domenica, 15 Dicembre 2019

Tag: roundup

Glifosato, bastano gli studi della Monsanto per dare il via libero...

Non c'è nulla di irregolare nel fatto che l'Unione europea autorizza nuovi pesticidi basandosi solo sulle analisi sulla sicurezza ambientale e sanitaria presentati dallo stesso produttore. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue

Glifosato, Fitch declassa Bayer: “Pesano le cause di riscarcimento”

L'agenzia di rating rivede al ribasso la valutazione sul titolo del colosso che ha acquisito Monsanto e il suo RoundUp: "Il gruppo ha ereditato 13.400 richieste giudiziarie di danni legate all'uso del glifosato. Possibili conseguenze reputazionali a lungo termine"

Glifosato, Bayer ammette: “Sotto controllo 600 persone”

Le Monde rivela che il gruppo tedesco che ha acquisito Monsanto ha confermato che solo in Francia e Germania erano "sorvegliate" centinaia tra giornalisti, ambientalisti, politici e che si opponevano al rinnovo della licenza per il glifosato. Anche l'Italia nel mirino

Glifosato, Bayer getta la spugna? “Vogliamo trovare un’alternativa al RoundUp”

La svolta annunciata dopo il crollo del titolo in borsa e del valore della società a seguito delle condanne negli Stati Uniti che hanno stabilito un nesso tra esposizione al glifosato e cancro. "Investiremo 5 miliardi di euro nei prossimi dieci anni nello sviluppo di diserbanti alternativi"

“Monsantogate”, Bayer costretta a scusarsi. Ma a Parigi l’inchiesta non si...

"Questo non è il modo in cui Bayer cerca il dialogo con la società e le parti interessate. Ci scusiamo per questo comportamento" ha detto la società dopo che in Francia è stata aperta un'inchiesta sul fascicolo di 200 nomi, compresi giornalisti e legislatori, compilato da Monsanto nella speranza di influenzare le loro posizioni sui pesticidi

Se per vendere il RoundUp Monsanto sostituisce il glifosato con l’aceto

Succede anche questo come ha scoperto Libération in Francia dove il glifosato per usi "non professsionali", come il giardinaggio amatoriale, è vietato dal 1° gennaio scorso: "Ora sono in vendita 'Nuove formule' senza l'erbicida ma con acido acetico"

Gli effetti del glifosato? Ancora più drammatici sulle generazioni future

Uno studio della Washington State University, pubblicato su Nature, ha rilevato impatti trascurabili del glifosato sulla generazione direttamente esposta, ma aumenti drammatici nelle patologie nella prole delle generazioni successive

“Glifosato causa cancro”: Bayer dovrà pagare 80 milioni. Crollo in Borsa

Il colosso tedesco, che ha acquisito la Monsanto, è stata condannata a pagare un maxi risarcimento a un giardiniere californiano che ha contratto un linfoma non-Hodgkin dopo aver usato per anni il Roundup

Glifosato, la Francia nel gruppo che valuterà la proroga. E Macron...

Nel gruppo, Assessment Group on Glyphosate (AGG), che valuterà la proroga - dopo il 2022 - dell'uso dell'erbicida esce la Germania ed entra oltre a Parigi, Ungheria, Olanda e Svezia. Tutti schierati per il "Sì" all'uso del pesticida

Glifosato, nuovo studio Ramazzini: “Danni allo sviluppo anche a dosi basse”

I risultati pubblicati oggi dall'Istituto di ricerca bolognese mostrano che l'esposizione a erbicidi a base di glifosato, incluso il Roundup Monsanto-Bayer, causano effetti al sistema riproduttivo nei ratti a concentrazione ritenute sicure. Allo studio ha preso parte anche l'Istituto superiore di Sanità

Il glifosato fa male anche alla Bayer: utili in calo e...

Il colosso tedesco, dopo l'acquisizione della Monsanto e del RoundUp, l'erbicida più diffuso al mondo, ha registrato nel 2018 un calo del 76% degli utili. A pesare anche gli accantonamenti per far fronte alle migliaia di cause che negli Usa stanno presentando le vittime del pesticida-killer

Glifosato e metalli pesanti trovati su api e miele. Le rilevazioni...

il progetto "Api e orti urbani" di Legambiente e Conapi-Mielizia presenta i risultati due anni di monitoraggio ambientale nelle quattro città. il pesticida presente soprattutto a Torino e Milano. Il 35% dei metalli pesanti era superiore ai valori di riferimento, anche se non in quantità rilevanti dal punto di vista alimentare