Quando ad avere la pressione alta è un bambino

Ci sono bambini già con valori alti della pressione. Perché? C’è una predisposizione genetica? E cosa comporta per il loro futuro? Abbiamo posto queste domande al professor Massimo Salvetti Segretario SIIA (Società italiana dell’ipertensione arteriosa) e professore associato di medicina interna all’Università di Brescia il quale ci ha spiegato che possono esserci casi rari molto particolari di ipertensione nei bambini al di sotto dei 10/12 anni di età. È il pediatra a sapere quando occorre indagare perché potrebbe essere una forma secondaria, dovuta a un’altra patologia, prescrivendo degli esami. Ma questi sono una minoranza di casi e anche la predisposizione genetica è rara. In realtà il problema è dovuto molto più spesso al sovrappeso e alla obesità dei bambini e degli adolescenti. C’è una vera e propria epidemia di obesità nel mondo che riguarda molto proprio gli italiani. Questa è la causa più importante di alta pressione nei bambini ed adolescenti e quindi, una volta che il medico avrà escluso una forma associata ad altri fattori, bisogna agire sul loro stile di vita coinvolgendo i genitori.

SEGUE DOPO L’INFOGRAFICA

I bambini di oggi si muovono meno di quelli di una volta perché hanno giochi diversi e, inoltre, l’alimentazione è cambiata. I genitori devono controllare che non bevano bevande zuccherate, dannosissime, che non assumano troppe calorie, che mangino cibi sani, che svolgano attività fisica costantemente, ogni giorno. Perché gli esseri umani sono naturalmente costituiti per muoversi, camminare, correre: non ci si può dimenticare di farlo.

Il pericolo per i bambini ipertesi si presenterà più avanti, nella vita da adulti: i risultati di uno studio presentato al congresso della Società Europea di Cardiologia nel settembre 2019 mostrano che il sovrappeso e l’obesità di bambini e adolescenti trascina un rischio cardiovascolare aumentato quando loro avranno 50 anni, quindi i genitori devono sì parlare con il pediatra ma poi sta a loro agire in prima linea sulla modifica dello stile di vita dei propri figli.