sabato, 4 Dicembre 2021

Tag: governo

BIO RECOVERY FUND

Ce lo chiede l’Europa ma… il governo nel Recovery fund cancella...

Federbio, Aiab e Biodinamica"Grande delusione perchè le nostre richieste non sono state accolte nel Piano nazionale di rirpesa né dal governo prima né dal Parlamento dopo". E pensare che l'Europa chiede di ridurre i pesticidi e aumentare l'agricoltura bio

Il gioco dell’oca tra Regioni e ministeri che lascia bus e...

Uno scaribarile in cui ogni soggetto ha una parte di responsabilità, e che sta già costando tanto agli italiani. Le cause del sovraffollamento dei trasporti pubblici locali nelle ore di punta che preoccupano molto gli esperti del comitato tecnico scientifico del governo, non sono addossabili a un unico capro espiatorio. Il rischio focolaio Covid in bus, tram e metro cambia direzione e si prepara a divantare a partire da agosto nel braccio di ferro tra ministeri di Istruzione e Trasporti, da una parte, e enti locali e aziende di trasporto pubblico dall'altra. Tutti i soggetti in campo finiscono con il sottovalutare l'importanza di un'organizzazione degli spostamenti coordinata, a poche settimane dall'onda di contagi che a pochi giorni da novembre sembra ormai fuori controllo.
bus

Covid e trasporti affollati, Cgil e Cisl: “Utilizzare subito i bus...

Scuole, locali, cibo da asporto, sport amatoriali. Nell'ultimo Dpcm annunciato domenica 18 settembre, il premier Conte non ha fatto menzione di nuove misure riguardo i trasporti pubblici. Eppure, chiunque prenda un bus o la metro nelle ore di punta, sa come gli spazi angusti di un vagone sono zeppi in maniera quasi inverosimile, e che il pur generoso limite di capienza dell'80% è del tutto ignorato alla prova dei fatti. La colpa non è certo di studenti e lavoratori che devono giungere a destinazione in tempo, eppure su questo il governo non ritiene urgente trovare soluzioni nuove.
mascherina governo

Quarantena, tamponi e sport: ecco le novità del nuovo Dpcm

Che le regole stabilite per chi si trovava in isolamento a casa per Covid fossero eccessivamente stringenti era balenato già nella testa di molti italiani, soprattutto in quella di chi si è trovato impastoiato nell'iter poco svizzero di tamponi dopo ore e ore di coda, comunicazioni mai ricevute dalle Asl, e generale sentimento di abbandono. Adesso il comitato tecnico sanitario su cui si appoggia il governo per prendere le decisioni sulle misure di contenimento del Covid-19, sembra volersi allineare agli altri paesi europei.

Scienziati italiani al governo: stop al doppio tampone per uscire da...

Il gruppo di scienziati italiani chiede al governo di porre fine al criterio del doppio tampone negativo per liberare un paziente dalla quarantena. Il Patto trasversale della scienza, l’associazione i scienziati presieduta dal prof. Guido Poli spiega: "Da tempo Oms ha abbandonato questo criterio in base ad una crescente e ormai consolidata evidenza scientifica
voucher

Viaggi, Antitrust: “Illegittimo voucher obbligatorio, ripristinare diritto al rimborso”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a seguito delle numerose lamentele ricevute negli ultimi mesi da parte dei consumatori, è intervenuta per segnalare al Parlamento e al Governo che quanto deciso dal Governo riguardo la possibilità delle compagnie di trasporto e le strutture ricettive di imporre un voucher invece del rimborso, è illegittimo. Unc chiede le dimissioni del ministro Franceschini

Fase 2, visite ai parenti fino al 6° grado. Ecco come...

Finalmente è arrivata la fase 2 dell'emergenza coronavirus, e gli italiani possono cominciare a respirare un graduale ritorno alla normalità. Tra gli allentamenti alle restrizioni stabiliti dal governo, uno in particolar modo è stato al centro di dibattito e di ironie sui social: la possibilità di andare a visitare parenti lontani ma non gli amici cari. Non è poi così facile calcolare quali tra i parenti che a partire dal 4 maggio possiamo andare a trovare, rientrano in questi sei gradi. Ovviamente, genitori, figli, e nipoti. Ma i cugini di secondo grado? Lo schema di sotto, di semplice consultazione, potrà aiutarvi a capirlo.

Multe fino a 3mila euro per chi non rispetta i divieti....

Il governo approva un nuovo decreto legge. Sanzioni più salate da euro 400 a euro 3.000 per chi non rispetta le regole. Se violazione è stata compiuta con un veicolo, auto e moto, è aumentata fino a un terzo ma non ci sarà fermo amministrativo. Le Regioni potranno varare ordinanze più restrittive

Coronavirus, chiusura di scuole e università in tutta Italia fino al...

Il governo vara nuovi provvedimenti per contenere la diffusione del virus: sospesa la didattica fino al 15 marzo e potenziate le terapie intensive nelle zone rosse

Fanghi tossici, Marescotti (PeaceLink): “Il governo dica la verità sulla diossina...

Il presidente di PeaceLink aderisce alla nostra petizione per chiedere al vicepremier Di Maio e al ministro dell'Ambiente Costa di fermare l'innalzamento degli inquinanti nei fanghi di depurazione. "E' inutile fare la battaglia agli inceneritori se poi non si fissano dei severi limiti di legge sui terreni attorno agli impianti".

Cibo, ok al ddl che introduce il reato di agropirateria

Si prevede l'estensione delle sanzioni per la contraffazione e il commercio di prodotti pericolosi, l'introduzione di nuovi reati e la possibilità di destinare in beneficienza le derrate sequestrate. Giancarlo Caselli: "Buon segnale, ma è molto improbabile che sarà legge entro questa legislatura".

Contro la contraffazione, un codice non replicabile per identificare i prodotti

La norma, approvata in prima lettura dalla Camera, introduce un nuovo sistema di tracciabilità dei prodotti: da un codice si potrà risalire ai dati del produttore e alle varie fasi della lavorazione.