giovedì, 25 Febbraio 2021

Tag: Selex

SOIA

Soia non dichiarata, richiamati due lotti di crema mais e tapioca...

La crema, adatta allo svezzamento dei bambini, fa parte della gamma Primi Anni di Selex: particolare attenzione ai bambini allergici alla soia

Trasparenza e diritti dei lavoratori, le pagelle di Oxfam: Coop promossa

I risultati di un anno di campagna “Al giusto prezzo” premiamo la cooperativa dei consumatori anche se il maggior incremento è stato di Select che ha messo in campo un progressivo impegno in termini di trasparenza, con la pubblicazione di policy aziendali inerenti i diritti umani nelle filiere, e l’avvio di un importante progetto di produzione agricola etica

Le mozzarelle con l’aiutino: test su 14 prodotti

In 6 abbiamo trovato l'acido citrico, un additivo consentito che serve ai produttori per ridurre i tempi di produzione e a nascondere una materia di prima non eccellente. Il risultato? Una mozzarella meno succosa e con più lattosio

Salmonella, richiamato un lotto di cozze surgelate Selex

Azienda e ministero della Salute invitano i consumatori a non consumare  il prodotto e a riportarlo al punto vendita per il rimborso

Todis e Selex ritirano farina 00 per allergene non dichiarato

Il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo che riguarda due lotti prodotti entrambi dalla Molino Rossetto per possibile presenza di Soia non riportata in etichetta

Niente Foie Gras anche nei 2500 supermercati del Gruppo Selex

L'insegna della gdo si aggiunge a PAM/Panorama, Eataly, Consorzio Nazionale CONAD ed Esselunga. Anche Coop già da diversi anni ha scelto di bandire il prodotto dai propri supermercati. Auchan e Carrefour, invece, continuano nella vendita

#StopTriclosan, cosa fanno le altre aziende?

Selex e Manetti&Roberts ci hanno fatto sapere che non hanno intenzioni di eliminare l'antibatterico dalle loro formulazioni mentre Auchan temporeggia.

#StopTriclosan: via la sostanza pericolosa da dentifrici e saponi intimi

La petizione del Test Salvagente perché Colgate, Pasta del Capitano, Chilly, Roberts & Co. rinuncino a usare una sostanza che la Food and drug americana ha appena bandito, spiegando che "può fare più male che bene". Sospetti sull'interferenza endocrina e sullo sviluppo di antibioticoresistenza.