sabato, 28 Maggio 2022

Tag: clima

CLIMA PESTICIDI

Dal clima ai pesticidi, la guerra in Ucraina diventa il pretesto...

Dal clima ai pesticidi, il rischio di un ritorno al passato anche sulla sicurezza alimentare si fa sempre più reale. E la lobby del fossile e dei pesticidi approdittano della guerra in Ucraina per mettere sotto assedio le regole europee. E trovano sponda nella Ue e nel governo Draghi. Naomi Klein chiamava “The shock doctrine” la dottrina del capitalismo di usare le crisi per ottenere vantaggi.

Pac, via libera dal Parlamento Ue. Gli ambientalisti: “Garantiti solo gli...

Il Parlamento europeo dà il via libera alla nuova Politica agricola comune, tra le proteste di ambientalisti e piccoli agricoltori che accusano il testo di essere stato pensato per fare gli interessi dei grossi gruppi agroindustriali, e di essersi allontanato dall'impegno per un'agricoltura verde

Draghi “cade” nel bluff dell’Eni che ci costerà 150 milioni di...

Catturare anidride carbonica ricorrendo ai combustibili fossili. E magari utilizzare l'impianto per estrarre ancora petrolio. Il Css che Eni vorrebbe costruire a Ravenna per stoccare in fondo al mare la CO2 trova in manovra 150 milioni di euro pubblici. Un regalo che non fa bene all'ambiente ma di certo fa contenta la partecipata
ALLEVAMENTI INTENSIVI

Perché gli allevamenti intensivi sono assenti dal dibattito politico sul clima?

Un flash mobili sonoro è quello che ha organizzato la Lav per evidenziare quanto e come nel dibattito della Pre-Cop 26 e anche alla...

7 volatili su 10 nel mondo sono polli da allevamento. Wwf:...

Basterebbe questo dato impressionante, contenuto nel report del Wwf, per capire l'importanza della campagna #Food4Future per ridurre drasticamente il consumo di carne e chiedere maggiore trasparenza di etichette e maggiori regole per allevamenti integrati nel ciclo biologico naturale. In media nel mondo oggi si consumano 34,5 kg di carne a testa l’anno, ma con grandi differenze tra i Paesi. In Italia il consumo medio è di quasi 80 kg a testa quando 60 anni fa erano appena 21 kg!

Il report della Corte dei Conti Ue: 100 miliardi per il...

Secondo una relazione speciale della Corte dei conti europea, i finanziamenti agricoli dell’Ue per l’azione per il clima non hanno contribuito a ridurre le emissioni di gas a effetto serra prodotte dall’agricoltura

Ambientalisti presentano la prima causa contro lo Stato italiano per “l’immobilismo...

Oltre duecento ricorrenti citano in giudizio lo Stato italiano per l’assenza di politiche ambientali efficaci nel contrasto al cambiamento climatico. La causa legale, promossa nell’ambito della Campagna Giudizio Universale, si inserisce tra i contenziosi climatici promossi dalla società civile in oltre 40 paesi di tutto il mondo, tra cui la Francia, dove i giudici hanno dato ragione ai ricorrenti, condannando lo stato a una sanzione simbolica.

Coltivare legumi fa bene al clima e aumenta i nutrienti dei...

Secondo gli scienziati, aggiungere piselli, lenticchie, fagioli e ceci alla propria dieta e coltivarne di più potrebbe portare a una produzione alimentare più nutriente ed efficace con grandi benefici ambientali. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Sustainable Food Systems, coordinato dal dottor David Styles, docente di ingegneria ambientale presso l'Università di Limerick.
clima

Perché la multa di 1 euro alla Francia è una vittoria...

In genere sono le maxi-multe milionarie a cambiare il corso delle cose. Questa volta la differenza potrebbe farla una sanzione da 1 euro. Toccherà pagarlo allo stato francese, che trascinato in tribunale dagli ambientalisti è stata condannato per "inazione" dinanzi ai cambiamenti climatici e quindi di non rispettare gli impegni presi con l'Accordo di Parigi sul clima del 2015. Oxfam: "È un precedente anche per gli altri paesi che non fanno abbastanza, come l'Italia"
MIELE

Il miele europeo e quello italiano rischiano di scomparire

I cambiamenti climatici e l'uso di pesticidi, come quelli che hanno portato alla strage delle api in Lombardia su cui indaga la magistratura, hanno portato a un calo della produzione mai visto. Con il risultato, tra l'altro, di favorire le importazioni di miele adulterato. Complici i controlli europei inadeguati
clima

Clima, Greenpeace scrive a Generali: “Abbandoni i progetti del settore petrolio...

Greenpeace e Re:Common, insieme alle altre ong che sostengono la campagna "Unfriend Coal/Insure Our Future", inviano una lettera agli amministratori delegati delle trenta principali compagnie assicurative globali, con la quale chiedono di porre fine al sostegno per nuovi progetti di petrolio e gas, che allontanano il raggiungimento degli obbiettivi climatici internazionali

Criticavano il negazionismo climatico di Exxon, attaccati per anni da hacker

È quello che rivela il New York Times, che racconta un'inchiesta della procura federale di Manhattan su un attacco hacker nei confronti di giornalisti, organizzazioni ambientaliste (tra cui Greenpeace) per aver chiesto pubblicamente che la compagnia petrolifera si impegnasse a non indurre in errore il pubblico sulla scienza del clima. Exxon al momento non sarebbe indagata