sabato, 24 Ottobre 2020

Tag: biberon

Lo studio: i biberon rilasciano milioni di microplastiche nel latte

Un studio rivela che il processo ad alta temperatura raccomandato per sterilizzare le bottiglie di plastica e preparare il latte artificiale ha fatto sì che le bottiglie perdessero milioni di microplastiche e trilioni di nanoplastiche ancora più piccole. A riportare i risultati la ricerca condotta al Trinity College di Dublino, pubblicata sulla rivista Nature Food

“Nel biberon non dovrebbe esserci neppure l’ombra di antibiotici”

Nel numero in edicola del Salvagente abbiamo portato in laboratorio 18 campioni di latte artificiale alla ricerca di micotossine e le abbiamo trovate in 15 campioni, ben oltre la metà. Ma le micotossine non sono l'unico ingrediente sgradito (e nascosto) delle formule... Il parere di Ruggiero Francavilla, pediatra, gastroenterologo Università degli Studi di Bari sulla ricerca che mostra come nel biberon possono finire anche antibiotici

Latte artificiale e affari sporchi: l’inchiesta di copertina del Salvagente

Abbiamo portato in laboratorio 18 campioni di latte artificiale liquidi e in polvere, i più venduti in Italia, trovando troppo zucchero e sale. E pesa l'ombra delle micotossine e degli antibiotici su un mercato milionario che fa concorrenza all'allattamento, inventando malattie per vendere e fare affari

(Dis)abituiamoli fin da piccoli. Il nostro test sui biscotti da biberon

Ne abbiamo confrontati 8, di marchi noti come Nipiol, Plasmon, Mellin, Hipp, Humana, Alce nero e "firmati" dalle catene di supermercati e hard discount. Al dottor Giuseppe Morino, dell'Ospedale Bambino Gesù abbiamo chiesto come dosarli nel biberon in fase di svezzamento. E come sceglierli

Camomilla o finocchio nel biberon: calmano davvero il nostro bambino?

Camomilla e tisane sono spesso somministrate a neonati e bambini per favorire il sonno e combattere le coliche addominali del lattante. Ma da quando possono essere consumate? Ne abbiamo parlato con Gianfranco Trapani, pediatra nutrizionista

Bisfenolo, quando il sostituto non elimina il rischio. Anzi…

Ancora una volta l'industria, dopo aver resistito per anni, nonostante le evidenze dei rischi sul sistema endocrino del prodotto utilizzato in contenitori per alimenti, ha scelto di adottare soluzioni alternative senza l'evidenza che fossero innocue. E ora si scopre che possono anche essere più minacciose per la salute

I pediatri: “Non usate l’ossido di etiliene per sterilizzare i biberon”

Dopo la denuncia di Report la società italiana di Neonatologia e quella di Pediatria hanno affidato a degli esperti un parere e chiedono agli ospedali di non usare più questo gas per igenizzare le tettarelle

Biberon Tommee, maxirichiamo per il rischio muffe

Il beccuccio di gomma che non si può smontare e dunque non si lava, diventa un potenziale pericolo per i piccoli consumatori. Alla fine l'azienda decide di sostituirlo dopo 3mila segnalazioni. Anche in Italia il prodotto sarà sostituito