mercoledì, 15 Luglio 2020

Tag: cancro

tumore

230mila malati di tumore rimasti senza controlli durante il lockdown

In Italia, oltre 230mila persone con tumori hanno dovuto fare a meno dei controlli. A dirlo è Stefania Gori, presidente della Fondazione Aionm l’associazione dei medici oncologi. A sottolinearlo, ad aprile, era stato anche il Salvagente, intervistando una paziente oncologica che ci aveva raccontato tutte le ansie vissute in pieno lockdown. Eppure, in quegli stessi giorni la preoccupazione dei malati oncologici era stata ridimensionata da più parti. Anche dalla stessa Aiom

Nuovi guai per il dicamba: l’esposizione è associata a vari tipi...

Un nuovo studio condotto dal National Institutes of Health su quasi 50 mila agricoltori ha rilevato una maggiore incidenza di carcinoma epatico e del dotto biliare intraepatico e leucemia linfocitica cronica ai massimi livelli di esposizione

Alleanza contro il cancro: “Terapia Car T efficace ma cara, l’industria...

Pubblicata da Alleanza Contro il Cancro una manifestazione di interesse che ha lo scopo, attraverso l’armonizzazione e l’automazione dei processi, di abbattere i costi relativi alla manifattura di cellule CAR e d’implementare le capacità produttive | Il progetto è coordinato dal prof. Franco Locatelli del Bambino Gesù

I malati oncologici: “Il coronavirus ha fermato molte terapie, abbiamo paura”

La drammatica e improvvisa emergenza del covid-19 ha purtroppo oscurato la condizione di altri malati di patologie purtroppo molto gravi e in alcuni casi letali. Tra questi ci sono i malati oncologici, che da quando gli ospedali hanno visto arrivare migliaia di persone per il coronavirus, hanno dovuto far spazio. I reparti sono stati riconvertiti all'accoglienza dei nuovi pazienti, e probabilmente anche il timore di non poter garantire completamente dal contagio persone immunodepresse, ha contribuito al rallentamento, quando non allo stop, delle terapie per i malati di cancro.

L’Ema conferma: “Il medicinale Picato può aumentare i rischi di cancro”

Il 17 febbraio la Commissione europea aveva sospeso l'autorizzazione alla commercializzazione del farmaco usato per il trattamento della cheratosi attinica della pelle. Ora le conferme: i rischi sono molti più dei benefici

Sviluppato un test del sangue che individua oltre 50 tipi di...

Arriva un buona notizia nel campo della sanità: è stato sviluppato un test del sangue in grado di individuare oltre 50 tipi di tumore in fase precoce. A riportarlo sugli Annals of Oncology è stato Michael Seiden dell'azienda sanitaria statunitense US Oncology. Anche 12 tra i tumori più aggressivi e di difficile diagnosi in fase iniziale possono essere rilevati. Tra questi il cancro a pancreas. L'accuratezza è stata del 93%

Bayer all’ultima spiaggia cerca l’accordo sul glifosato mettendo sul piatto 10...

La cifra, si legge in un'inchiesta esclusiva del Wall Street Journal, sarebbe stata accettata da decine di studi legali che rappresentano decine di migliaia di querelanti che chiedono un risarcimento per i casi di cancro contratti per colpa del glifosato Monsanto. Ma c'è ancora chi resiste
5G

5G e salute, nuove linee guida internazionali rassicurano, ma aggiungono restrizioni

La Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ICNIRP), importante organismo non governativo e indipendente, ha rilasciato nuove linee guida per la protezione delle persone esposte alla radiofrequenza campi elettromagnetici. Fiorella Belpoggi attacca: Dicano che non ci sono studi, il che non significa che non esistano pericoli

L’Ema sospende il gel Picato: rischia di provocare cancro alle pelle

Si tratta di un gel per il trattamento della cheratosi attinica

Glifosato, così l’amministrazione Trump va in soccorso di Bayer-Monsanto

Epa, l'Agenzia nazionale per l'ambiente, e il dipartimento di Giustizia danno ragione alla multinazionale che ha fatto appello contro il maxi risarcimento a un agricoltore ammalato di tumore: "La società non poteva avvertire del rischio perché per noi non c'è correlazione tra cancro e glifosato"

Car-T, sperimentazioni in Italia danno speranza anche contro il mieloma multiplo

La Car-t, la nuova terapia, da poco approvata anche in Italia, che si basa sulla modificazione delle cellule del sistema immunitario del malato di cancro, dà nuove speranze anche per chi è affetto da mieloma multiplo: in un primo studio clinico la terapia ha dimostrato di raggiungere una risposta terapeutica nel 100% dei casi, con una risposta molto buona o migliore nell'86% dei pazienti e parziale nel 14%.

Glifosato, in Canada parte la prima class action contro Monsanto-Bayer

Lo studio legale Diamond & Diamond ha intentato una causa legale di 500 milioni di dollari contro il colosso proprietario del Roundup: al momento rappresenta più di 60 persone che si sono ammalate di cancro ma molte altre potrebbero aderire al giudizio