in cui chiedono la revisione della legislazione in linea con i principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani. L’Europa è infatti il più grande importatore e consumatore di cacao al mondo. “Il gruppo afferma che l’Ue dovrebbe mirare a negoziare accordi bilaterali con i governi di origine del cacao per raggiungere l’obiettivo e fornire supporto finanziario e tecnico a tali governi” scrive FoodNavigator. La coalizione chiede inoltre l’istituzione di un quadro normativo e politico all’interno dell’UE per garantire che le imprese impieghino la dovuta attenzione in materia di diritti umani e ambiente nella loro catena di approvvigionamento: “Ciò contribuirà a incoraggiare la produzione sostenibile di cacao, a sostenere la fiducia dei consumatori e a sostenere la domanda del mercato di cacao dall’Africa occidentale a lungo termine”.

Cambiare direzione

La dichiarazione è stata accolta favorevolmente da Julia Christian, consulente di politica forestale di Fern, Ong che si occupa di foreste e diritti: “Le aziende sono più note per contrastare le leggi che regolano le loro attività, che per promuoverle. Quindi la dichiarazione di oggi di alcune delle più grandi aziende di cioccolato del mondo che chiedono leggi che regolano le catene di approvvigionamento del cacao, è encomiabile e da ritenere un momento fondamentale. È anche un potente segnale dell’urgente necessità di regolamenti per porre fine alla deforestazione e alle violazioni dei diritti umani che hanno deturpato l’industria del cacao per decenni”.

Progetto di regolamento

La coalizione ha affermato che, in linea con questo impegno, desidera un processo consultivo attorno alle sue proposte: una strategia per la produzione sostenibile di cacao; Incoraggiare la produzione sostenibile di cacao: obbligo per l’azienda di investigazione e controllo lungo la filiera; obbligo di segnalazione dei problemi; Ambito di applicazione del regolamento; partenariati con i governi produttori per il cacao sostenibile con l’obiettivo di pubblicare un progetto di regolamento entro la fine del 2020.