Coronavirus, chiusura di scuole e università in tutta Italia fino al 15 marzo

Il governo, nella riunione odierna del Consiglio dei ministri, ha adottato nuove misure per contenere la diffusione del coronavirus tra le quali la chiusura delle scuole e delle università fino a metà marzo (si dovrebbe rientrare lunedì 16 marzo salvo future disposizioni) in tutta Italia, a partire da domani giovedì 5 marzo. Tra gli altri provvedimenti che confluiranno in un nuovo Dpcm, il potenziamento delle unità di pneumologia e malattie infettive, con la messa a disposizione di più posti letto per le terapie intensive attraverso la “rimodulazione locale delle attività ospedaliere” e un percorso formativorapido‘, qualificante per il supporto respiratorio per infermieri e medici” per ridistribuire il personale sanitario per l’assistenza ove necessario.

Per mantenere un’adeguata copertura assistenziale delle equipe sanitarie poi sarà “pianificato un programma di turnazione, reclutando anche operatori che svolgono attività in altre aree del paese meno sottoposte a carichi assistenziali legati alla gestione dei pazienti affetti da Covid-19”. È un’indicazione contenuta nella circolare del ministero della Salute che delinea il piano del governo per l’incremento della disponibilità di posti letto del Servizio sanitario nazionale in relazione alla gestione dell’emergenza coronavirus.

Oms: ecco perché coronavirus è pericoloso

Alta mortalità (almeno rispetto all’influenza stagionale), nessun vaccino e nessun immune: in tre concetti l’Oms spiega perchè il coronavirus è pericoloso. L’Organizzazione mondiale della sanità corregge il tiro sulla letalità del Covid-19. Il coronavirus causa “una malattia più grave dell’influenza stagionale: a livello globale, circa il 3,4% dei casi riportati di Covid-19 è deceduto mentre l’influenza stagionale generalmente uccide molto meno dell’1% di quelli infetti” ha spiegato oggi l’Oms spiegando che “mentre molte persone in tutto il mondo hanno accumulato immunità ai ceppi stagionali” questo “è un nuovo virus a cui nessuno è immune”. “Abbiamo vaccini e terapie per l’influenza stagionale, ma – ha aggiunto l’Oms – al momento non esiste un vaccino e nessun trattamento specifico per il Covid-19”.