mercoledì, 25 Maggio 2022

Tag: lobby

big oil

Soldi al think tank conservatore, così Big oil Usa condiziona le...

Un influente think tank che ha guidato la battaglia contro la politica dell'obbiettivo zero emissioni del governo britannico ha ricevuto finanziamenti da Big oil, gruppi con interessi nel settore petrolifero e azioni da Exxon e Chevron

Ific, il braccio mediatico di Big Food per manipolare le cattive...

La battaglia sul cibo si compatte sui media prima ancora che nei campi. Lo sanno bene i giganti dell'agroindustria, che finanziano lobby per disinnescare le cattive notizie riguardo ai loro prodotti.

Usa, l’Agenzia per la protezione ambientale accusata di insabbiare i rischi...

Ruth Etzel, ex direttrice dell'Ufficio per la protezione della salute dei bambini dell'Epa denuncia: "Sono stata rimossa dopo essersi lamentata pubblicamente di ciò che ha affermato essere la resistenza dell'Epa a promuovere tutele pubbliche più forti contro l'avvelenamento da piombo".
SLOVENIA AZIENDE

Consiglio Ue, la Slovenia ha firmato contratti di sponsor con 9...

La denuncia di Foodwatch: "Il governo sloveno chiarisca su come la presidenza intende garantire che vengano evitati conflitti di interesse"

Maxi multa a Monsanto: ha conservato illegalmente i dati personali di...

Monsanto aveva incaricato due società di creare un archivio di dati personali di oltre 200 personalità allo scopo di esercitare pressioni per ottenere il rinnovo del glifosato. La multinazionale, da allora acquistata dalla Bayer, è stato sanzionata dalla Cnil e dovrà pagare una multa di 400mila euro per iscrizione illegale
alimentare

Lo studio che racconta come la lobby dell’industria alimentare condiziona la...

Secondo lo studio, le aziende alimentari hanno unito le forze attraverso l'International Life Sciences Institute, un'organizzazione finanziata dall'industria alimentare e biotech, a cui aderiscono Coca-cola, Nestlé, Basf, McDonald's, Monsanto, Pepsi e Syngenta tra gli altri, per plasmare lo sviluppo di principi di integrità scientifica
ogm

Nuovi Ogm, così la lobby biotech si muove per deregolamentarli in...

L'industria delle biotecnologie sta conducendo una battaglia pressante per escludere la sua nuova generazione di tecniche di modificazione genetica dalle normative europee sugli Ogm. A dirlo è un report della Ong Corporate Europe Observatory, che ha scoperto varie nuove tattiche utilizzate dall'industria biotecnologica per preparare il terreno a tale deregolamentazione.
TABACCO IQOS

I 2 milioni di Philip Morris a Casaleggio e le leggi...

La notizia tirata fuori da Report di un finanziamento di 4mila euro al candidato cinquestelle Dino Giarrusso da parte di una lobbista della British American Tobacco, è poca roba a confronto. Un'inchiesta di Aldo Torchiaro sul Riformista racconta come l'altro grande colosso del settore, Philip Morris abbia donato alla Casaleggio associati, che gestisce la piattaforma Rosseau del M5s, oltre 2 milioni di euro in consulenze. E, senza voler fare connessioni in assenza di prove, possiamo limitarci solo a dire che - coincidenza o meno - l'Italia in questi anni ha brillato per una tassazione sul tabacco riscaldato (la tecnologia usata dalla iQos della Philip Morris) molto blanda, senza paragoni nel resto del mondo, dove la fiscalità è equiparata a quella delle sigarette tradizionali. 

Plastica, un report denuncia l’ipocrisia di Coca-Cola, Nestlé e le altre

Un nuovo rapporto critica Coca-Cola Danone, Nestlé e altri colossi dell'agroalimentare per aver predicato bene e razzolato male sulle politiche attivate per contrastare la dispersione di plastica nell'ambiente. Secondo la Changing Markets Foundation, l'industria cerca attivamente di fermare i tentativi di limitare l'uso della plastica, facendo attività di lobby contro la legislazione

Glifosato, bastano gli studi della Monsanto per dare il via libero...

Non c'è nulla di irregolare nel fatto che l'Unione europea autorizza nuovi pesticidi basandosi solo sulle analisi sulla sicurezza ambientale e sanitaria presentati dallo stesso produttore. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue

Pfizer finanziava campagne contro la sigaretta elettronica

il settimanale tedesco Der Spiegel pubblica uno scoop che rafforza i sospetti di chi parla di guerra contro la sigarette elettroniche. In particolare, la Pfizer è produttrice di prodotti per smettere di fumare, come le gomme da masticare, i medicinali e i cerotti, con un giro di affari di oltre 2 miliardi di dollari.

Lo studio: “Ma quale No profit! Ilsi è una lobby al...

L'Ilsi, acronimo che sta per 'Istituto Internazionale delle Scienze della Vita, nonostante si venda come una fondazione senza scopo di lucro che ha lo scopo di "avvantaggiare il bene pubblico", in realtà è una lobby al servizio degli interessi delle maggiori multinazionali mondiali (Coca cola, Nestlé, Unilever, Bayer, solo per fare alcuni nomi). Tra questi, opporsi alla politica di riduzione dello zucchero.