Glifosato, Bayer dopo il terzo KO spera nella Suprema Corte

GLIFOSATO BAYER

Bayer, nel disperato tentativo di contenere la marea montante di cause di risarcimento, ha presentato appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti per ribaltare la terza condanna in appello che inchioda la multinazionale a risarcire un lavoratore agricolo affetto da linfoma non Hodgkin dopo aver usato RoundUp, l’erbicida più usato al mondo a base di glifosato.

Vuoi conoscere la storia del glifosato, il pesticida più utilizzato al mondo e sapere dove lo abbiamo trovato nelle nostre analisi? Clicca sul pulsante verde qui in basso e acquista la tua copia di “La vera storia del glifosato”

Sì! Voglio vedere le Guide del Salvagente

La scorsa settimana il colosso tedesco – che ha acquistato nel 2018 la Monsanto per 63 miliardi di dollari proprietaria del RoundUp e la quale ha lasciato in eredità migliaia di cause di risarcimento – ha perso una terza causa e ha dovuto riconoscere ai ricorrenti milioni di dollari ciascuno. Questa però è solo la punta dell’iceberg visto che negli Usa Bayer dovrà affrontare tantissimi contenzioni e il tentativo di raggiungere un compromesso per le cause future non è andato a buon fine perché la giustizia Usa non lo ha ratificato poiché la multinazionale dell’agrofarma intendeva mantenere il RoundUp in vendita sul mercato. La situazione è talmente pesante che il mese scorso, Bayer ha previsto un ulteriore accantonamento di 4,5 miliardi  per coprire qualsiasi sentenza sfavorevole della Corte Suprema. Questa enorme cifra si aggiunge agli 11,6 miliardi di dollari precedentemente stanziati per accordi e contenziosi.

Secondo Bayer, in base ai pronunciamenti giudiziari fin qui emessi “un’azienda può essere severamente punita per aver commercializzato un prodotto senza un avviso sul cancro quando il consenso scientifico e normativo quasi universale è che il prodotto non provoca il cancro e l’agenzia federale (Epa, ndr) responsabile ha vietato tale avviso”.

Nel frattempo tra le altre misure per contenere l’attacco legale, Bayer prevede di sostituire il glifosato nei diserbanti per il mercato domestico-hobbystico degli Stati Uniti con altri ingredienti attivi. Tuttavia, continuerà a vendere l’erbicida agli agricoltori, il cui uso ha portato a presentare centinaia di migliaia di cause di risarcimento.